Posts tagged ‘: assunzioni’

luglio 16, 2013

Il decreto sull’occupazione giovanile non servirà a nulla.

cercare-lavoro

Tutti i limiti del decreto appena varato sull’occupazione giovanile. A scoraggiare le assunzioni non sono solo il costo del lavoro o il cuneo fiscale ma soprattutto le prospettive di vendita. E senza domanda aggiuntiva le imprese non creeranno occupazione aggiuntiva

di Sergio Bruno da Sblilanciamoci.info

Continua a leggere »

aprile 7, 2013

Lavoro, il ministero: oltre 1 milione di licenziamenti nel 2012. Più 13,9% rispetto all’anno prima.

Boom di licenziamenti. Nell’arco del 2012 hanno superato quota un milione (1.027.462), con un aumento del 13,9% rispetto al 2011 (quando sono stati 901.796). È quanto si evince dal sistema delle comunicazioni obbligatorie del ministero del Lavoro. Nel solo ultimo trimestre sono stati 329.259 in un aumento del 15,1% sullo stesso periodo 2011.

Nell’intero 2012 sono stati attivati circa 10,2 milioni di rapporti di lavoro a fronte di quasi 10,4 milioni cessati, nel complesso, tra dimissioni, pensionamenti, scadenze di contratti e licenziamenti. Gli esoneri registrati nel periodo riguardano sia quelli collettivi, sia quelli individuali (per giusta causa, per giustificato motivo oggettivo o soggettivo).

marzo 27, 2012

L’Ikea non ci sta!

“Gentile assessore, per sua etica professionale Ikea non rilascia informazioni a terzi in merito a candidati a opportunità occupazionali, e ragioni di privacy ci portano a comunicare solo ai diretti interessati il risultato delle selezioni”. Comincia così il testo di una lettera che l’Ikea di Chieti, dove si sta per aprire un nuovo punto vendita, ha inviato in risposta a un assessore regionale abruzzese, il quale, con la scusa di reperire informazioni sull’esito delle procedure di selezione, voleva in realtà raccomandare una bella lista di nomi “suoi”, fregandosene bellamente degli oltre trentamila curricula spediti all’azienda per 250 posti di lavoro. La direzione dell’Ikea ha quindi respinto al mittente il tentativo di condizionare le procedure, dimostrandosi attenta al merito e alle competenze più di quanto non lo fosse il politico in questione, il cui nome per ora non è stato reso pubblico. Insomma, persino una multinazionale disprezza i metodi scorretti con cui la casta, alimentando a dismisura il clientelismo, ha fatto la sua fortuna in Italia: l’eterna raccomandazione.

dicembre 30, 2011

Assunzioni.