Posts tagged ‘aeia’

aprile 23, 2013

Ennesima fuga di acqua radioattiva a Fukushima, gli incidenti sono ormai quotidiani

 

Tepco, Tokyo Electric Power Company che gestisce la centrale nucleare di Fukushima Daiichi, ha notato un abbassamento dei liquidi nel Serbatoio numero 2 la notte del 17 aprile: la perdita si sarebbe consumata proprio nelle vasche per la decantazione di acque radioattive, più precisamente nel passaggio dal Serbatoio 2 a quello, più sicuro, H2; Tepco ha interrotto l’operazione di trasferimento il pomeriggio del 17 aprile per riprenderla la mattina del 18, quando ha verificato che le acque erano passate da 707m³ a 665m³.

L’allarme è scattato immediatamente ma, complice anche la nottata di buio durante la quale si è verificata la perdita, Tepco ad oggi non è in grado di dire con certezza dove sia finito il liquido radioattivo: il capo del team di esperti dell’Agenzia Internazionale per l’energia atomica AIEA Juan Carlos Lentijo aveva già esortato Tepco ad incrementare la stabilità dell’impianto, ma questo nuovo incidente è la dimostrazione che troppo poco è stato fatto.

 

Tra l’altro, secondo l’Agenzia France-Presse, ieri mattina è stato riattivato il sistema di raffreddamento della piscina contenente combustibile esaurito del reattore numero 2, spento dopo l’allarme topi di circa un mese fa.

settembre 14, 2011

Aiea: il nucleare crescerà ancora

Yukiya Amano, direttore generale dell'Aiea Yukiya Amano, direttore generale dell’Aiea

giugno 21, 2011

L’IAEA vuole gli sceriffi per la sicurezza nucleare

conferenza dell'IAEA sulla sicurezza nucleare

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica, IAEA ha aperto ieri i lavori sulla sicurezza nucleare dopo che i suoi ispettori hanno visitato l’incidente attualmente in corso a Fukushima Daiichi. La prima proposta fatta consiste nell’istituire una sorta di controllori, ispirati per materie e competenze alla polizia. Ha detto Yukiya Amano direttore generale dell’Agenzia:

Abbiamo bisogno di verificare sistematicamente e regolarmente la sicurezza di tutte le centrali nucleari.

Senza mettere in discussione le responsabilità dei diversi Stati rispetto alle loro centrali nucleari, secondo Amano è possibile che proprio IAEA rivesta un ruolo di sceriffo o di poliziotto effettuando dei controlli periodici ma casuali per i 440 reattori sparsi sul Pianeta. I controllori sarebbero appunto esperti indipendenti e formati proprio sulla sicurezza. Spiega Amano:

Le valutazioni nazionali sono il punto di partenza ma dovranno essere supportate dai test di esperti internazionali dell’Aiea.

marzo 19, 2011

L’Aiea: radiazioni in Giappone, non c’è pericolo.

Il livello di radiazioni riscontrato in Giappone dopo l’incidente alla centrale nucleare di Fukushima non rappresenta un pericolo per la salute umana. Lo ha detto un consulente scientifico e tecnico dell’agenzia dell’Onu per il nucleare (l’Aiea), Graham Andrew, citando i dati ricevuti da 47 città del paese.  «L livelli di Tokyo e delle altre città – ha chiarito – rimangono lontani da quelli per i quali bisognerebbe intervenire. in poche parole, non sono pericolosi per la salute».

Speriamo che sia vero.