Posts tagged ‘ASCO’

giugno 6, 2011

Glioblastoma: nuove speranze arrivano da un vaccino.

Nuove speranze arrivano da un contro una forma di grave al , il , messo a punto dalla University of California: il , prodotto utilizzando cellule degli stessi malati, si e’ infatti dimostrato efficace raddoppiando ed in alcuni casi triplicando (da 3-5 mesi a 11 mesi) la sopravvivenza di pazienti colpiti da recidivo.

Lo studio e’ stato presentato al Congresso della Societa’ americana di oncologia clinica () in corso a Chicago. ”I risultati sono molto positivi per i pazienti colpiti da questa forma di cancro al – ha affermato il ricercatore coordinatore dello studio, Andrew Sloan – e questo e’ una delle poche immunoterapie per pazienti con recidive di . Questi risultati incoraggianti aprono ora la strada alla successiva fase 3 di sperimentazione”. Per determinare il si isola una particolare proteina che fa parte del sistema immunitario del paziente. La proteina estratta dal dello stesso malato vi

giugno 3, 2011

Tumori: inizio lavori congresso ASCO: 6 milioni destinati alla ricerca.

Oltre sei milioni di dollari da destinare a ricercatori ‘promettenti’, per dare nuovo ‘ossigeno’ alla ricerca per la lotta al . Si apre con questo gesto concreto il 47/mo dell’Associazione americana di () che, da domani al 7 giugno, riunira’ a Chicago oltre 30.000 esperti provenienti da tutto il mondo per fare il punto sulle novita’ nella ricerca oncologica.

Al , il maggior appuntamento mondiale per il settore, parteciperanno anche vari esperti italiani, con studi e pubblicazioni che verranno discussi in sede congressuale. Ma il messaggio di apertura dell’ ‘numero 47′ e’ anche volto all’importanza della ricerca e alla necessita’ di aumentare i finanziamenti per evitare uno ‘stop’ nei progressi finora ottenuti. Per questo, la ‘Conquer Cancer Foundation’ dell’ supportera’ con 6 milioni di dollari in premi e borse per il 2011 i progetti di ricerca piu’ promettenti.

giugno 10, 2010

Diagnosi di tumore da analisi del sangue: ottimi i primi risultati.

Stanno dando risultati positivi i primi test che permettono di fare la diagnosi di un tumore semplicemente con l’analisi del sangue. I dati preliminari, sui tumori di seno e prostata, sono stati presentati nel congresso della Societa’ Americana di Oncologia Clinica (Asco) in corso a Chicago.
I test, messi a punto dall’azienda californiana Chronix Biomedical, riescono a riconoscere il tumore ad uno stadio precoce e si basano sulla possibilita’ di identificare delle ”etichette molecolari” tipiche dei tumori sui frammenti di Dna rilasciati nel flusso sanguigno da cellule danneggiate o morenti.(http://www.liquidarea.com/)

giugno 6, 2010

Melanomi: nuova terapia in Italia raddoppia sopravvivenza.

Nuove speranze per la cura del melanoma maligno che solo in Italia colpisce 6.000 persone ogni anno e ne uccide circa 1.500, con un’eta’ media che si sta pericolosamente abbassando fino ai 25 anni. Dopo oltre trent’anni di “vuoto” sul piano delle nuove terapie, dal congresso Asco a Chicago, il massimo appuntamento mondiale di oncologia, arrivano notizie incoraggianti per un nuovo modo di combattere il melanoma, l’immunoterapia. L’anticorpo monoclonale Ipilimumab ha dimostrato per la prima volta di riuscire quasi a raddoppiare la sopravvivenza mediana dei pazienti con melanoma avanzato, da 6,4 mesi a 10,1. Tanto che, se fino a ieri appena il 25 per cento dei pazienti sopravviveva a un anno, con il nuovo farmaco la percentuale sale al 46 per cento, con il 24 che arriva ai due anni.
Dati i risultati della sperimentazione, dal congresso Asco arriva un annuncio importante: da oggi in Italia si puo’ richiedere il farmaco per uso compassionevole con indicazione per melanoma avanzato. Ogni anno sono 1.500 i possibili pazienti. “Si tratta di risultati rivoluzionari – spiega Paolo Ascierto, direttore Oncologia all’Istituto Pascale di Napoli – perche’ per 30 anni non c’erano novita’ significative sul melanoma, ma anche perche’ il meccanismo che fa funzionare cosi’ bene Ipilumumab puo’ essere replicato anche per altri tipi di tumore, su cui stiamo avviando sperimentazioni”.(http://www.liquidarea.com/)