Posts tagged ‘amministrative 2013’

giugno 11, 2013

Roma ha fatto una cattiva azione.

giugno 11, 2013

Ditegli di non fidarsi dei sondaggi.

Elezioni Amministrative, il Pdl ne esce a pezzi, sedici a zero, senza più una sola grande città da amministrare. Ma stamattina, l’home page de Il Giornale, riportava questo titolo.

 

 

– grazie Estiqaatsi!
giugno 11, 2013

Si può ancora puntare su Campobasso.

Milano, Bologna, Napoli, Firenze, Bari, Cagliari, Torino, Venezia, Palermo. E ora pure Roma, la Capitale. Dopo la devastante sconfitta di ieri – sedici a zero – il Pdl scompare dalle grandi città italiane. Per dire, le più “popolose” roccaforti berlusconiane rimaste, sono Campobasso, Prato, e Catanzaro.

 

 

 

– fonti: La Stampa, Il Messaggero –
giugno 10, 2013

Ciao Alemanno!

giugno 10, 2013

Ma che bella giornata!

Amministrative 2013: la Lega Nord, tra tumulti interni e flop elettorali, ne esce ridotta in cenere. Ma ecco cos’aveva dichiarato nelle ultime settimane lo “Sceriffo” Gentilini, che rappresentava l’ultima, residua speranza del partito, svanita oggi, in una storica sconfitta:

– “Mi riprendo il Comune! E’ il mio Ventennio! Me lo ricordo il Duce, avevo 9 anni, quando arrivò ad inaugurare l’aeroporto il cuore mi batteva forte, c’era una folla oceanica!… Certo che ha fatto cose buone, vorrei vedere: le paludi pontine, la gioventù, le pensioni…”

– “Il mio popolo mi ha votato in una maniera strepitosa, vincerò! Ora farò ‘la santa alleanza’ con il centrodestra, a Treviso l’egemonia comunista nessuno la vuole. La falce e martello, il potere bolscevico qui non ci sta assolutamente bene. Con quelli al Governo anche Treviso sarebbe una città dove si dà la cittadinanza a chi nasce sugli arenili delle spiagge, dove sparirebbe il reato di clandestinità, dove si appoggerebbe chi occupa abusivamente alloggi pubblici”

(Cantando l’inno dei balilla) “Mai rinnegate le mie origini. Io me ne frego. Di tutti, anche dei capi. Io sono la speranza contro i trinariciuti che stanno riemergendo: i comunisti sono andati a votare in massa, io alzerò la linea Maginot contro chi sta sovvertendo l’ordine naturale delle cose. Io sono un crociato sansepolcrista che erigerà un muro contro la dittatura comunista”

giugno 10, 2013

Profumo di Marino.

Marino trionfa a Roma, Alemanno al collasso: perde 16 municipi su 16, con quasi 30 punti percentuali di scarto, una cosa mai vista nella storia della Capitale. Ciao Gianni, ti ricordiamo così.

 

 

giugno 10, 2013

Un mestiere ce l’hai, sfruttalo.

Mag 30, 2013

Noi socialisti siamo capaci di tutto.

Morto 10 giorni fa, Di Benedetto (Psi) ha preso il 22%. Ora è bagarre

Nel comune abruzzese i risultati del primo turno hanno offerto un risultato sorprendente. Fulvio Di Benedetto, candidato sindaco per il Psi e di quattro liste civiche, è morto durante la campagna elettorale, ma la tragedia non ha fermato i suoi elettori. Infatti il candidato defunto ha preso il 22,17 per cento.

Il risultato gli è valso il ballottaggio postumo con Giuseppe Ranalli del Pd, che si è piazzato primo con il 32,5 per cento dei voti. Ora c’è un nodo da sciogliere: tra due settimane, come verrà scelto il sindaco? C’è chi sostiene, comunque, che Di Benedetto debba partecipare al secondo turno, per poi annullare le elezioni e tornare alle urne dopo la presentazione di un nuovo candidato da parte della coalizione che aveva schierato Di Benedetto. Altri, invece, sostengono che una norma prevede indica che in caso di morte del candidato, in Comuni superiori ai 15mila abitanti, al ballottaggio ci deve andare il terzo classificato, in questo caso Luigi La Civita, Pdl, che ha raccolto il 12% dei consensi.

Mag 30, 2013

Grazie Bersani.

Mag 30, 2013

Una grande Lega Nord.

Ma quale “flop“. Ma quale “disfatta“. Ma quale “dis-integrazione” elettorale. Ok, alle amministrative di domenica e lunedì la Lega Nord avrà pure perso un elettore su due – fallimento annunciato da tutti i media nazionali – ma in realtà è stato un successone. Basta andare a pagina 5 del quotidiano La Padania, edizione di martedì: il partito guidato da Roberto Maroni “conferma un legame privilegiato con il proprio territorio“. Il carroccio ha spaccato praticamente ovunque. Si parte con la Lombardia. “La Lega è andata bene” nientepopodimeno che a “Castelcovati” e “Venegono Superiore“. Un “record” – scrivono proprio “record“! – ad “Agnosine“. Ottimi risultati anche in Piemonte: sindaci eletti ovunque (due), conquistate le roccaforti di “San Germano Vercellese” e “Caresana“. In Veneto grandi prestazioni a “Motta di Livenza“, “Nervesa della Battaglia” e “Moriago della Battaglia“. C’è addirittura stato – cito testualmente – un “boom di voti” a “San Mauro di Saline“.

Conclude La Padania – senza ironia alcuna: “Insomma, la Lega tiene. Anzi, si toglie pure qualche soddisfazione. Ora c’è da mettere mano al patto di stabilità, ma intanto la Lega si gode il nuovo expolit“.

 

– da La Padania di martedì 28 maggio / 
grazie a Longo di Repubblica per lo spunto –