Posts tagged ‘casillo’

marzo 23, 2012

Formigoni raddoppia.

Formigoni non solo non se ne va, ma ha anche la faccia tosta di fare il modrno coi giovani. Ma dategli tempo.

marzo 27, 2010

Nencini l’ultimo dei Mohicani.

 “Berlusconi ha cercato di inquinare anche il voto delle regionali con la solita tiritera della sinistra alleata ai giudici che ce l’hanno con lui, ma questa volta gli italiani non ci cascheranno”.Questo dice Riccardo Nencini alla vigilia delle elezioni Regionali,  continuando il segretario del PSI afferma “ I socialisti sono presenti in tutte le regioni e faranno la loro parte per sostenere i candidati del centrosinistra e voltare pagina dove è al governo il centrodestra”. Ringrazio Nencini per la segnalazione ma sarei interessato a sapere dov’è il simbolo del Partito Socialista in Campania. Anche perché dirigenti  socialisti non ne ho visto durante la campagna elettorale, né credo che ne vedrò dopo le elezioni. Ma i socialisti dove sono? Che fine hanno fatto? E soprattutto ci saranno socialisti ufficiali dopo le elezioni? In Campania sicuramente no! Perché dubito che Gennaro Oliviero, se sarà eletto, possa lasciare  Sinistra e Libertà. Come pure Casillo, non potrà abbandonare De Luca dopo aver chiesto e ottenuto ospitalità nelle sue liste. (Anche se i socialisti sono capaci di tutto.).Siamo ridotti come quelle vecchie signore di provincia un po’ aristocratiche e fuori dal mondo, che vivono nel ricordo di antichi splendori. Facciamo parte di un’aristocrazia decaduta, che vive il presente con molta tristezza, conservando dentro di se il  vecchio orgoglio e la  nostalgia del blasone perduto. Non ci sarà bisogno di una legge elettorale che preveda soglie di sbarramento per farci fuori, siamo già morti per non aver trovato le cure per guarire dai nostri mali. Abbiamo perso un’occasione con la Costituente Socialista. Il problema quindi è capire cosa fare dopo le elezioni. L’unica cosa che il Partito Socialista non si potrà permettere di fare sarà tirare a campare.  Forse, però, è l’unica cosa che farà perché purtroppo gente come Nencini, Di Lello non li vuole nessuno. E noi? Siamo carne da macello!

marzo 7, 2010

Che fine ha fatto il partito socialista in Campania?

Dopo le elezioni difficilmente si sentirà parlare di Partito socialista, perchè la politica dissennata messa in atto dal segretario nazionale Nencini, ha provocato la polverizzazione del partito. In Campania i compagni socialisti hanno trovato ospitalità un pò dovunque. Di Lello e Corace dopo aver chiesto ospitalità nelle liste di Caldoro, stando ai bene informati,hanno preferito restare a casa, anche perchè Di Lello, sulla base di un difficilissimo progetto aspira a diventare deputato europeo. Difficile che la cosa si realizzi. Gennaro Oliviero sarà ospite nelle liste di Sinistra e Liberà insieme al consigliere regionale uscente Mucciolo. L’ex senatore Casillo è invece candidato nelle liste del Presidente De Luca, insieme ad alcuni compagni di Avellino, Napoli e Salerno. Il nostro Salvatore Cianciulli appartenete ad una famiglia socialista di Montella dal 1908 corre nelle liste del presidente. Altro compagni fra cui Franco Addeo, già sindaco socialista, corrono nelle liste dei verdi. Non manca chi si è candidato con Caldoro.Insomma un bel casino. Riusciremo dopo le elezioni e ricomporre una parvenza di partito? difficile a dirsi. Molto più semplicemente forse, le scelte elettorali, diventeranno scelte di schiermento. Grazie Nencini sei riuscito a fare quello che nemmeno Boselli era riuscito a concepire. Un bel risultato non c’è che dire.

febbraio 11, 2010

Fratelli coltelli!

Secondo alcune fonti bene informate nell’incontro di ieri 10 febbraio di Sinistra e libertà Campania all’hotel cittadino Ramada, è stato dato il via libera all’accordo per l’appoggio alla candidatura di De Luca a Presidente della Regione Campania.

Fin qui nulla di nuovo, se non la soddisfazione di vedere trionfare in SEL quella linea politica della governabilità, che sembrava essersi smarrita in favore di un’opposizione massimalista, che avrebbe portato il movimento di Sinistra e Libertà all’isolamento e il centrosinistra alla sicura sconfitta.

La novità è rappresentata dal fatto che i socialisti campani, con il cappello in mano, dopo aver fatto di tutto per far fallire l’intesa sottoscritta a Bagnoli, si sono recati a chiedere ospitalità nelle liste di SEL.

Il motivo è semplice: i socialisti se presentassero liste da soli rischierebbero di non eleggere nessun consigliere regionale, nelle liste unitarie potrebbero aspirare anche a due consiglieri.

C’è un problema.  Sel, al di fuori da ogni implicazione ideologica, non vuole rinunciare ad eleggere il proprio consigliere nella circoscrizione di Napoli, che verrebbe messo in discussione se nelle liste fosse presente l’ex Senatore Casillo, che gode dei pronostici della vigilia.

Casillo sembra disponibile a correre da solo con una lista civica, portando con sé una buona fetta del PSI campano. Questo significherebbe la morte  del Partito in Campania più di quanto non lo sia già.

Secondo voci di corridoio Fausto Corace sarebbe disponibile a sacrificare il compagno di partito, ma la trattativa  si è per il momento arenata e le parti si sono prese 24 ore di tempo per decidere.

gennaio 31, 2010

buonanotte compagni

Che musica!

buonanotte compagni che siete stati licenziati con un fax.

Buonanotte a Casillo, Mucciolo, e Maraio. C’è ancora dignità fra i socialisti.

Buonanotte a De Luca. Gli spetta un compito difficile.

Buonanotte ai nuovi medici stranieri che stanno venendo in iItalia.

Buonanotte a chi ha avuto l’idea di mettere le poesie sui bus di trento per parlare di immigrazione.

Qualcuno mi spieghi come è possibile che Bertolaso ha fatto quella figura di merda ad Haiti e Berlusconi lo fa ministro.

Domani sputo in faccia a un giudice, così può darsi che mi fa vincere una causa.

Buonanotte a Gerardo Troncone che come il mago Houdiny in un attimo è diventato segretario regionale del Partito socialista.  Ma di quale pianeta? E’ un grande.