Posts tagged ‘canzoni’

aprile 30, 2010

Michelemmà

 MICHELEMMÀ una tarantella dedicata non ad una donna, ma ad un’isola (ISCHIA) di cui in forma di favola si racconta la nascita; e non faccia meraviglia l’interessarsi d’un poeta alla nascita d’un’ isola; in una terra vulcanica niente di più normale svegliarsi un mattino e trovare un’isola in mezzo al golfo.

aprile 24, 2010

Itaca.

Inizia il proficuo rapporto di Lucio col mare, con mari, marinai, nave. Uan canzone dei diveersi e degli emarginati. Il coro si prende gioco di Lucio.

aprile 11, 2010

Quando non c’era Caldoro.

Massimo Troisi raccontò in un’intervista che Pino Daniele lo aveva chiamato al telefono “e m’ha ritt’: sient’ Massimo agg’ fatt’ na canzone: pe’ piacere me vuò fà nu’ film?” Il bello è che Troisi il film lo fece davvero: si trattava di “Pensavo fosse amore invece era un calesse.” Che bei tempi!

gennaio 12, 2010

Buonanotte compagni.

buonanotte nichi vendola ce la devi fare per tutti noi.

Buonanotte a Gabriele Paolini, il disturbatore.

buonaotte a mr Robinson che per un tradimento si dimette da primo ministro.

Buonanotte al giudice che ha assolto Beppino Englaro, concellando una pagina di vergogna.

Buonanotte agli operai di Termini Imerese.

buonanotte a Aldo  Busi, che si è innamorato di carla Bruni. 

Bunaotte a Ciro Ferrara. Attento a Bettega è una merda.

dicembre 8, 2009

Il poeta e il guerrigliero.

Una canzone dedicata a Ernesto Che Guevara.

guevara

Era mezzogiorno e prigioniero
Aspettavi che si fermasse il mondo
Fuori c’era il sole e caldi odori
E parole antiche di soldati
Forse vedevi la tua gente
Cuba viva sotto il sole
La sierra che ti ha visto vincitore
Addio addio
Chi mai ti scorderà
Addio addio
Anch’io ti ricorderò

Era mezzogiorno in piena notte
E gli uomini di buona volontà
Tutti si guardarono negli occhi
Poi ognuno andò per la sua strada
È troppo tardi per partire
Troppo tardi per morire
Siamo troppo grassi comandante
Addio addio
Chi mai ti scorderà
Addio addio
Anch’io ti ricorderò

Era mezzogiorno e tu non c’eri
Un bambino piangeva nel silenzio
Fuori c’era il sole e caldi odori
E parole antiche di soldati
Oggi ti ricorda la tua gente
Cuba viva sotto il sole
La sierra che ti ha visto vincitore
Addio addio
Chi mai ti scorderà
Addio addio
Anch’io ti ricorderò.

Confesso la mia ignoranza. Pur avendo amato da ragzzo Sergio Endrigo non avevo mai saputo che avesse dedicato una canzone, e che canzone, al Che. Rimedio a questa mia manchevolezza, riproponendo la canzone e il testo.