Posts tagged ‘antimafia’

marzo 9, 2014

Placido Rizzotto

   Corleone, 1948. Aveva 34 anni. Il sindacalista comunista Placido Rizzotto scompare misteriosamente nella notte del 10 marzo. Il giovane Placido Rizzotto, da bambino ha assistito all’arresto da parte dei carabinieri del padre, ingiustamente accusato di associazione a delinquere; durante la seconda Guerra Mondiale si trovava con l’esercito nel Nord Italia e dopo l ‘8 settembre dei 1943 scelse di unirsi ai partigiani, testimone impotente di alcuni eccidi scampato alla violenza della guerra, torna nella sua terra natale alla fine della seconda guerra mondiale. L’aver partecipato alla Resistenza aveva profondamente cambiato Placido Rizzotto, non poteva accettare la realtà corleonese fatta da pochi padroni terrieri, dei loro servi mafiosi e di moltissimi contadini in miseria, in una Corleone del dopoguerra ancora inevitabilmente regolata dall’incontrastabile legge del potere mafioso. Negli anni della guerra ha maturato una forte coscienza sociale e non può guardare inerte le ingiustizie che stanno accadendo nella sua comunità né tollerare l’appropriazione delle terre da parte della mafia e l’assunzione dei lavoratori per motivi esclusivamente nepotistici. Diviene sindacalista e cerca di organizzare i lavoratori per spingerli a vincere la paura e a resistere alle tirannie. Li spinge a occupare le terre e a distribuire a famiglie di contadini onesti quelle tenute incolte dalla mafia. La mafia non tarda a reagire, intimidisce i suoi compagni e lo isola in ogni modo.

http://www.reti-invisibili.net/placidorizzotto/

ottobre 23, 2013

Qui si lavora, mica micio micio.

I

Il nuovo presidente della Commissione Antimafia, Rosi Bindi, è gia al lavoro per sconfiggere la criminalità organizzata.

ottobre 23, 2013

L’elezione della Bindi preocupa Letta.

L’elezione della Bindi dimostra che un’altra maggioranza è possibile

Pare che i più preoccupati per l’elezione di Rosy Bindi alla presidenza della Commissione Antimafia siano proprio loro: Letta & Alfano, i due garanti del governo di larghe intese. Li capisco. Quanto avvenuto dimostra che in questo Parlamento un’altra maggioranza è possibile. Basta volerlo e tenere duro. Era già avvenuto con la nomina di Boldrini e Grasso alla presidenza delle due Camere; si poteva farlo per il Quirinale; si può ancora perseguire il medesimo obiettivo, nell’interesse del paese, anche per il governo.

Mag 18, 2012

Buon compleanno Giovanni.

Buon compleanno Giovanni Falcone(18 Maggio 1939 – 23 Maggio 1992)- Continua la serie dei nostri santi laici.

giugno 21, 2011

Italia Paese dell’antimafia.

Il procuratore della repubblica di Torino Giancarlo Caselli interviene sulla lotta alla criminalità organizzata

Giancarlo Caselli, il procuratore generale della procura di Torino, parla con il più diffuso quotidiano austriaco, Krone Zeitung, di mafia, delle più recenti operazioni contro la ‘ndrangheta e di come combattere la criminalità organizzata. L’occasione dell’intervista è una visita di Caselli a Vienna per una discussione internazionale sulla corruzione.

aprile 2, 2011

Nucleare: l’ombra della ‘ndrangheta nello smaltimento delle scorie.

Da qualche giorno, il governo italiano ha approvato una moratoria di un anno sul ritorno al nucleare ma rimane ancora in sospeso lanucleare siti 300x210 Nucleare: lombra della ndrangheta nello smaltimento delle scorie questione di dove collocare il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi del passato: il decreto legislativo di moratoria infatti non comprende quelle di un sito di stoccaggio, da individuare secondo le norme Ue entro il 2015. Stoccaggio “definitivo” (fino a un milione di anni per i materiali a più forte radioattività) secondo la Commissione Europea significa depositare le scorie in depositi sotterranei a oltre 300 metri di profondità, in aree che abbiano alcune precise caratteristiche geologiche.

Un anno fa il giornalista Gianni Lannes, ha dichiarato di aver condotto un’inchiesta proprio sulla dubbia affidabilità di una società che si chiama Ecoge e ha sede a Genova, ma tale inchiesta non ha finora trovato spazio sulle principali testate nazionali. E proprio in questi giorni, anche la consigliera della Federazione della sinistra, Monica Donini, in un’interrogazione presentata alla giunta regionale dell’Emilia Romagna chiede di garantire “trasparenza e legalita’” nelle operazioni adottate da Sogin di dismissione della centrale elettronucleare di Caorso in provincia di Piacenza. In particolare, chiede chiarezza sui rapporti tra Sogin e una societa’ con sede a Genova, che riferisce la stessa Donini “secondo rapporti redatti dalla direzione antimafia dal 2002″, sarebbe “organica alla ‘ndrangheta”.

gennaio 6, 2010

ancora cento passi

Radio 100 passi – Peppino Impastato inizia a trasmettere.Martedì 5 gennaio inizieranno le trasmissioni da CASA MEMORIA a Cinisi.

La data scelta per la partenza NON E’ casuale, è infatti il giorno della nascita di PEPPINO Impastato. E’ per far fede allo slogan che gridammo al suo funerale: “Peppino e vivo e lotta insieme a noi” che lo festeggeremo sempre il giorno del suo compleanno.
Basta con le lacrime!!! Basta con le commemorazioni dei caduti della mafia nel giorno del loro assassinio, prassi storicamente usata per commemorare i santi nel giorno del loro martirio.
I nostri martiri vogliamo ricordarli CON GIOIA perché siamo contenti che siano ESISTITI. Per questo RADIO 100 PASSI dedicherà volta per volta la giornata di trasmissione alle vittime della mafia il giorno del loro compleanno. Il 5 gennaio 2010 Peppino compie (VOLUTAMENTE non c’è scritto: avrebbe compiuto”) 62 anni………

Vi invitiamo il 5 gennaio a stringerci attorno a questo GRANDE sogno che si realizza!
Ringraziamo e siamo vicini a Danilo Sulis che ha fatto sì che questo avvenisse…. Grazie di cuore!
Siete la nostra speranza!

Info e frequenze: radio100passi.net