Posts tagged ‘BRICS’

febbraio 23, 2014

Così emergenti, così europei.

Diversi paesi emergenti, con il recente deprezzamento delle valute, sono di fronte ad una nuova stagione di crisi da debito estero nelle periferie. Una dinamica non dissimile a quella che affligge l’Europa, nonostante l’assenza del cambio fisso. Senza un ritorno alla repressione finanziaria, la sequenza di euforia e collasso continuerà a spostarsi indisturbata da un paese all’altro del pianeta.

di Francesco Bogliacino, Universidad Konrad Lorenz di Bogotà (Colombia). Da Sbilanciamoci.info

La scorsa settimana l’Economist mostrava in un grafico la generale tendenza delle valute dei principali Paesi emergenti a deprezzarsi, con una forte caduta nell’ultimo mese [1].

20140201_gdc229

Continua a leggere »

gennaio 22, 2013

L’effetto domino dell’austerità e lo scenario recessivo mondiale del 2013.

roubini

Arriva puntuale l’intervento del 21 gennaio di Nouriel Roubini su Project Syndicate, per avvertirci, se ce ne fosse ancora bisogno, che il 2013 prospetta uno scenario di “avvitamento” economico globale. La ripresa di cui spesso si parla si compone infatti di tante realtà variegate, ma soprattutto di uno slancio che vede in prima fila i paesi delle economie emergenti e in stagnazione quelli dell’occidente più industrializzato. Ma il punto centrale su cui deve appuntarsi l’attenzione sta nel rilevare che la gravità della depressione economica va allargandosi progressivamente oltre i confini dell’eurozona, che si conferma così come l’epicentro di un terremoto economico di dimensioni straordinarie. E non per effetto di un destino cinico e baro, ma per la pervicacia con cui i suoi governi stanno perseguendo le politiche dell’austerità.

Continua a leggere »

agosto 21, 2012

E’ finito il tempo delle crescite miracolose.

Dani Rodrik

Nessuno può fare più affidamento su prospettive di “crescita miracolosa”. E’ questo il messaggio che ci consegna Dani Rodrik su Project Syndicate, sollevando ulteriori dubbi sui tempi entro i quali le economie occidentali potranno dirsi fuori dalla crisi. Perciò se nei mesi passati molte speranze sono state riposte nella crescita accelerata registrata dalle economie emergenti, sarà meglio che al più presto ci si renda conto che anche questa parte dell’economia mondiale sta registrando una frenata e che, pur nelle migliori previsioni, la ripresa del cammino della crescita non eguaglierà i risultati conseguiti negli ultimi anni.

Continua a leggere »

marzo 17, 2012

BRICs: i colossi dell’economia mondiale.

Se fossero un azienda, i Paesi del BRICs, sarebbero il maggior azionista del mercato mondiale.

BRICS è un acronimo utilizzato in economia internazionale che riguarda le principali economie emergenti (Brasile, Russia, India, Cina e per ultimo Sud Africa) che sono probabilmente i futuri colossi dell’economia mondiale.

I mercati emergenti hanno continuato a crescere nel rallentamento economico rispetto ai mercati dei Paesi sviluppati.

Alo stato attuale i Paesi del BRICs rappresentano il 41% della popolazione mondiale e, dati del 2009, il 25% del suo PIL. Tutti insieme occupano circa il 26,5% delle terre emerse.

Il successo di questi paesi è associato con i mercati sviluppati in Europa, Nord America e Giappone, dove si fonda la più grande domanda di servizi e prodotti BRIC.

E’ di questi giorni la notizia secondo cui il colosso cinese, per mano della Cina Development Bank (CDB),
nel favorire l’internazionalizzazione della sua moneta,  renminbi  o yuan, intende concedere prestiti ai suoi partners del BRICs.