Posts tagged ‘Antonio Ingroia’

aprile 27, 2020

QUANDO MUORE UN GRANDE AMICO….

L'immagine può contenere: 2 persone, meme e testo
Antonio Ingroia

 UN GRANDE UOMO, UN GRANDE GIORNALISTA.
Nelle prime ore del mattino di oggi è morto Giulietto Chiesa, un grande uomo e un grande giornalista, che per me è stato soprattutto un amico sincero e un compagno di lotte politiche e civili appassionato.
Quando muore improvvisamente un tuo amico vero e sincero come lui è come se una parte di te morisse con lui. E’ il caso di Giulietto, che, da grande giornalista di vecchio stampo qual era, aveva una qualità non tanto diffusa fra i suoi colleghi. Era sincero, franco e schietto, pronto a battersi per le sue idee senza ipocrisie e questo gli avevo provocato inimicizie e ostilità. D’altronde, il suo essere sempre “fuori dal coro” e dalla parte della verità, ma anche pronto a sollevare dubbi sulle verità consacrate, suscitava stima e rispetto perfino nei suoi avversari, mentre era amato e apprezzato da tanti suoi lettori e sostenitori.
A me piace anche ricordare la breve avventura politica che abbiamo creato e vissuto insieme con la Mossa del Cavallo e poi con la Lista del Popolo per la Costituzione, esperienza elettoralmente non fortunata soprattutto perché il progetto politico era troppo “avanzato” per l’Italia del 2018. L’idea era stata soprattutto sua, perché Giulietto aveva una grande qualità: aveva visione del mondo. Sapeva guardare lontano laddove la miopia corrente dei nostri tempi non arriva. E questo lo faceva percepire come un uomo “fuori dal tempo” perché troppo “avanti”, come sempre accade ai grandi uomini.
Oggi è giusto ricordarlo per la sua storia di grande giornalista, scrittore e intellettuale, mentre i superficiali ricorderanno solo il Giulietto polemista, spesso acceso, dimenticando che ciò che lo accendeva era soprattutto la passione per la verità per la quale si batteva sempre e a tutti i costi.
Oggi è il giorno del dolore per la sua perdita perché senza una figura come Giulietto siamo tutti più soli.
Da domani devono cominciare i giorni del ricordo perché si faccia tesoro della lezione, umana, professionale e politica che Giulietto ci ha lasciato.
Ciao, Giulietto, non ti dimenticheremo.
Antonio Ingroia

febbraio 26, 2013

Tutta colpa di Crozza.

Gianfranco Mascia, candidato di Rivoluzione Civile alle regionali in Lazio, spiega così il disastroso risultato elettorale del suo partito, guidato dall’ex pm Antonio Ingroia. Dal Corriere della Sera.

 

febbraio 24, 2013

Al museo Lombroso di Torino.

febbraio 21, 2013

Grillo in testa, Bersani solo quarto. Speriamo che non sia vero.

Il sorpasso c’è stato domenica sera. Ma non quello di Berlusconi su Bersani. Quello di Beppe Grillo su tutti gli altri candidati. Nel quartier generale di Tiscali, a Cagliari, dove hanno effettuato la misurazione –
grazie al motore di ricerca iStella e in collaborazione con gli analisti spagnoli di Websays -, guardano quella classifica con incredulità (per non parlare della preoccupazione sincera del fondatore della azienda, Renato Soru, che non ha mai nascosto di essere un sostenitore di Pierluigi Bersani).

La classifica dice questo: Grillo 28 per cento virgola qualcosa; Berlusconi 22; Monti 18; Bersani 16; Giannino 9 e Ingroia 4. Non è un sondaggio: è uno dei più sofisticati sistemi di ascolto e interpretazione della rete, il Netsentiment. Misura la popolarità di un candidato non solo sui social network, e quindi su Twitter, Facebook e simili, ma sull’intero web italiano, ovvero prende in esame anche tutti i blog, i forum e i siti di news, commenti compresi. Complessivamente Netsentiment analizza circa 600 mila post ogni sette giorni. Ed è vero che la popolarità di un candidato in rete non comporta il fatto che poi questo sarà votato, ma è l’andamento della campagna elettorale a far preoccupare chi ha a cuore le sorti del centrosinistra.

http://www.huffingtonpost.it/riccardo-luna/sorpasso-nella-rete-grillo-in-testa-bersani-solo-quarto_b_2723572.html?utm_hp_ref=italy

dicembre 22, 2012

Elezioni, Ingroia “a disposizione”. Ma a Di Pietro e a gli altri dice: “Fatevi da parte”

Il magistrato non ufficializza la propria candidatura ma fa capire di essere ormai coinvolto in prima persona nella campagna elettorale: “Stiamo costruendo un nuovo polo, l’unico alternativo a Berlusconi e Monti”. E rivolgendosi ai politici in sala dice: “Credo che dobbiate fare un passo indietro”

Elezioni, Ingroia “a disposizione”. Ma a Di Pietro e a gli altri dice: “Fatevi da parte”

”Ingroia si candida o non si candida? Per avere questa risposta dovrete ancora aspettare”: prova a prendere tempo, a creare suspense, Antonio Ingroia all’inzio della manifestazione organizzata in suo onore a Roma. Ma tutti sanno che la sua candidatura è ormai prossima. Si aspetta solo l’ufficialità. ”Sono qui – prova ancora a smarcarsi – per la Costituzione italiana”. Ma con il passare dei minuti si svela: “Noi stiamo costruendo un nuovo polo che non è né terzo né quarto perché non siamo secondi a nessuno. Questo è l’unico, vero polo alternativo al berlusconismo e al montismo”. E poco dopo precisa “Io ci sto, mi metto a disposizione del progetto. Sono pronto a metterci la faccia ma dipende anche da voi e dal vostro impegno”.