TRISTANO CODIGNOLA

di Giuseppe Giudice.

Per molto tempo fu il più stretto collaboratore di Lombardi. Veniva dal Partito D’azione, aderì inizialmente alla scissione di Saragat del 1947 del PSLI (ma lì allora c’erano pure i trotzkysti). Uscì nel 1952 da quel partito (che si poi si chiamò PSDI) contro la legge -truffa. Rientrò nel PSI nel 1957. Fu un grande pedagogista. Suo è il progetto di Scuola Media Unica realizzato dal primo governo di centro-sinistra. Dopo la scissione del PSIUP e la successiva frattura tra Lombardi e Nenni , fu tra i fondatori della “nuova sinistra socialista” con Lombardi, Santi e Giolitti. Fu anche editore . Fondatore della “nuova Italia” di Firenze e della rivista il “Ponte”. La nuova Italia fu la prima a pubblicare i “Grundrisse” di Marx. Uomo di grandissimo spessore culturale, coerente e rigoroso, abbandonò il PSI dopo il Congresso di Palermo nel 1981, dove fu tra i sottoscrittori della mozione “sinistra per l’Alternativa , che metteva insieme compagni di radici lombardiane (lui stesso, Paolo Leon , Michele Achilli , Alberto Benzoni con De Martino e Nevol Querci). Uscì contro la visione “bonapartista” di Craxi e fu tra i fondatori della Lega dei Socialisti, ma morì poco dopo. Un altro compagno da ricordare con affetto e gratitudine. E molto apprezzato dai miei familiari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: