San Remo è San Remo!

E l’Africa, con la sua miseria, la sua disperazione, i suoi conflitti, continuava a vomitare carne umana sulle spiagge. Morti, infiniti morti, passavano in sottofondo proprio quando mettevamo i piatti in tavola, disturbandoci un po’. Erano tanti, ma così tanti che ci stavamo facendo l’abitudine. Lassù l’Europa guardava con distacco. Anche l’Italia, toccata solo nella sua isola più sperduta, si sforzava di pensare ad altro. Un problema immenso, così più grande di noi che ci spingeva a guardare in alto: San Remo, San Valentino…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: