Posts tagged ‘Angelo Sigona’

novembre 8, 2009

Volevano solo trecento lire in più.

avolaIl 25 novembre 1968 32.000 lavoratori agricoli abbandonarono i giardini di Avola, incrociando le braccia per avere il riconoscimento di un aumento sulla paga e per ottenere il riconoscimento della parità di trattamento salariale tra addetti ad uno stesso lavoro  in due zone diverse di una stessa provincia. Stiamo parlando di gabbie salariali, che all’epoca erano in vigore non tra la Sicilia e Milano, ma tra Avola e Lentini. I proprietari terrieri rifiutarono il confronto scatenando la reazione non solo degli operai ma di tutti i sindaci dei paesi interessati di  ogni colore politico con in testa il sindaco socialista di Avola Danaro, che rifiuta l’ordine del Prefetto di Siracusa di rimuovere  i blocchi stradali e dichiara “indosserò la fascia tricolore e andrò a unirmi agli scioperanti per presentarmi ala polizia e intimarle di abbandonare il paese.”Il lunedì successivo arrivano da Siracusa novanta agenti per rimuovere i blocchi stradali. Alla reazione dei manifestanti corrisponde una violentissima carica della polizia che armi alla mano spara sulla folla inerme. Lunedì due dicembre 1968 restano a terra, crivellati da due chili di piombo, Giuseppe Scibilia e Angelo Sigona. Altri quattro braccianti sono in fin di vita. Il segretario regionale del PSI Lauricella, la Uil siciliana i socialisti della CGIL siciliana telegrafano al partito per esigere come condizione irrinunciabile della partecipazione socialista a una nuova coalizione di centrosinistra, l’immediato  disarmo della polizia.