Posts tagged ‘capitale verde europea’

aprile 16, 2012

Capitali verdi europee 2014:nessuna città italiana in corsa.

European Green Capital 2014Il titolo di capitale verde europea del 2014 se lo contenderanno le città di Bristol, Copenaghen e Francoforte; questo il responso della Commissione Europea che, come ogni anno, ha lanciato il concorso per la città che più di tutte si è distinta per iniziative di sostenibilità ambientale. Le tre finaliste sono state scelte fra diciotto città candidate da una giuria di esperti indipendenti che ha valutato tutta una serie di indicatori, su tutti: il contributo locale ai cambiamenti climatici globali, il grado di efficienza del trasporto locale, l’uso sostenibile del suolo nelle aree verdi urbane, la qualità dell’aria, l’inquinamento acustico, la produzione e gestione dei rifiuti, l’efficienza energetica in tutti i settori, ma anche parametri particolarmente innovativi quali gli investimenti in eco-innovazione e il grado di occupazione sostenibile.

Si attende ora di sapere quale fra questi centri urbani, il prossimo 29 giugno, arriverà alla vittoria finale che verrà decretata con una cerimonia a Vitoria-Gasteiz, in Spagna. Dall’istituzione del premio nel 2010 finora sono state quattro le città ad aggiudicarsi il titolo di capitale verde europea: Stoccolma nel 2010, Amburgo nel 2011, Vitoria-Gasteiz (Spagna) nel 2012 e Nantes per il 2013.

Fra le città italiane Torino era fra le candidate, ma i parametri riscontrati non sono stati considerati soddisfacenti.

ottobre 23, 2011

Torino in lizza per capitale verde europea 2014.

Torino è ufficialmente fra le 19 città candidate alla conquista del titolo di capitale verde europea per il 2014. L’annuncio arriva dalla Commissione Ue, che ogni anno seleziona la reginetta europea fra le città più all’avanguardia nel rispetto dell’ambiente e in grado di diventare un modello per altri centri urbani. Il capoluogo piemontese dovrà fare i conti con altre concorrenti agguerrite, da Parigi a Bruxelles, passando per Vienna e Saragozza. Tutte dovranno passare al vaglio di una commissione di esperti: Anversa, Ghent e Bruxelles (Belgio); Brasov (Romania); Bristol, Newcastle, Stoke-on-Trent (Gran Bretagna); Bursa e Trabzon (Turchia); Copenaghen (Danimarca); Francoforte (Germania); Parigi (Francia); Rotterdam (Olanda); Lubiana (Slovenia); Tampere (Finlandia); Salonicco (Grecia); Vienna (Austria); Saragozza (Spagna).