Posts tagged ‘Arcigay’

settembre 15, 2011

D’ALEMA: UN GRAN PEZZO DI MERDA.

il 9 settembre, Massimo D’Alemaviene intervistato a Ostia  alla Festa Democratica. Afferma che il matrimonio “come è previsto dalla Costituzione del nostro Paese, se non la si cambia, è l’unione tra persone di sesso diverso finalizzata alla procreazione. Tra l’uomo e la donna, questo dice la Costituzione”. Parole tanto chiare e lapalissiane da non meritare ulteriori commenti. L’esternazione ha l’effetto di una compressa di Idrolitina in una bottiglia aperta. Insorge il Presidente di Arcigay Paolo Patanè, il quale in questi casi è sempre prodigo di dichiarazioni, desideroso di dare voce al disagio di chi si è sentito offeso da quelle parole: “Affermazioni talmente rozze da risultare incredibili. Intanto [D’Alema, ndr] finge di dimenticare che non esiste nessuna relazione tra matrimonio e procreazione. Poi, confonde tra matrimonio civile e matrimonio religioso. E infine riesce persino a dimenticare la sentenza della Corte costituzionale 138 del 2010, che parifica i diritti delle coppie conviventi dello stesso sesso a quelli delle coppie coniugate eterosessuali”. Ma non basta. A rincarare la dose e a bacchettare D’Alema è intervenuto anche il capogruppo del Partito Democratico al Comune a Bologna, Sergio Lo Giudice, anche lui strenuo difensore dei diritti degli omosessuali e fresco di matrimonio con il compagno (celebrato però a Oslo). In un comunicato diffuso in rete, infatti, dice: “È difficile per un politico di lungo corso come lei mettere insieme una simile serie di errori e castronerie una inanellata all’altra”.

Massimo! ma vaaffanculo!

giugno 25, 2011

Povero Giovannardi.

Lo Stato di New York e’ da oggi il sesto Stato americano in cui una coppia omosessuale ha il diritto di sposarsi. Il Senato statale ha infatti approvato nella notte con maggioranza bipartisan il Marriage Equality Act,un provvedimento proposto dal governatore, Andrew Cuomo, che riconosce alle coppie omosessuali il diritto di contrarre matrimonio come ogni altra coppia nello Stato di New York. Il provvedimento e’ passato con 33 voti a favore (tra cui quelli di quattro repubblicani), e 29 voti contrari (tra cui quelli di un democratico). Il provvedimento, già approvato dalla Camera, è stato subito promulgato dal governatore Cuomo, che ha gia’ firmato la legge. Da oggi devono passare 30 giorni prima che la nuova legge entri in vigore. Cio’ significa che a New York le coppie gay potranno sposarsi a partire dalla fine di luglio.

dicembre 24, 2009

Sindaco lesbica per Houston

Annise Parker, 53 anni, democratica e gay, è il nuovo sindaco di Houston, la quarta città degli Stati Uniti e la più importante di uno stato tradizionalmente conservatore, il Texas. Parker ha battuto in ballottaggio il democratico afroamericano Gene Locke. Secondo il giornale Houston Cronicle, Parker non è solo la prima lesbica sindaco di Houston, ma anche la prima da decenni ad aver battuto il candidato dell’establishment finanziario locale. Gli avellinesi, pur mettendocela tutta, sono riusciti ad eleggere solo uno stronzo.

novembre 7, 2009

Evviva la coerenza

Confesso che non sono molto aggiornato sui vari passaggi che alcuni politici hanno fatto nel corso degli ultimi tempi. Forse per questo non mi ero reso conto che mentre io e molti compagni ci arrovelliamo come lasciare il PSI per approdare in Sinistra e Libertà, Franco Grillini approda ad Italia dei Valori. La mia sorpresa è stata ancora più grande quando ho scoperto che mentre io pensavo che stava ancora con noi socialisti, il presidente onorario dell’Arcigay Franco Grillini si era già fatto un passaggio nel PD. Alla faccia della coerenza. Grillini ha motivato la sua scelta affermando: «Inseguo uno spazio politico per i diritti civili, da un pezzo riflettevo sull’Idv, perché non potevo stare nel partito in cui c’è la Binetti». Più d’uno sospetta che l’ex deputato dei ds voglia trovare una casa per ricandidarsi alle prossime politiche: «Da deputato ho fatto bene, ma non chiedo niente»per ora!