Posts tagged ‘camigliano’

agosto 9, 2010

Guai a chi si mette contro la Camorra.

Guai a sgarrare sui rifiuti nel casertano. Guai a mettersi di traverso nella filiera di gestione stabilita dal governo di cui faceva parte fino a poche settimane fa un sottosegretario, Nicola Cosentino, con richiesta di arresto per presunte collusioni coi clan Casalesi nel business della spazzatura. Lo sa bene Vincenzo Cenname, ingegnere di 37 anni ed ormai ex sindaco di Camigliano, paesino di 1749 abitanti a circa 40 chilometri da Caserta. Cenname si è visto sciogliere l’amministrazione comunale per aver pronunciato un no chiaro e fermo all’ordine di entrare nel consorzio unico provinciale del ciclo dei rifiuti, impartito dal decreto legge con cui Berlusconi ha proclamato la chiusura dell’emergenza immondizia in Campania.

Per quel no, Camigliano è stata commissariata in appena dieci giorni, una velocità record mai riservata nemmeno per le amministrazioni inquinate da evidenti infiltrazioni mafiose. Dieci giorni tra l’avvio del procedimento prefettizio, la relazione del ministro dell’Interno, il leghista Roberto Maroni, e la firma sul decreto del Capo dello Stato Giorgio Napolitano. E tanti saluti all’esperienza positiva di una giunta comunale che rifiutandosi di entrare nel consorzio e gestendo in proprio igiene urbana e raccolta dell’immondizia è stata protagonista di una differenziata al 65% e di progetti di salvaguardia ambientale e di risparmio energetico. Iniziative grazie alle quali Camigliano è entrata nell’elenco dei comuni virtuosi ed è riuscita a mantenere inalterata per quattro anni la Tarsu (Tariffa Rifiuti Solidi Urbani).

giugno 26, 2010

Camigliano, comune in provincia di Caserta, ha bisogno di aiuto!

Se la vicenda non nascesse in Italia sarebbe incredibile: il Comune di Camigliano rischia il commissariamento per essere troppo virtuoso.
Il sindaco Vincenzo Cenname ha investito nel risparmio energetico, ha bloccato la cementificazione, ma soprattutto ha avviato una raccolta e gestione dei rifiuti responsabile e controllata direttamente dal Comune. Compostaggio domestico, pannolini lavabili e circa il 65% di raccolta differenziata.
Ora, per un decreto legge sull’emergenza rifiuti in Campania, dovrebbe interrompere tutto e affidare lo smaltimento dei rifiuti a un consorzio provinciale.
L’associazione dei Comuni Virtuosi ha inviato una lettera al Presidente Napolitano, affinche’ intervenga sulla questione.
La trovate sul blog di Marco Boschini http://www.marcoboschini.it/?p=1592 , postatela sul vostro sito, fatela girare il piu’ possibile e firmate la petizione per l’obiezione di coscienza a Camigliano http://www.petizionionline.it/petizione/obiezione-di-coscienza-a-camigliano-ce/1295 .
Chi vuole puo’ prendersi prima un minuto per piangere.