Posts tagged ‘carceri italiane’

ottobre 24, 2010

Carceri, un detenuto su due in attesa di condanna.

Rapporto Antigone, “Da Stefano Cucchi a tutti gli altri. Un anno di vita nelle carceri italiane”. 68.527 i detenuti per 44.612 posti letto. Quasi 30mila in carcere per droga. 113 morti nel 2009, 72 suicidi. Arresti in calo a causa del “tutto esaurito’

In Italia gli istituti penitenziari sono 206, i posti letto 44.612 e i detenuti 68.527. E’ questa l’istantanea del sovraffollamento carcerario scattata dall’Associazione Antigone nel suo settimo Rapporto sulle condizioni di detenzione in Italia, presentato il 22 ottobre a Roma. “Da Stefano Cucchi a tutti gli altri. Un anno di vita nelle carceri italiane”: è questo il titolo del Rapporto. Molti i temi trattati, a partire proprio dalla tragedia del geometra trentunenne.

 

Il nostro Paese detiene il record europeo per presenza di imputati nelle carceri, ben il 43,7%, mentre quelli in attesa di primo giudizio sono 15.233. Per questo sono già 1.300 le richieste di ricorso alla Corte Europea per i diritti umani contro le condizioni di vita inumane. I detenuti semiliberi sono 877, le persone in affidamento in prova 7.800 e le persone in detenzione domiciliare 4.692, i detenuti italiani imputati o condannati per associazione a delinquere di stampo mafioso sono 5.726 (71 gli stranieri).

Resta drammaticamente alto il numero di detenuti in carcere per aver commesso violazioni della legge sulle droghe: 28.154 persone, un effetto della legge Fini-Giovanardi sugli stupefacenti che intasa le celle mentre le comunità terapeutiche e di recupero sono mezze vuote. Così come è alto il numero di coloro che devono scontare una pena inferiore a un anno: 11.601 persone. Gli ergastolani italiani sono invece 1.437, contro soli 54 ergastolani stranieri.

agosto 8, 2010

quarantunesimo sucidio in carcere.

In questa domenica d’agosto fra l’indifferenza generale un altro detenuto si è tolto la vita.

Magari sentendo la notizia la gente avrà pensato “peggio per lui”. Se poi si tratta di un extracomunitario, qualche leghista si sarà detto “uno in meno”. E così mentre assieme ai detenuti muore anche la pietà, io vado invacanza per una settimana in Turchia, per non sentir parlare dell’appartamento di Fini, di Berlusconi che lavora al programma, di Bersani che vorrebbe fare un governo con Tremonti e la Lega, ma non glielo fanno fare.

aprile 14, 2010

Carceri: un altro suicidio.

Ennesimo suicidio nelle sovraffollate carceri italiane: un 31enne si’ e’ ucciso nella sezione collaboratori di giustizia di Rebibbia. L’uomo si e’ impiccato alla finestra della cella del penitenziario romano. Siciliano, originario di Vittoria, il 31enne era un pluripregiudicato, fino al 2009 sottoposto a sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza. Per essersi allontanato da Vittoria era stato arrestato nell’ottobre dello scorso anno.