Coronavirus, nuovo decreto in arrivo: misure di contenimento fino al 31 luglio e multe più severe

Isabella Policarpio

 

Convocato per oggi alle 14.00 il Consiglio dei Ministri per valutare un nuovo decreto con misure di contenimento e sicurezza fino al 31 luglio 2020. .

Coronavirus, nuovo decreto in arrivo: misure di contenimento fino al 31 luglio e multe più severe

Estensione di divieti e misure di contenimento fino all’estate e multe più severe per chi infrange il divieto di non uscire di casa: questi gli argomenti principali del Consiglio dei Ministri in programma per oggi 24 marzo alle 14.00. Il Governo dovrà valutare se e in quale misura è necessario estendere le restrizioni adottate fino ad oggi. Spetterà alle Regioni e ai Sindaci, in virtù dell’autonomia territoriale, decidere se ampliare o ridurre la portata dei divieti in base al numero dei contagi registrati.

Le sanzioni per chi esce senza comprovati motivi di salute, lavoro o necessità potrebbero schizzare da 206 euro a 4.000 euro, ed è in discussione anche il sequestro del veicolo in circolazione.

Coronavirus: possibile estensione dei divieti fino al 31 luglio

Nel Consiglio dei Ministri di oggi, tante le novità in arrivo. La più rilevante è senza dubbio la possibilità di estendere le misure di contenimento e prevenzione decise fino ad ora al 31 luglio 2020. Questo vale per il divieto di uscire dal Comune di abitazione, per la chiusura di parchi e ville comunali e per l’obbligo di autocertificazione.

Fino ad agosto, quindi, sarà possibile adottare, estendere o modulare queste misure in base alla diffusione del contagio e al comportamento dei cittadini. Ciò significa che scuole, negozi, eventi sportivi e musei potrebbero rimanere chiusi fino ad estate inoltrata.

Stretta ai trasgressori: multa fino a 4.000 euro per chi esce senza motivo

Sul tavolo di discussione di oggi, c’è anche la possibilità di inasprire sensibilmente le sanzioni per chi viola i divieti ed esce dalla propria abitazione in assenza di motivi di salute, lavoro, necessità e assoluta urgenza. La multa potrebbe passare da 206 a 2.000 euro e c’è anche chi parla di 4.000 euro nei casi più gravi.

Ricordiamo che chi si sposta senza motivo, sia all’interno del Comune che oltre i confini, viola l’articolo 650 del Codice Penale (Inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità) e si espone al rischio di una condanna penale con conseguente annotazione nel casellario giudiziario. Possibile anche il sequestro del veicolo.

Coronavirus, più autonomia a Sindaci e Regioni

Il nuovo decreto affronta anche uno dei temi più discussi al momento: il contrasto tra i decreti ministeriali e le ordinanze regionali. Il testo su cui si sta lavorando prevede espressamente che i Presidenti di Regione potranno derogare, sospendere, implementare o estendere le misure di prevenzione e sicurezza del coronavirus in base alle esigenze del territorio. Stessa cosa per i Sindaci: le ordinanze comunali dovranno però essere confermate nel più breve tempo possibile dai Governatori, pena la decadenza dei provvedimenti.

LEGGI ANCHE Ordinanze regionali più severe dei decreti: perché e come è possibile

Ordinanze regionali più severe dei decreti: perché e come è possibile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: