Posts tagged ‘beppe fioroni’

dicembre 14, 2012

Piccoli Scilipoti crescono.

Beppe Fioroni. 

Lo tsunami è in arrivo. E non solo nel Pdl. Perché se davvero Mario Monti farà quel salto in politica che molti, dopo la corale investitura da parte del Ppe, danno ormai per certo, il Pd non rimarrà a guardare.
La parola scissione torna ad aleggiare. E riguarda gli ex popolari che fanno riferimento a Beppe Fioroni, da giorni in piena ebollizione. Pronti a dire addio a Pier Luigi Bersani, non appena il Prof annuncerà il suo impegno.
EX DL: «UNA SCELTA OBBLIGATA». Perché se Monti scendesse in campo, con l’intenzione di creare un raggruppamento di moderati, per giunta benedetto dalla Chiesa e da molti movimenti cattolici, sarebbe complicato ignorarlo. Non si tratterebbe solo di scegliere tra un partito del 30% e uno di centro ma di piccole dimensioni, dal 5 al 10%. «La Cosa montiana», spiega a Lettera43.it un ex popolare, «sarà la nuova Dc. E noi fra un progetto del genere e un condominio con Vendola, non abbiamo scelta». Certo, si dice, se Bersani avesse fatta sua l’agenda Monti non saremmo a questo punto. «Purtroppo», continua l’onorevole, «ha preferito inseguire Fassina e Vendola».

febbraio 9, 2010

Umbria, vince Catiuscia Marini

 Le primarie del Pd in Umbria finiscono con la vittoria di katiuscia Marini, ma anche con il successo di quella parte del partito che l’ ha sostenuta, degli ex diessini, delle mozioni Bersani e Marino e di una parte di Area democratica. Il testa a testa è stato più serrato del previsto ma alla fine riesce a prevalere su Gianpiero Bocci, ex Margherita, candidato che ha sparigliato i giochi ma non è riuscito a capovolgere le previsioni. «Arrivare a questo punto in una Regione rossa, con una campagna tutta giocata con la testa al passato, è stato comunque un miracolo» dice Beppe Fioroni, primo sponsor di Bocci. La Marini dovrà vedersela ora con la candidata del Pdl, Fiammetta Modena e con la radicale Maria Antonietta Farina Coscioni. Si può dire che vince il rinnovamento nella continuità, visto che la Marini, 42 anni, è il delfino di Maria Rita Lorenzetti, presidente uscente che ha cercato fino alla fine di avere una deroga allo statuto del Pd per un terzo mandato. A dato ormai acquisito, Verini, deputato di area Veltroniana, commenta: «È importante che il candidato sia stato scelto da 53 mila elettori. ». La Marini si prepara a «cercare di estendere la coalizione» all’ Udc e stappa lo champagne: «Sembrava impossibile rimettere in sintonia il Pd con i suoi elettori».