Posts tagged ‘cetacei’

luglio 31, 2013

Mattanza in nome di una tradizione! E’ giusto?

La foto che vedete in alto è stata postata dal capitano Paul Watson di Seashepherd sulla pagina Fb. Si riapre così lo scenario sulla strage di balene pilota che si compie ogni anno alle Isole Far Oer, che continua a indignare il mondo.

Massacro di balene pilota alle Isole Far Oer, ancora una denuncia del Capitano Paul Watson

 

L’usanza è vecchia di secoli e corrisponde un po’ alla nostra mattanza, in quanto vi prendono parte un po’ tutti gli abitanti delle Isole Far Oer. I cetacei oggetto della caccia sono globicefali conosciuti con il nome di balene pilota e la caccia è regolamentata per cui deve avvenire con l’uso di coltelli. Gli abitanti delle Far Oer si oppongono alle richieste di sospensione della caccia poiché rivendicano la loro tradizione dell’uso dei cetacei nell’economia locale.

La mattanza si compie ogni estate e proprio il fondatore di Sea Shepherd dalla sua pagina personale ha rilanciato pochi giorni fa l’appello a sospendere questa usanza.

La questione è ancora molto aperta e dibattuta

febbraio 16, 2011

Stop ai sonar militari in zone a rischio per i cetacei.

Due cetacei, due rari esemplari di zifio, si sono spiaggiati sulle coste vicino Siracusa, mentre è in corso un’esercitazione NATO con uso di apparecchiature sonar. Insieme al nostro testimonial Giovanni Soldini, denunciamo che questa non è una coincidenza: non sarebbe la prima volta che i cetacei spiaggiano perché disturbati da sonar militari.

 

 Fortunatamente i due animali, due zifi di 6 e 8 metri, sono stati recuperati vivi e riportati al largo dalla Guardia Costiera, ma nessuno ha richiesto chiarezza su quanto è successo. L’operazione militare, nota come Proud Manta 11, continuerà fino al 17 febbraio, con l’impiego di sei sommergibili e sofisticate apparecchiature sonar.

I nostri mari sono già in un grave stato di degrado – afferma Giovanni Soldini – è doveroso prendere ogni misura necessaria per evitare che le minacce aumentino.

I sonar militari possono provocare effetti sui cetacei fino a 100 chilometri di distanza, producendo non solo disorientamento, ma molto spesso danni fisici che possono causarne anche la morte.

La relazione tra lo spiaggiamento dei cetacei e l’uso del sonar è certa, almeno da quando nel 2002 al largo delle Isole Canarie, durante un’esercitazione NATO, ben 27 zifi spiaggiarono e 14 morirono. Dopo il drammatico episodio, il Governo spagnolo decise di interdire la zona a queste pericolose attività. E l’Italia?