Morte annunciata del PSI.

 

tessera psi 1921La legge elettorale che ci propone Renzi significa la morte del PSI come soggetto politico autonomo. Infatti se questa proposta di legge passa così come è stata concepita da Renzi e Berlusconi al PSI non resta che farsi assorbire dal PD o vivere in maniera subalterna sacrificando ogni forma di autonomia. Oggi più che mai una voce autenticamente socialista è indispensabile per la sopravvivenza della democrazia in Italia e in Europa. D’altronde è inevitabile questo fenomeno degenerativo dal momento che per il PD, in maniera strumentalmente falsa, la parola socialista è simbolo di corruzione e degenerazione politica, soprattutto perché ha consentito agli ex comunisti riciclati nel PD di presentarsi come la sinistra di governo e disponibile al dialogo con le istituzioni e i poteri finanziari. Mettere da parte l’idea socialista è servito al PD e a quella parte del PD che vedeva in Blair il nuovo profeta del socialismo coniugare i loro interessi di bottega e la loro brama di potere con gli interessi del capitalismo finanziario, con affossamento de capitalismo di stato e con il regalo delle partecipazioni statali ai privati (vedi Enel, settore telefonico, industria chimica, industria auto concessioni autostrade etc.). Prodi e prima di lui Andreatta hanno introdotto il concetto che il mercato è il regolatore della società, perché ogni conflitto all’interno dei  meccanismi del mercato è destinato a normalizzarsi. Abbiamo visto quanto questa previsione sia falsa e nello stesso tempo destinata a chiudere gli spazi di democrazia. Chi si illude che esista una opposizione all’interno del PD sbaglia perché da una parte Renzi incontra Berlusconi, dall’altra quelli che oggi tatticamente contestano Renzi sono gli stessi che hanno consentito la crescita esponenziale di Berlusconi durante l’arco di un ventennio senza nemmeno provare a contrastarlo, ma facendo affari con lui e gestendo il processo politico se non insieme almeno in modo parallelo. Renzi è un pericolo per la democrazia e nessuno all’interno del Pd farà qualcosa per fermarlo, perché la pseudo sinistra è fallita e sta battendo in ritirata per non essere spazzata via. Solo provando  a ricostruire un percorso politico autenticamente socialista che faccia un serio processo al togliattismo ed ai suoi epigoni potremo pensare di trovare gli elementi per una rinascita politica che basi la sua ricostruzione su alcuni  concetti fondamentali: ricostruzione delle regole della democrazia stabilendo il principio che democrazia equivale a socializzazione del potere, applicazione del principio costituzionale che ognuno paghi le tasse in maniera progressiva secondo il proprio reddito, redistribuzione del reddito  ed infine che l’Italia è una repubblica fondata sul lavoro e non sulla rendita finanziaria. Di tutto questo il Pd sembra avere perso la traccia e la sinistra del PD non ha nessuna credibilità per fare la opposizione a Renzi…ed infatti non la fa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: