Posts tagged ‘Atene’

ottobre 14, 2013

Atene: solidarietà e cooperazione fra cittadini (non c’è solo Alba Dorata)



Per fortuna ad Atene non c’è solo Alba Dorata. Lo dimostra almeno in parte il “2° Festival della solidarietà e della cooperazione economica” andato in scena questo fine settimana. Obiettivo della manifestazione è diffondere e sostenere un modo di resistere alla crisi che ormai coinvolge una significativa parte della popolaVisualizza altro

luglio 7, 2013

 

Grecia, al via le trivellazioni petrolifere: business milionario nello Ionio e a Creta

Nel giorno in cui quattromila agenti di polizia municipale per ‘accontentare’ la troika (lunedì si saprà se concederà la dose di agosto o meno) vengono assorbiti dalla Polizia di Stato, dal ministero dell’Ambiente e dell’Energia arriva l’annuncio di nuove trivellazioni petrolifere a Patrasso e in Epiro. Dopo vent’anni dal primo cenno di ‘presenza’ del prezioso idrocarburo nelle acque elleniche, solo oggi il governo decide che è arrivato il momento di uno sfruttamento commerciale di quei giacimenti. Nel golfo di Patrasso ricominciano le attività di esplorazione petrolifera, con il diritto di sfruttamento concesso ad un consorzio ad hoc costituito dal gruppo Petrolio greco, dai francese di Edison International e dagli irlandesi di Petroceltic. I depositi stimati ammontano a circa 200 milioni di barili. La regione di Ioannina ha inoltre concesso medesimi diritti al consorzio Energean Oil assieme ai canadesi di Petra Petroleum. Secondo l’annuncio del ministero, per ogni posto di lavoro diretto nel campo degli idrocarburi verranno prodotti 2,3 posti di lavoro nella complessiva area economica. Inoltre, per ogni euro di reddito nel settore degli idrocarburi, verrà generato reddito di euro 2.01 per i lavoratori in altri settori.

maggio 12, 2013

Gioventù bruciata, in Grecia il 64,2% è senza lavoro.

ATENE. Hai voglia a dire, come ha fatto ieri il ministro delle Finanze Yannis Stournaras, che «la Grecia è sulla buona strada» e che il 2014 (chissà perché è sempre l’anno che verrà, mai quello in corso) sarà l’anno della ripresa. Quando la disoccupazione giovanile raggiunge punte del 64,2% come in Grecia, vuol dire che una intera generazione è senza lavoro e, va da sé, senza futuro. E nel frattempo, in appena un anno, la disoccupazione complessiva è cresciuta del 6%. Cifre che lasciano poca speranza e toccano record che difficilmente saranno eguagliati. Secondo l’istituto nazionale di statistica Elstat, i senza lavoro in Grecia nel mese di febbraio del 2013 erano il 27%, rispetto al 21,9% dello stesso mese del 2012. I disoccupati sono aumentati del 22,8% rispetto a un anno fa e di 11.663 rispetto al mese di gennaio. Ma il dato più preoccupante riguarda i giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni, dove il tasso di disoccupazione – un anno fa al 54,1% – è crescituto di quasi dieci punti, arrivando al 64,2%. In cinque anni il tasso di disoccupazione giovanile è quasi triplicato. Nel 2008, infatti, era al 23%, mentre quella tra le persone tra i 25 e i 34 anni era all’11,2%. Stournaras ha detto che non ci saranno nuove misure di austerità, a patto, però, che «rispettiamo gli accordi internazionali».

febbraio 12, 2012

Atene, scontri davanti al Parlamento.

Almeno centomila manifestanti sono scesi in piazza oggi ad Atene e a Salonicco, seconda città della Grecia, contro il piano di salvataggio che il Parlamento é chiamato a varare in nottata. Lo stima la polizia. Circa 80 mila persone hanno manifestato nella capitale greca, e le restanti 20 mila a Salonicco. Fonti del ministero della Salute comunicano che sei persone sono rimaste ferite negli scontri con le forze dell’ordine in tenuta antisommossa ad Atene.

settembre 20, 2010

I camionisti assediano Atene.

