Posts tagged ‘angelo bonelli’

novembre 26, 2012

Continua la tragedia di Taranto.

L’operazione della Guardia di Finanza che si sta svolgendo in queste ore in tutta Italia è stata chiamata Ambiente svenduto e ha portato al momento all’arresto di 7 persone con l’accusa di associazione a delinquere, concussione e disastro ambientale coinvolte con diversi gradi di responsabilità in merito all’inquinamento a Taranto e generato dall’Ilva .

Come riporta sulla sua pagina Fb Angelo Bonelli presidente dei Verdi ecco i nomi:

Tre arresti in carcere, quattro ai domiciliari. Avvisi di garanzia per il presidente dell’Ilva Bruno Ferrante e per il direttore dell’Ilva di Taranto Adolfo Buffo. Associazione a delinquere finalizzata a commettere più delitti contro la pubblica incolumità nonchè delitti contro la pubblica amministrazione. Corruzione in atti giudiziari, concussione. Finiscono in carcere l’ex direttore dello stabilimento di Taranto, Luigi Capogrosso, e l’ex responsabile delle relazioni esterne Girolamo Archinà. Fabio Riva, già vicepresidente e amministratore delegato dell’Ilva, è latitante. Nuova misura cautelare agli arresti domiciliari per il patron Emilio Riva, per il consulente Lorenzo Liberti, per l’ex assessore provinciale all’ambiente del Pd, Michele Conserva e per un rappresentante della Promed Engineering di Taranto. Gli uomini della Finanza stanno eseguendo questa mattina il sequestro preventivo dei prodotti finiti e/o semilavorati destinati alla vendita ovvero al trasferimento in altri stabilimenti del gruppo.
La tesi della magistratura di Taranto è che nonostante il sequestro degli impianti del 24 luglio scorso, l’Ilva continua a produrre acciaio inquinando. Dunque, l’acciaio è il prodotto dei reati contestati.

Posta sotto sequestro, come riferisce Pubblico, anche la produzione degli ultimi 4 mesi e che non potrà essere venduta essendo stata prodotta in un impianto non a norma. Lo stop posto alla produzione diventa così definitivo.

Continua a leggere: All’Ilva 7 nuovi arresti e sequestro della produzione degli ultimi 4 mesi

giugno 23, 2012

La conferenza di Rio è una bufala.

Angelo Bonelli presidente della Federazione dei Verdi è a Rio per la Conferenza che si chiude tra poche ore. Dal suo blog evidenzia quanto questa plenaria sia usata come strumento per fare business e per questo ha rivelato il suo fallimento:

Non si spiega altrimenti l’invadente presenza delle multinazionali del petrolio, in cerca di green washing come Eni o della vendita di armi come Finmeccanica oppure di H-Stern che commercia in diamanti.

La presenza di Eni a Rio+20 è effettivamente un tantino stonata? lo vogliamo dire? Ma evidentemente è stonata per noi e non per il presidente del Brasile Dilma Rousseff che necessità di contatti potenti per sostenere la crescita economica del suo paese. Ma Bonelli scrive:

Quello dell’Eni alla Conferenza di Rio+20 è un green washing vergognoso. Mentre in Brasile l’Eni promuove iniziative sulla sostenibilità ambientale e dedica un numero speciale della sua rivista ‘Oil’ (solo il nome è già un programma) alla conferenza dell’Onu in Italia fa pressione per ridurre il limite di sicurezza per le trivellazioni sotto le 12 miglia e vorrebbe riempire i mari di trivelle. Quella dell’Eni è un comportamento ipocrita e che serve solo per una ipocrita campagna di comunicazione.

marzo 9, 2012

La riscossa dei Verdi: Angelo Bonelli si candida a Sindaco di Taranto

Che qualcosa sarebbe dovuto accadere a Taranto dopo l’incendio all’Ilva, le maxiperizie e la revisione della VIA, era chiaro: dunque la risposta arriva attraverso l’impegno dei comitati cittadini che hanno chiesto a Angelo Bonelli di scendere in campo per la poltrona di primo cittadino. Bonelli è il presidente della Federazione dei Verdi e sta lavorando duramente dal 2008 alla ricostruzione di quel che è restato del movimento ecologista in Italia.

