Posts tagged ‘alcolisti’

febbraio 26, 2012

Alcol: in Italia 8,6 mln a rischio, in 10 anni +10% ricoveri.

Alcol: in Italia 8,6 mln a rischio, in 10 anni +10% ricoveri

(AGI) – Roma, 23 feb. – Gli italiani continuano a bere: non piu’, come una volta, il classico consumo “mediterraneo”, fatto di grandi boccali di vino a tavola, ma il ben piu’ rischioso ‘binge drinking’, il bere fuori pasto, a suon di superalcolici e di ‘shottini’. Tanto che ormai sono oltre 8 milioni 600mila gli italiani “a rischio”, la percentuale di ricoveri ospedalieri e’ cresciuta del 10%, e la mortalita’ alcol correlata rimane superiore alla media europea. Sono i dati allarmanti contenuti nella relazione annuale al Parlamento del ministero della Salute.

settembre 19, 2011

TUMORI: TROPPO ALCOL NEL SANGUE, RISCHIO ‘CREPE’ NEL DNA

Non esagerare con l’alcol: a dosi eccessive danneggia il Dna e apre le porte al cancro. Parola dei ricercatori del National Institute on Alcohol Abuse and Alcoholism nel Maryland (Usa) che hanno trovato conferma ad una vecchia ipotesi in campo fin dagli anni ’80 creando in laboratorio un enzima che si trova nel fegato e nei tessuti del seno a partire da cellule bioingegnerizzate. L’enzima ”artificiale” e’ stato poi esposto a quantita’ di etanolo – nome chimico del comune alcol – pari a due drink.

I risultati, pubblicati su Alcoholism: Clinical & Experimental Research, hanno confermato che l’alcol degenera in acetaldeide, una sostanza tossica per il Dna e potenzialmente cancerogena. I ricercatori hanno anche visto che il cortocircuito produceva l’accensione di geni legati al meccanismo di riparazione del Dna. ”Prove recenti hanno confermato che l’alcol – o piu’ precisamente, l’etanolo – e’ cancerogeno per gli esseri umani in diversi siti del corpo”, spiega l’autore dello studio Philip Brooks.

settembre 13, 2011

Alcol e fumo: individuato l’enzima delle ‘dipendenze’.

e potrebbero aver trovato un nuovo alleato nella lotta alla .

I ricercatori dell’Ernest Gallo Clinic and Research Center, istituto legato all’Universita’ della California, hanno scoperto che neutralizzando un enzima, la (), si riduce il desiderio di nicotina e alcol. Lo studio e’ pubblicato sui Proceedings of the National Academy of Sciences. Gli scienziati hanno visto che i topi privi della molecola si sentono meno attratti dalla soluzione di acqua e nicotina messa a loro disposizione dai ricercatori. Inoltre, gli stessi topi sono meno inclini al consumo di alcol.