Posts tagged ‘associazioni ambientaliste’

ottobre 31, 2013

L’eolico non disturba e non fa male come le centrali a carbone.

Scritto da Marina Perotta – martedì 29 ottobre 2013

In Svizzera scoprono che l’eolico non è così fastidioso mentre in Italia 13 associazioni ambientaliste si scagliano contro gli incentivi alle rinnovabili con l’energia del vento. Ma non una parola contro le centrali a carbone Continua…

ottobre 29, 2013

L’eolico non disturba e non fa male come le centrali a carbone

Scritto da Marina Perotta – martedì 29 ottobre 2013

L’eolico non disturba e non fa male come le centrali a carbone

In Svizzera scoprono che l’eolico non è così fastidioso mentre in Italia 13 associazioni ambientaliste si scagliano contro gli incentivi alle rinnovabili con l’energia del vento. Ma non una parola contro le centrali a carbone Continua…

giugno 15, 2013

Ogm, la Monsanto rinuncia all’Europa e dagli Usa allarme frumento contaminato.


La multinazionale delle biotecnologie non farà più attività di lobbying sui Paesi Ue per le sue sementi. Allarme dagli Stati Uniti: in Oregon un agricoltore ha scoperto nei suoi campi la presenza di frumento ogm mai autorizzato. Greenpeace: “Fare più controlli”

È UNA VITTORIA per le associazioni ambientaliste e per chiVisualizza altro

giugno 1, 2011

Nucleare: si vota!

un si per fermare il nucleare

La Cassazione lo ha appena deciso: il referendum sul nucleare è regolare e si vota il 12 e 13 giugno. A nulla è valso il decreto omnibus, poi ratificato in legge approvata la scorsa settimana dal presidente Napolitano, per provare a estrapolare il quesito sul ritorno delle centrali nucleari in Italia e far cadere una delle domande più importanti di questa tornata referendaria che include i quesito sulla privatizzazione dell’acqua e sul legittimo impedimento.

Tra le prime reazioni ricevute c’è quella di Alfonso Fimiani presidente dei Circoli per l’Ambiente e del gruppo degli astensionisti che nella sua nota alla stampa scrive:

Non esito a definire shockante la decisione della Cassazione: di fatto gli Italiani sono chiamati a pronunciarsi per abrogare una disciplina normativa che non esiste più perché consapevolmente cancellata da Camera e Senato. Proporrei, a questo punto, di votare l’anno prossimo per abrogare la pena di morte in Italia. È stata già abrogata? Melius adbundare quam deficere!

Naturalmente di parere diametralmente opposto le 80 associazioni che si riuniscono sotto il Comitato Fermiamo il nucleare che scrivono:

Oggi ha vinto lo spirito democratico e referendario, hanno vinto gli italiani, che potranno esprimersi e cacciare definitivamente lo spettro del nucleare dall’Italia. Domenica prossima tutti al voto contro il nucleare e per l’acqua pubblica.

Mag 3, 2011

7 maggio 2011: decine di associazioni ed enti pubblici contro il petrolio off shore

7 maggio 2011: decine di associazioni ed enti pubblici contro il petrolio off shoreUn numero incredibile di associazioni (ambientaliste e non) e di enti pubblici italiani si sono dati appuntamento per sabato 7 maggio a Termoli, in provincia di Campobasso, per dire no al petrolio e al gas off shore.

L’ultimo di una lunga serie di motivi che ha spinto gli organizzatori a ritrovarsi a Termoli è stata l’autorizzazione concessa dal ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, a cercare petrolio e gas off shore a due passi dalle isole Tremiti, nel basso Adriatico.

Le ricerche di idrocarburi, in una prima fase, consistono nell’utilizzo dell’”airgun”: un cannone che spara aria compressa verso il fondo del mare, cattura l’eco (un po’ come fanno i delfini o le balene), e ipotizza la presenza di petrolio o gas nel sottosuolo. Poi si passa a trivellare dove è probabile che ci sia l’oro nero.

L’airgun è una tecnica estremamente controversa: gli stessi petrolieri ammettono che ha un impatto negativo sulla pesca perché spaventa i pesci mentre non è chiaro se sia da annoverare tra le cause degli spiaggiamenti dei cetacei.

Dopo il salto la lunghissima lista di associazioni ed enti pubblici che partecipano alla manifestazione contro il petrolio off shore del 7 maggio.