Le amministrative nella città dei due Mari inizieranno a maggio e sicuramente si sconterà nelle preferenze con il sindaco uscente Ippazio Stefàno che si ricandida. Il programma di Bonelli sarà presentato tra una decina di giorni e ha anticipato che punterà a una nuova economia per ricostruire e sanare l’ambiente di Taranto. Non so onestamente come l’ha presa Vendola perché non ha espresso in merito ancora alcun parere.

Ha detto Bonelli nel suo discorso di accettazione:

Dobbiamo avere la cognizione di essere un cambiamento storico. Non possiamo subordinare il nostro destino a coloro che non hanno fatto nulla per cambiare lo statusl quo. Essendo io Presidente di un partito a 10 mesi dalle elezioni potevo fare una scelta diversa. In questa grande sfida penso che la politica quella con la P maiuscola è per servire il territorio. Non sono nato a Taranto ma davanti a certe situazioni siamo tutti tarantini.

agosto 29, 2010

Lezioni di socialismo dalla FGS.

La Federazione dei Giovani Socialisti (FGS),dopo aver aderito all’appello per impedire la lapidazione di Sakineh Mohammadi Ashtiani, sarà presente al presidio promosso dai Verdi Italiani, previsto per giovedì 2 settembre,alle ora 16, davanti la sede dell’ambasciata iraniana a Roma.”Ancora una volta ci troviamo dinnanzi ad una violazione dei diritti dell’uomo”, ha dichiarato Luigi Iorio, Segretario dei Giovani Socialisti, che plaude all’iniziativa del 2 settembre,ed all’appello lanciato da Angelo Bonelli, leader dei verdi italiani, a tutti i partiti, associazioni e movimenti nel partecipare al presidio sotto l’ambasciata iraniana.Temi sensibili come questo, – coclude Iorio – non hanno colore politico e devono essere sostenute bipartisan,dalle forze politiche e sociali del paese

marzo 23, 2010

Veneto, Giancarlo Galan pronto a trovare un sito idoneo per una centrale nucleare

 

Giancarlo Galan pronto a ospitare in Veneto una centrale nucleare Mentre il Governatore in pectore del Veneto, l’attuale Ministro all’agricoltura Luca Zaia dice che non ci saranno centrali nucleari in Veneto, Giancarlo Galan attuale Governatore, nonché probabile futuro Ministro per l’Agricoltura (almeno questo è quanto promesso dal premier Berlusconi) , come riferisce Il giornale di Vicenza, spiega che:Ho sempre detto che sono pronto a studiare insieme ai tecnici l’eventualità di reperire un sito nucleare. Non sono contrario al nucleare e nessuno dovrebbe essere contrario in principio, per motivazioni ideologiche. Considero un errore quanto successo 25 anni fa.

La dichiarazione è stata fatta durante l’inaugurazione della centrale a carbone di Porto Tolle.

Secondo Angelo Bonelli, Presidente dei Verdi a Chioggia, in provincia di Venezia, sarebbe stato localizzato uno dei siti risultati idonei per la costruzione di una centrale nucleare e di ciò, riferisce Greenpeace, ne sarebbe informato anche Zaia.(ecoblog)

Anche io avrei due  o tre posti dove localizzare una centrale nucleare: una a ridosso di villa Macherio, nel parco di Berlusconi, una a villa Campari sul lago Maggiore e le altre a scelta.  Tanto il Cetaceo Spiaggiato di ville ne ha quinidci. Hai voglia a mettere centrali nucleari.   

marzo 19, 2010

Bonelli dei Verdi: “Svelati dai Vert francesi i siti italiani per le centrali nucelari”

