Posts tagged ‘aorta’

marzo 3, 2013

Malattie cardiache in età pediatrica: le neomamme in sovrappeso predispongono i nascituri.

I messi al mondo da o in sovrappeso mostrano gia’ i primi segni di una maggiore propensione alle cardiache.malattie cardiache 300x225 Malattie cardiache in età pediatrica: le neomamme in sovrappeso predispongono i nascituri In particolare, i bebe’ di oversize rivelano un ispessimento delle pareti delle arterie sin dalla nascita. La scoperta arriva da un nuovo studio condotto da Michael Skilton del Boden Institute of Obesity, Nutrition, Exercise & Eating Disorders dell’Universita’ di Sydney, in Australia. La ricerca ha dimostrato che le pareti della piu’ grande del – l’ – sono piu’ spesse nei nati da .

L’indagine e’ stata pubblicata su Fetal and Neonatal Edition of Archives of Disease of Childhood. L’ispessimento delle arterie e’ un segno predittore delle cardiache e nella ricerca australiana e’ risultato indipendente dal peso dei alla nascita, un noto fattore di rischio per lo sviluppo di al cuore e di . Lo studio ha coinvolto 23 di trentacinque anni di eta’ media dalla sedicesima settimana di gravidanza in poi. I ricercatori hanno definito come o in sovrappeso le con un indice di massa corporeo superiore a 25kg/m2. Dalle scansioni dell’ addominale dei e’ emerso che i bebe’ nati dalle con indice di massa corporeo superiore agli standard del peso forma presentano gia’ segni evidenti di arterosclerosi e ispessimento dell’ principale del .

aprile 10, 2011

Placche aterosclerotiche che sviluppano in poco tempo.

In poco tempo lo sviluppo delle

 

Il risultato è stato ottenuto con un’ingegnosa tecnica di datazione al carbonio 14, che ha consentito di datare le lesioni

 

 

Le si formano in un tempo abbastanza breve, di 3-5 anni, e in una fase tardiva dell’esistenza: è quanto affermano in un articolo pubblicato sulla rivista PLoS ONE i ricercatori del Karolinska Institutet, in Svezia.

Il risultato è stato ottenuto con un’ingegnosa tecnica di datazione al carbonio 14, utilizzato da molto tempo in archeologia e in geologia, andando a cercare i residui di questo isotopo presenti in atmosfera, la cui abbondanza è cresciuta rapidamente in seguito ai test atomici a terra eseguiti negli anni Cinquanta e Sessanta per poi diminuire in modo graduale. Ora proprio questo fenomeno può essere sfruttato per determinare quando è stato sintetizzato un tessuto biologico, anche in epoca relativamente recente.