Bugie in soccorso dei produttori di combustibili fossili.

STRASBURGO – Tutta sbagliata, tutta da rifare, un vero “fallimento” la politica energetica dell’Europa. Bisogna dire basta ai sussidi alle rinnovabili, che “costano oltre 30 miliardi di euro l’anno” ai cittadini europei e che “pesano per circa il 18% sulla bolletta energetica”. E poi va sbloccata la ricerca di gas di scisto, beninteso con le dovute cautele ambientali. E’ il messaggio che nove big dell’energia europea hanno consegnato alla Ue per bocca di Paolo Scaroni, ad Eni, e Gerard Mestrellet, Ceo di Gdf Suez. Nessuno degli obiettivi fissati con la strategia 20-20-20 è stato raggiunto, hanno sostanzialmente detto. Si voleva garantire tutta l’energia necessaria, ad un prezzo competitivo e con un impatto ambientale sostenibile invece “il costo del gas è il triplo che in America e quello dell’energia il doppio”, ha specificato Scaroni. Non solo: “la sicurezza dell’ approvigionamento è più a rischio di prima ed anche dal punto di vista ambientale i progressi sono stati pochi”. Quindi “diobbiamo ripulire la nostra bolletta energeticada aggravi impropri come i sussidi alle rinnovabili”. Poi, secondo Scaroni, l’Europa deve sbloccare la ricerca e lo sfruttamento del gas di scisto. E i rischi per l’ambiente denunciati dagli ecologisti? “Prima di dire ‘no’ – risponde Scaroni – si deve dire ‘sì a queste condizioni’. Ma partire di cendo ‘no’ senza sapere neèppure di cosa si tratta ci fa andare indietro invece che avanti”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: