Stop licenziamenti fino a luglio nel decreto di aprile

 Teresa Maddonni

 Stop licenziamenti fino a luglio: la proroga della misura potrebbe essere contenuta nel prossimo decreto-legge di aprile.
Stop licenziamenti fino a luglio nel decreto di aprile

Stop ai licenziamenti fino al luglio: questo è quanto prevederebbe il nuovo decreto-legge di aprile che il governo dovrebbe presentare nei prossimi giorni.

La misura contenuta nel decreto Cura Italia di marzo dovrebbe essere rinnovata per altri 60 giorni stando alle ultime indiscrezioni.

Solo ieri il premier Giuseppe Conte ha presentato in conferenza stampa il DPCM del 26 aprile con le misure che andranno a guidare la prossima fase 2 in termini di ripresa delle attività produttive.

Il decreto di aprile dovrebbe contenere le misure per sostenere famiglie e imprese sulla scia del decreto Cura Italia: dal congedo parentale COVID-19 e bonus baby sitter, alla cassa integrazione, al bonus 600 euro che aumenterà, fino al nuovo reddito di emergenza. Insieme a queste proroghe anche lo stop ai licenziamenti per altri 60 giorni, presumibilmente fino a luglio.

Stop licenziamenti fino a luglio

Stop dei licenziamenti per altri 60 giorni fino a luglio. In attesa del decreto legge di aprile che si accompagnerà al DPCM per la fase 2 c’è chi parla di un prolungamento di quanto disposto dall’articolo 46 del decreto Cura Italia su i Sospensione delle procedure di impugnazione dei licenziamentsi legge:

“A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto l’avvio delle procedure di cui agli articoli 4, 5 e 24, della legge 23 luglio 1991, n. 223 è precluso per 60 giorni e nel medesimo periodo sono sospese le procedure pendenti avviate successivamente alla data del 23 febbraio 2020. Sino alla scadenza del suddetto termine, il datore di lavoro, indipendentemente dal numero dei dipendenti, non può recedere dal contratto per giustificato motivo oggettivo ai sensi dell’articolo 3, della legge 15 luglio 1966, n. 604.”

Entrato in vigore il decreto il 17 marzo e con validità dunque fino al 17 maggio il presente articolo verrà rinnovato per altri 2 mesi quindi fino a luglio.

Ovviamente si tratta di un’ipotesi e una conferma la darà solo il testo del DL di aprile definitivo. Si parlerebbe di uno stop per altri due mesi delle procedure di licenziamento individuale e collettivo per giustificato motivo oggettivo.

Lo stop dei licenziamenti fino a luglio rientrerebbe nel pacchetto di protezione del lavoro da 24 miliardi che conterrebbe anche la proroga di ammortizzatori sociali come anche la cassa integrazione ordinaria e in deroga. Ricordiamo che in merito a queste misure molti aspettano ancora il pagamento come d’altronde i dati INPS sembrano confermare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: