Posts tagged ‘anergie alternative’

luglio 10, 2013

5 buoni motivi per passare alla moto elettrica!

di Francesco Valente

State guardando con interesse alle moto elettriche ma non avete ancora trovato il coraggio o la convinzione per passare a questo tipo di veicoli? Eccovi cinque buoni motivi che potrebbero convincervi a farlo.

Il primo motivo che dovrebbe spingere un motociclista a passare da una moto alimentata a combustione ad una elettrica è la coscienza di fare qualcosa di buono per l’ambiente, per se stessi e per il proprio domani. Si parte da un presupposto: i combustibili fossili e quindi anche quelli derivati dal petrolio sono una risorsa “a tempo”, disponibile in quantità limitata e per questo destinati ad esaurirsi nel corso dei prossimi decenni. Scegliere una moto elettrica significa puntare su un’energia pulita, sostenibile e soprattutto sempre rigenerabile attraverso le fonti di approvvigionamento alternative come il solare o l’eolico.

Il secondo motivo per scegliere una moto elettrica è di ordine economico. Con una benzina super che si aggira sugli 1.7 euro a litro, è chiaro che la scelta elettrica sia un modo per abbattere completamente i costi di carburante e risparmiare diverse decine di euro ogni settimana. Non solo: chi possiede un veicolo elettrico può beneficiare di ingenti sconti sull’assicurazione per il proprio veicolo, (vedi quitutte le offerte per l’assicurazione della moto), grazie a questa nuova politica della “clean mobility” che supporta tutti i nuovi adepti che vogliono essere al passo con i tempi e, soprattutto, aiutare l’ambiente.

C’è poi un terzo motivo di ordine pratico. Le moto elettriche, in quanto a zero emissioni, possono sempre circolare, anche quando ci sono i blocchi del traffico.

Il quarto motivo è più di ordine estetico; poiché le moto elettriche non necessitano della presenza dei classici motori a scoppio, i designer di questi modelli sono più liberi di dare alle loro creazioni linee e stili originali e curiosi, che rendono le moto elettriche molto “cool” oltre che “green”.

Infine l’ultimo motivo per scegliere una moto elettrica è la “velocità”. Già proprio così, la velocità; grazie ai pesi ridotti del motore e della carrozzeria, esistono sul mercato moto alimentate ad elettricità come la Killa Cycle, in grado di superare i 280 Km/h.

dicembre 21, 2012

Fotovoltaico, 10 previsioni per il 2013.

stime fotovoltaico 2013

L’anno che verrà si annuncia come un momento di grande cambiamento per l’industria mondiale del fotovoltaico. Tra calo dei prezzi, taglio degli incentivi e crescita di nuovi mercati, lo scenario internazionale subirà una vera e propria rivoluzione. Il team di ricerca sull’energia solare di IHS ha stilato un elenco di 10 previsioni destinate secondo loro ad avverarsi nel corso del 2013.

    1. Il fatturato mondiale del fotovoltaico scenderà a 75 miliardi di dollari americani, a causa del calo dei prezzi di moduli e altri componenti. Di contro, le installazioni avranno una crescita in doppia cifra.
    2. L’industria del modulo solare si consoliderà ulteriormente nel 2013, soprattutto per quanto riguarda le imprese che portano avanti l’intera filiera.
    3. I prezzi dei moduli fotovoltaici si stabilizzeranno entro la metà del 2013, arrestando la tendenza cominciata nel marzo 2011, quando è iniziato il drastico e progressivo calo dei costi di mercato.
    4. Nel corso dell’anno prossimo si scateneranno delle vere e proprie guerre commerciali nel settore fotovoltaico, che secondo gli esperti non vedranno però nessun vincitore. Già nel 2012, in effetti, abbiamo assistito a una battaglia di sanzioni, dazi e ritorsioni tra Stati Uniti, Cina, Europa e India. Una situazione che rischia di esasperarsi ulteriormente e che, soprattutto, non aiuterà a risolvere la sfida fondamentale della sovraccapacità che affligge il settore mondiale del fotovoltaico.
    5. Sud Africa e Romania emergeranno come principali nuovi mercati per il fotovoltaico mondiale. In questi due Paesi è previsto un incremento della capacità installata di diverse centinaia di Megawatt.
    6. Nel 2013 saranno ancora possibili rendimenti a due cifre per progetti fotovoltaici realizzati in Europa. Nonostante il taglio generalizzato degli incentivi, infatti, i Paesi europei continuano a offrire condizioni interessanti per gli investitori privati e istituzionali.
    7. Negli Stati Uniti il solare supererà per la prima volta il settore eolico dal punto di vista dell’incremento annuo di capacità installata. In parte, questo fenomeno è legato all’incertezza sul futuro dell’imposta di credito federale per l’energia del vento, la forma di incentivazione in vigore attualmente e il cui rinnovo è ancora in dubbio.
    8. La Cina diventerà il più grande mercato fotovoltaico del mondo. Le nuove installazioni previste per il 2013 dovrebbero superare la potenza complessiva di 6 Gigawatt, consentendo al Paese asiatico di superare la Germania.
  1. Le tecnologie per l’accumulo di energia trasformeranno l’industria solare. Le batterie sono viste sempre di più come un sistema efficace per conservare l’energia fotovoltaica e nel 2013 aumenterà in modo significativo il numero degli impianti residenziali collegati ad accumulatori.
  2. Il miglioramento delle tecnologie aiuterà a ridurre ulteriormente i costi, aumentare i margini a distinguere i produttori dalla concorrenza.