Centinaia di camion, che assediano Atene per la rivolta dei trasportatori contro la liberalizzazione del settore, di nuovo bloccano da ieri una delle principali direttrici stradali che porta alla capitale, dopo che la polizia ha impedito loro di marciare sulla città.
La liberalizzazione prevede un abbassamento dei costi delle licenze e i camionisti si lamentano del fatto che la liberalizzazione danneggera’ gli attuali operatori, che hanno pagato fino 300 mila euro per ottenere una licenza.

La protesta sta causando forti perdite all’industria, secondo una fonte industriale: “Lo sciopero sta causando inestimabili danni in tutti i settori”.
Negli ultimi giorni il blocco delle autostrade si e’ intensificato e il sindacato dei camionisti ha minacciato una dimostrazione ad Atene per domani.
Gli autotrasportatori chiedono soprattutto l’estensione del periodo di transizione da tre a cinque anni.
Al rifiuto del governo, il presidente degli autotrasportatori Giorgio Tzortzatos ha dichiarato:
“Non abbiamo più nulla da perdere”

dicembre 6, 2009

Grecia: tremate ritornano le streghe.

Situazione esplosiva ad Atene, blindata da 12.000 agenti, dopo le decine di arresti, fra cui quelli di cinque italiani, in retate preventive in vista del primo anniversario, oggi, della morte del quindicenne Alexandros Grigoropoulos ucciso dalla polizia. Gli agenti hanno fermato in tutto 162 persone di cui 72, inclusi gli italiani, quattro uomini e una donna, saranno tradotti stamane davanti al giudice. Una parte dei fermi sono avvenuti ieri dopo un’irruzione in un centro sociale nel sobborgo ateniese di Keratsini, dove è stato occupata per protesta la sede del consiglio comunale, e sequestrato materiale per la costruzione di bombe molotov, mazze, una granata luminosa e maschere antigas.

Altri incidenti sono avvenuti nel quartiere anarchico di Exarchia dove gruppi di giovani hanno attaccato la polizia, al termine di una commemorazione per Grigoropoulos, assassinato da due agenti il 6 dicembre 2008. Le forze dell’ordine hanno compiuto numerosi fermi poi trasformati in alcuni arresti tra cui quelli di cinque italiani e tre albanesi. Nei giorni scorsi le autorità avevano annunciato l’arrivo in Grecia di oltre un centinaio di anarchici europei in vista delle dimostrazioni previste per domani e lunedì, che fanno temere il ripetersi dei gravi disordini che sconvolsero il paese nel dicembre dello scorso anno.

Una dura protesta contro “la nuova giunta” al potere è giunta dall’ex assessore comunale di Keratsini Dimitris Karakostas, mentre Antarsya, la sigla che raggruppa una decina di organizzazioni della sinistra radicale, ha chiesto la “liberazione immediata” degli arrestati denunciando “l’enorme ipocrisia del governo” che mentre invoca dimostrazioni pacifiche “sguinzaglia orde di agenti speciali per imporre uno stato di polizia senza precedenti”.

Mentre centinaia di scuole e facoltà universitarie sono occupate da venerdì per assemblee indette per ricordare l’uccisione dello studente, le autorità hanno blindato in misura senza precedenti la capitale temendo che oggi e domani le celebrazioni e dimostrazioni possano degenerare in incidenti violenti. Il ministro dell’ordine pubblico, Michalis Chrisochoidis ha ribadito dopo le retate che la polizia continuerà a “compiere il suo dovere di proteggere i cittadini” e non consentirà che “i vandali mettano di nuovo a sacco Atene”. la Grecia è solo l’inizio. Le streghe ritornano.