Posts tagged ‘12 e 13 giugno’

giugno 5, 2011

Costi, dispersione, efficienza i falsi miti dell’acqua privata.

Costi, dispersione, efficienza i falsi miti dell'acqua privata

MITO numero uno: gli acquedotti “pubblici” sono dei colabrodo. “Falso: secondo i dati di Mediobanca, il peggiore, se consideriamo la dispersione idrica (litri immessi in rete e non fatturati/abitanti/lunghezza della rete gestita), è quello di Roma, dove l’acquedotto è affidato ad Acea, una spa quotata in borsa i cui principali azionisti sono il Comune di Roma, Francesco Gaetano Caltagirone e Suez”. In vista del referendum del 12 e 13 giugno, Altraeconomia ha pubblicato un dossier “speciale” 1. Lo scopo? Sfatare punto per punto tutte le false credenze nate intorno alla privatizzazione del servizio idrico italiano. A partire dai costi. Secondo il Conviri (Commissione nazionale di vigilanza sulle risorse idriche), per i prossimi 30 anni servono circa 64 miliardi di euro per la manutenzione e l’ammodernamento delle reti idriche di casa nostra. Due miliardi l’anno, una cifra standard necessaria in ogni caso, a prescindere dall’esito del referendum. Di questi, il 49,7% è diretto al comparto acquedottistico (per nuove reti,  impianti e per manutenzione) mentre il 48,3% alle fognature e alla depurazione. A metterci i quattrini dovrebbero essere lo Stato, le Regioni e i Comuni d’Italia dato che quelli – spiega Pietro Raitano, direttore del mensile Altreconomia e curatore del dossier Speciale Referendum – sono “soldi delle nostre tasse, gli stessi che vengono usati anche per riparare le strade, per costruire il ponte sullo Stretto o per la Difesa”.

giugno 4, 2011

Referebus

giugno 4, 2011

De Coubertin ci va. Gli antisportivi no.


giugno 2, 2011

Tutti a votare!

L’obbiettivo è raggiugere il quorum.

maggio 12, 2011

Si ai referendun

Dopo lo spot dei Circoli dell’Ambiente ecco lo spot per l’acqua pubblica preparato dai Comitati per l’acqua bene comune.

In mancanza dell’informazione televisiva, che sembra sia poco attenta ai referendum del prossimo 12 e 13 giugno gli spot, si moltiplicano in rete, vera arena del confronto politico. Intanto, il tam-tam prosegue con iniziative cittadine per il coinvolgimento al voto.