Posts tagged ‘Byrds’

luglio 16, 2010

Buonanotte compagni.

Con Document i R.E.M. raggiungono il milione di copie vendute e con questo il successo. Il loro rock è un rock esoterico, forse una rivisitazione del country rock ,che ripercorre la strada fatta dai Byrds, ma stravolta nelle strutture come è normale per i R.E.M. Document porta la voce di Stipe in primo piano e tanto basta a giustificarne il successo commerciale, con la consueta genialità nella costruzione di pop song memorabili.

aprile 17, 2010

Deja vu.

David Crosby è stato uno dei Byrds. Ha rotto con loro perchè gli altri hanno rifiutato di suonare Triad. Una canzone alla Renato Zero. Lui per dispetto si presenta al Festival di Monterrey con i rivali del Buffalo Sprinfield. Graham Nash sta invece con gli Hollie, ma appena conosciuto Crosby si aggerga e cambia gruppo. Stefen Stills è senza gruppo da quando i Buffalo Springfield si sono sciolti. Pubblicano un album con i loro tre nomi che va subito in classifica. I pezzi più importanti sono Suite: Judy Blues Eyes di Stills e Marakesh Express di Nash. Al gruppo si aggiungerà Neil Young. In undici canzoni Crosby, Stills,Nashe Youngh celebrano il mito di Woodstock che era di un anno prima. Con loro il rock cambia, forse in peggio. L’industria prende il sopravvento assiema al divismo e all’individualismo. “Siamo polvere di stelle, siamo d’oro” Soprattutto d’oro. 

Cominciano gli anni settanta, ragazzi.

marzo 3, 2010

Mr. Tambourine man. Buonanotte compagni.

“C’era uno spazio enorme tra i Beatles e Bob Dylan. Noi ci siamo piazzati proprio nel mezzo.” Questo il commento di Chris Hilmann parlando dei Byrds, che molti americani consideravano una risposta all’invasione della musica inglese. Questo gruppo scopre Mr tambourine man di Bob Dylan e lo trasforma  facendolo diventare un grande successo.

Buonanotte al compagno Angelo.