Fonte: Solardaily

Leggi tutto: http://www.greenstyle.it/fotovoltaico-10-previsioni-per-il-2013-13700.html#ixzz2FiXYLyr2

febbraio 23, 2012

Apple realizza una centrale solare.


In questi giorni Apple è nel mirino della stampa non solo per la prossima uscita di uno dei suoi gadget tecnologici di maggiore successo, l’iPad 3, ma anche per la questione della condizione dei lavoratori cinesi della Foxconn che materialmente assemblano i suoi prodotti in condizioni molto lontane dagli standard degli operai delle fabbriche occidentali. Dal punto di vista ambientale, al contrario, è la stessa Apple a poter annunciare novità positive attraverso il suo rapporto ambientale 2012.

La notizia più significativa riguarda la costruzione di un enorme parco solare (il più grande di proprietà di un privato negli States) che consentirà a regime di alimentare almeno in parte il data center in Nord Carolina, la struttura che ospita parte dei server necessari alla galassia Apple. Si tratterà di almeno 400 mila metri quadrati di pannelli con una potenza di 20 megawatt in grado di produrre 42 milioni di kWh all’anno.

novembre 7, 2010

La Chiesa solare.


Chiesa fotovoltaicaSi tratterebbe di un esempio unico al mondo. Durante i lavori di ristrutturazione della Chiesa di Saint-Leger, nel sud dell’Alsazia, il tetto in amianto e cemento e’ stato sostituito con tegole fotovoltaiche. L’impianto misura 353 mq. e la produzione annua di elettricita’ soddisfera’ il fabbisogno energetico della struttura e di altre 9 abitazioni.
Il resto del tetto e’ stato ricoperto con tegole in polietilene ottenuto da plastica riciclata.
Le vie del Signore sono diventate anche fotovoltaiche.
(Fonte: Yeslife)

agosto 4, 2010

I migliori 40 blog per imparare a convertire l’auto termica in auto elettrica

 

In Italia c’è vuoto legislativo rispetto alla conversione di auto termiche in auto elettriche e dunque queste autovetture si trovano nel limbo delle auto immatricolate come prototipi e con targa di prova. Ciò però non ha impedito che si sviluppasse una bella comunità, Eurozev, Zero Emission Vehicles, dedita alla conversione delle vetture. La community ha approntato anche un kit di facile montaggio, il retrofit elettrico che costa, se realizzato con materiali di riciclo, intorno ai 2000 euro; 12mila o più se si usano materiali nuovi e particolarmente avanzati incluse batterie Zebra, Nichel Idruri, ecc.

Per gli appassionati del fai da te, ecco il link a un elenco di 40 blog che dispensano corsi, consigli e trucchetti per convertire un auto termica in auto elettrica. Nel mondo le comunità di questo tipo sono numerose e ben collegate.

La vettura ideale da convertire è la vecchia Fiat 500, affettuosamente chiamata cinquino (a me piacciono le Fiat 600 e la Fiat 800), ma comunque ogni auto può essere convertita. Di certo con la Fiat 500 si accumulano notevoli vantaggi grazie alla leggerezza del telaio (qui la pagina che spiega la parte tecnica e i video della prova su strada)(ecoblog)

aprile 28, 2010

Alpha Ventus, il parco eolico off shore dei record.

In Germania inaugurato il parco eolico dei recordSi chiama Alpha Ventus, si trova in Germania, e per costruirlo E.ON, Vattenfall e Doti hanno abbattuto più di un record.

Innanzitutto è il parco off shore più distante dalle coste: ben 45 chilometri dall’isola di Borkum. Ciò dovrebbe mettere l’animo in pace a coloro che non gradiscono l’impatto visivo delle pale eoliche viste dalla spiaggia.

Poi è il più produttivo in Germania, con le sue dodici torri da 5 Mw l’una, distanziate tra loro di 800 metri e di altezza compresa tra i 148 e i 155 metri sul livello del mare (ai quali si devono aggiungere altri trenta metri, visto che la base di ogni torre è sul fondo del mare).