Posts tagged ‘a change is gonna come’

novembre 4, 2011

Sam Cooke – Keep Movin’ On – Buonanotte compagni.

Sam Cooke (Clarksdale, 22 gennaio 1930Los Angeles, 11 dicembre 1964) è stato un cantante, compositore e produttore discografico statunitense, di musica gospel, R&B, soul e pop.

Musicisti e critici oggi lo ritengono uno dei fondatori della soul music e uno dei più importanti cantanti della storia di questo genere.[1] È stato definito da molti “il re del soul”(e, a parere di Jerry Wexler dell’Atlantic Records, il miglior cantante di tutti i tempi), e, anche se più di uno può ambire a questo titolo, il suo influsso è stato forte e il suo impatto sulla musica soul innegabile. Piazzò 29 singoli nella “Top 40” negli USA tra il 1957 e il 1965 ed è considerato spesso come “il creatore” del genere. Grandi successi come “You Send Me“, “Chain Gang“, “Wonderful World“, “Bring It on Home to Me” e “A Change Is Gonna Come” sono tra le sue canzoni più popolari.

aprile 25, 2011

A change Is gonna come – Sam Cooke – Buonanotte compagni

Sam Cooke è il più grande artista soul americano di tutti i tempi. Ben 18 canzoni nella top trenta statunitense fra il 57 e il 64. Ciononostante nel 1963 ascoltò una canzone che lo emozionò profondamente. Si trattava di Blowin’the wind di Bob Dylan. Ciò ch colpì Sam era il senso di sfida che la canzone trasmetteva. Affermò Cooke “Quel ragazzino non scrive come un bianco!”Quasi come una risposta Sam registrò il 30 gennaio 1964 A change Is gonna come. Molto più personale rispetto alla canzone di Bob Dylan, la canzone si ispira ad un fatto accaduto a lui ed alla sua band, rifiutati in un motel per bianchi in Lousiana. L’11 dicembre 1965 sam Cooke veniva ucciso in un altro motel a Los Angeles. Anche per questo la canzone divenne simbolo del mascente movimento per i diritti civili.

febbraio 28, 2010

A change is gonna Come. Buonanotte compagni

Questa sera vi presento Sam Cooke (Clarksdale, 22 gennaio 1931Los Angeles, 11 dicembre 1964) è stato un cantante, compositore e produttore discografico statunitense, di musica gospel, R&B, soul e pop.

Musicisti e critici oggi lo ritengono uno dei fondatori della soul music e uno dei più importanti cantanti della storia di questo genere.[1] È stato definito da molti “il re del soul”, e, anche se più di uno può ambire a questo titolo, il suo influsso è stato forte e il suo impatto sulla musica soul innegabile. Piazzò 29 singoli nella “Top 40” negli USA tra il 1957 e il 1965 ed è considerato spesso come “il creatore” del genere. Grandi successi come “You Send Me“, “Chain Gang“, “Wonderful World” e “Bring It on Home to Me” sono tra le sue canzoni più popolari.

Cooke fu anche tra i primi artisti di colore a occuparsi anche degli aspetti imprenditoriali della sua attività: [1]  Prese anche parte attiva nel Movimento per i Diritti Civili (American Civil Rights Movement),[1] usando le proprie capacità musicali per creare legami tra il pubblico di colore e il pubblico bianco. Morì ma 27 ucciso dalla proprietaria di un motel dove si era fermato a dormire.

L’influenza di Cooke è stata grandissima: anche quelli che non hanno mai ascoltato un suo disco, ne hanno sentito gli echi in Rod Stewart o Southside Johnny. Altri artisti rock con un certo debito verso Cooke sono The Animals, Simon and Garfunkel, Van Morrison, James Taylor, i Beatles (in particolare John Lennon), John Mayer, Bob Dylan, Bruce Springsteen, Steve Marriott, Terry Reid, Steve Perry; nel genere R&B tra i vicini a Cooke si possono citare Smokey Robinson, Marvin Gaye, Otis Redding, David Ruffin, Bobby Womack, Johnnie Taylor, Lou Rawls, Al Green, The Temptations, Philippe Wynne, Aretha Franklin, Mavis Staples, Ben E. King.

Il pezzo di Cooke “A Change Is Gonna Come” è stato memorabilmente inserito nella colonna sonora del film Malcolm X di Spike Lee. Interpretato anche da Bob Dylan. “Un cambiamento sta per arrivare” dice la canzone. Speriamo che sia vero.

E domani sciopero degli immigrati, noi ci saremo.

Buona notte compagni.