Angelo Bonelli dei Verdi conferma di aver svelato i siti scelti da Enel per le prossime centrali nucleari in Italia Angelo Bonelli, dopo lo sciopero della fame contro una Tv che non informa sui problemi ambientali, riparte all’attacco e conferma che i Verdi hanno diffuso la lista corretta dei siti individuati da Enel per la costruzione delle centrali nucleari: Monfalcone (Friuli Venezia Giulia), Chioggia (Venezia), Caorso (Emilia Romagna), Fossano e Trino (Piemonte), Scarlino (Toscana), San Benedetto del Tronto (Marche ), Montalto di Castro e Latina (Lazio), Termoli (Molise), Mola di Bari (Puglia) o tra Nardò e Manduria, Scanzano Ionico (Basilicata), Oristano (Sardegna), Palma (Sicilia).In una intervista a San Benedetto Oggi, conferma che anche il piccolo centro della Marche sarà preso in considerazione come sede per una centrale nucleare e spiega come sia venuto in possesso della lista: Noi siamo in contatto coi Verdi europei e in particolare con i Verdi francesi, perché come si sa la progettazione di nuove centrali nucleari avviene con un accordo tra Enel e Edf (Électricité de France). Lo scorso 19 novembre a Roma i vertici delle due aziende hanno tenuto un incontro e chiuso un accordo sull’elenco dei siti per il nucleare in Italia. Naturalmente non esistono documenti pubblici al riguardo, perché tutto è secretato. Ma grazie ai Vert francesi abbiamo avuto un elenco di possibili città, e tra queste risultava anche San Benedetto.

Spiega Bonelli che il tutto è stato deciso da tempo e che il Governo renderà pubblici i siti individuati solo dopo le regionali:Innanzitutto continuo a ripetere che nessuno del governo ha smentito le mie dichiarazioni. Che non sono state rilasciate per caso. Lo scorso 5 dicembre l’amministratore delegato dell’Enel Fulvio Conti alla trasmissione televisiva “Effetto Domino di La7 ha detto che i siti potenziali per installare le centrali nucleari sono stati individuati, ma non li avrebbe rivelati neanche sotto tortura. Il governo e il ministro Scajola tengono questi siti ben chiusi nella cassaforte: prima delle elezioni regionali non ne sapremo nulla. (ecoblog)

febbraio 21, 2010

UNA SINISTRA NUOVA OLTRE GLI ANTICHI RECINTI

POLITICA: VENERDI 26 CONVEGNO ALLEANZA LIB-LAB  CON BONELLI, FAVA E NENCINI

 Prima che entri nel vivo la campagna elettorale, c’è ancora uno spazio per tentare una riflessione comune nell’area della sinistra italiana. La propone a Napoli , Venerdì 26 febbraio alle ore 10.00, presso la Sala Comunale Santa Chiara, l’Associazione Alleanza Lib-Lab che in Campania è coordinata da Geppino Vetrano, ex Presidente del Consiglio Comunale di Avellino.

Già il titolo del Convegno:  “Una Sinistra nuova oltre gli antichi recinti“, esprime l’intenzione degli organizzatori che, per l’occasione, hanno invitato, oltre ai gruppi e associazioni del mondo laico, liberale e socialista, il Presidente nazionale dei Verdi, Angelo Bonelli, il Coordinatore nazionale della Segreteria di Sinistra, Ecologia e Libertà, Claudio Fava ed il Segretario del Partito Socialista Italiano, Riccardo Nencini.

Il programma dei lavori prevede le relazioni introduttive del Presidente di Alleanza Lib-Lab, Gim Cassano e di Geppino Vetrano. Seguiranno gli interventi dei leader nazionali.

Nel corso del dibattito interverranno per i gruppi promotori: Felice Carlo Besostri, Circolo “La Riforma” – Gruppo  di Volpedo, Filippo Caria di Democrazia Socialista, Vincenzo Garraffa, di Azionismo Repubblicano, Pino A. Quartana del Nuovo Partito  d´Azione, Beatrice Rangoni Machiavelli presidente d´onore di Alleanza Lib-Lab, Giuseppe Sarno di Quaderni Socialisti, Francesco Somaini del Circolo Rosselli – Gruppo di Volpedo.

“L’iniziativa – è scritto nell´invito di presentazione – intende contribuire a far emergere in Italia una sinistra moderna, laica e riformista, ispirata ai principi di libertà, democrazia, equità, e sostenibilità ambientale, sinora assente dal nostro panorama politico”.

 Avellino, Napoli, Roma, 18 febbraio 2010