Archive for luglio 16th, 2013

luglio 16, 2013

Sono solo canzonette.

razzismo-italia-lega-calderoli

Senza altre parole.

luglio 16, 2013

Cazzatistan.

luglio 16, 2013

Il fumo fa male, sparare cazzate di più.

Sparare cazzate sembra diventato 
lo sport nazionale del mondo politico.
Una volta tanto qualcosa in cui siamo primi al mondo.
Una delle panzane più eclatanti 
è quella secondo cui 
i tumori che decimano la popolazione di Taranto 
sarebbero conseguenza del fumo di sigaretta.
Meglio non parlare di quale tipo di fumo 
abbia ispirato una simile boiata.
luglio 16, 2013

Very smart.

Il senatore Cotti, Movimento 5 Stelle.

 

luglio 16, 2013

Se questo non è razzismo?

Per il sito dell’Epresso ho provato a ripercorrere la vicenda “orango” attraverso le giustificazioni del leghista Roberto Calderoli. Della serie, se questo è un vicepresidente del Senato.
luglio 16, 2013

Ma che cazzo c’entra l’orango.

“Solo una battuta su facebook”, corredeta da “una bella foto di una scimmietta”: così l’assessore alla protezione civile del Veneto Daniele Stival definisce il suo ultimo post. Poi fa sparire tutto, prima l’immagine, poi l’intero profilo. Il messaggio era questo:

«Siamo profondamente sdegnati per i termini offensivi utilizzati da Calderoli nei confronti di una creatura di Dio quale è l’Orango. Riteniamo vergognoso che si possa paragonare un povero animale indifeso e senza scorta a un ministro congolese».

 

p.s.: “tanto sempre una scimmia rimani“… Simone Spetia ha recuperato alcuni commenti al post dell’assessore leghista.
luglio 16, 2013

La giusta conseguenza.

Primi in Europa. Ma che dico Europa, primissimi in tutto l’Occidente. L’Economist ci conferma un dato interessante: lo stipendio dei nostri onorevoli (alto), se messo in relazione con la ricchezza dei cittadini (in calo), svetta che è un piacere: superiore di ben 6 volte il pil pro capite, contro le 2 e mezzo della Germania, tanto per fare un esempio, o le 2 della Francia. In tutto il mondo occidentale nessuno meglio dei nostri eroi. E a livello mondiale? Sono da top ten, superati solamente dai legislatori nigeriani, indonesiani, brasiliani e pochi altri. Un aspetto positivo: il Bangladesh sta messo peggio.

 

 

– via internazionale
luglio 16, 2013

Il decreto sull’occupazione giovanile non servirà a nulla.

cercare-lavoro

Tutti i limiti del decreto appena varato sull’occupazione giovanile. A scoraggiare le assunzioni non sono solo il costo del lavoro o il cuneo fiscale ma soprattutto le prospettive di vendita. E senza domanda aggiuntiva le imprese non creeranno occupazione aggiuntiva

di Sergio Bruno da Sblilanciamoci.info

Continua a leggere »

luglio 16, 2013

Keynes e la sua rivoluzione nel pensiero economico.

keynes-main-photo

Pubblichiamo l’introduzione di Emiliano Brancaccio al volume di John Maynard Keynes, “Esortazioni e profezie“ (Il Saggiatore, Milano 2011; orig. 1931). Titolo originale: “La rivoluzione da Mosca a Cambridge”.

Brancaccio mette in evidenza come il tentativo keynesiano di portare una rivoluzione nel pensiero economico si incrocia con una fase storica in cui il capitalismo, pressato dalla presenza di un modello alternativo proveniente dalla Russia sovietica, è disposto ad accettare un compromesso riformista. Il pensiero di Keynes è colmo delle “contraddizioni feconde” di un pensatore educato ed influenzato, come egli stesso ammetteva, nella “cittadella” dell’ortodossia neoclassica, ma capace di mettere in crisi molti dei fondamenti di quella dottrina. Il testo di Brancaccio inoltre smonta alcuni luoghi comuni su Keynes, figli di una lettura fuori dal contesto di due sue notissime affermazioni: “Nel lungo periodo siamo tutti morti” e la metafora delle buche nel terreno.

 di Emiliano Brancaccio
Continua a leggere »

luglio 16, 2013

Perchè ho presentato un esposto nei confronti di Roberto Calderoli.

  Dopo aver a lungo riflettuto, questo pomeriggio mi sono recato presso la Questura di Bergamo dove ho presentato un esposto indirizzato alla Procura della Repubblica di Bergamo nei confronti di  Roberto Calderoli, per le frasi pronunciate in odio del Ministro Kyenge. La mia coscienza di cittadino, di socialista,  di cattolico mi ha impedito di rimanere inerte nel momento in cui la casta dei politici ha colpevolmente assolto un rappresentante dello Stato che riveste una delle più importanti cariche pubbliche. Inoltre quello che ha detto Calderoli rappresenta l’ennsimo episodio di intolleranza e risentimento razziale con l’intento di suscitare negli adepti della lega e non solo il sentimento di odio etnico – razziale e a dar luogo al pericolo di futuri ccomportamenti discriminatori nei confronti dei tanti immigrati che vivono la nostra realtà sfruttati ed emarginati. E’ una deriva alla quale non si può rimanere inerti anche alla luce della recente visita di Papa Francesco a Lampedusa che ha lanciato un messaggio di tolleranza, solidarietà, fraternità.