Archive for maggio 21st, 2013

maggio 21, 2013

Celodurismo: cosa sarà mai?

L’agenzia di stampa Reuters, una delle più importanti del mondo, ha provato a tradurre per il pubblico statunitense alcune parole chiave del dibattito politico italiano. Uno spettacolo che merita di essere vissuto fino in fondo, con gli strumenti lessicali adatti. E allora si va da “bunga bunga” a “casta“, da “olgettine” a “inciucio“, da “grillini” a “pianista“. Uno slang che non puoi trovare in un semplice dizionario – scrive Naomi O’Leary – un mondo “colorato e bizantino” (qui si va di eufemismo) fatto di uno slang altrove incomprensibile. Per dire, “compravendita” diventa “purchase agreement”, e vabbé, “esodati” “exiled ones”, e poi il migliore di tutti: “celodurismo” viene tradotto in “I have it hardism”. Sempre per quella storia dell’autorevolezza.

Leggi tutto:

maggio 21, 2013

Dovevano salvare l’Italia.

         Riepilogando. In pochi giorni il Popolo della Libertà – al governo del Paese con Enrico Letta – ha messo sul tavolo la legge sulle intercettazioni, il noto “bavaglio”, il comma ammazza-blog, il condono edilizio, e ora pure la “salva-Dell’Utri“, per dimezzare le pene relative al concorso esterno in associazione mafiosa. Bavagli, condoni, nuove ad personam. Pacificazione, la chiamano.
maggio 21, 2013

Salvate il soldato Dell’Utri.

Dopo pochi minuti il Corriere ha deciso di cambiare titolo.

 

– grazie a @raffroma e @paolo_raspa
maggio 21, 2013

Giappone, le luci e le ombre dell’Abenomics: più Keynes o più Friedman?

Shinzo-Abe1-400x285

L’Abenomics, la dottrina economica del premier giapponese Shinzo Abe, fa discutere il mondo. Il primo trimestre del 2013 ha segnato una crescita (annualizzata) del +3,5% del Pil. Due dati positivi sono evidenti: il primo è il calo della disoccupazione (4,1%) e il secondo è la svalutazione dello Yen (-30% rispetto al dollaro) che aiuta a trainare le esportazioni. Eppure l’indice delle attività composito, un indicatore dello stato di salute dell’economia reale, continua a mostrare segni di debolezza significativi.  Il rischio, paventano molti, è che l’espansione monetaria in atto stia sì ridando fiducia, ma che essa si stia riversando principalmente sui mercati finanziari (la Borsa di Tokyo macina rialzi record ogni giorno) e non sull’economia reale, con il rischio di creare nuove bolle. A tale proposito tuttavia occorre rilevare che i capitali, invece che fluire, stanno fuggendo dal Giappone, attratti dai rialzi dei titoli di stato dei paesi deboli dell’Europa. Mentre negli ultimi giorni si è assistito ad un improvviso rialzo degli interessi sui titoli di stato giapponesi, quelli dei PIIGS sono in calo. Se questo è un vantaggio per noi per i minori interessi, dall’altro è il sintomo di un incipiente massiccio indebitamento con l’estero che, un giorno non troppo lontano, potrebbe chiederci il conto, riproducendo la crisi dei debiti sovrani dalla quale apparentemente sembriamo in lenta guarigione.

Continua a leggere »

maggio 21, 2013

Longevità femminile superiore alla maschile: complice il sistema immunitario, più giovane.

Le , si sa, tendono a vivere più a lungo degli uomini. Il segreto di questa non è però limitato a un diverso stile di vita (uno studio precedente aveva dimostrato che nel 60% dei casi le vivono più a lungo perché non fumano), ma anche dal diverso modo di invecchiare del femminile rispetto a quello maschile. A svelarlo è uno studio pubblicato sulla rivista Immunity & Ageing da Katsuiku Kirokawa e colleghi della Medical and Dental University di Tokyo, secondo cui le difese immunitarie femminili diminuiscono più gradualmente rispetto a quelle degli uomini, risucendo, così, a combattere le infezioni per più anni.immune system structures 1 300x240 Longevità femminile superiore alla maschile: complice il sistema immunitario, più giovane

Per giungere a questa conclusione Kirokawa e colleghi hanno misurato i livelli di e di alcune moelcole che partecipano alla risposta immunitaria, le chitochine, in campioni di sangue prelevati da 356 uomini e in buono stato di salute di età compresa tra i 20 e i 90 anni.

maggio 21, 2013

Scoperto il batterio che può contrastare l’obesità, e vive nascosto nell’intestino.

Si chiama e vive nel muco
L’ e i problemi metabolici ad essa associati potrebbero essere contrastati grazie ad un batterio che vive nell’intestino. Il suo nome è e a svelare le sue potenzialità è uno studio pubblicato si Pnas da un gruppo di ricercatori provenienti dalle Università di Helsinki (Finlandia), Wageningen (Paesi Bassi) e Lovanio (Belgio).
Akkermansia muciniphilia 300x164 Scoperto il batterio che può contrastare lobesità, e vive nascosto nellintestino
Recentemente gli stessi scienziati hanno scoperto che sia nei topi che nell’uomo tanto più questo batterio è abbondante, tanto minore è il peso corporeo. Questo nuovo studio ha dimostrato che i suoi livelli diminuiscono nei topi obesi o affetti da diabete di tipo 2. Non solo, un’alimentazione arricchita di prebiotici – sostanze che stimolano la crescita dei batteri amici della salute – normalizza i livelli del batterio e migliora il profilo metabolico degli animali. Infine, un trattamento a base di A. muciniphila contrasta i disturbi metabolici indotti da un’alimentazione ricca di , accumulo di adipe, infiammazione e resitenza all’insulina inclusi.

A. muciniphila vive all’interno dello strato di muco che riveste la parte intestinale, dove è responsabile della degradazione di note con il nome di . La somministrazione ai topi obesi contrasta proprio la riduzione di questo strato di muco indotta dall’alimentazione aumentando, allo stesso tempo, i livelli intestinali di endocannabinoidi, molecole che partecipano al controllo dell’infiammazione, della sensibilità all’insulina e del metabolismo dei e dell’energia.

maggio 21, 2013

In Ue ok 95% coste balneabili, Italia in top ten.

mappa spiagge balneabili italiane mappa spiagge balneabili italiane

BRUXELLES – Tempo di pagelle per le aree di balneazione dell’Ue, che superano l’esame a pieni voti: il 95% dei siti sulle coste e il 91% di quelli di laghi e fiumi europei risultano in regola. Nella top ten dell’eccellenza l’Italia, al di sopra della media Ue. E’ quanto emerge dal rapporto annuale dell’agenzia europea dell’ambiente (Aea), sulla base dei dati della stagione 2012.

In Europa, le piccole Cipro e Lussemburgo vedono tutti i propri siti di balneazione raggiungere il massimo della qualita’, seguite da Malta (97%), Croazia (95%), Grecia (93%), Germania (88%), Portogallo (87%), Italia (85%), Finlandia (83%) e Spagna (83%), sopra la media Ue del 78% e nettamente avanti ad altri Paesi, come Francia e Slovenia. Un ottimo risultato per l’Italia, che conta il maggior numero dei siti di balneazione dell’Ue: 5.509 su un totale di 22.184 nei 27 Paesi dell’Unione piu’ Croazia e Svizzera. Seguono Francia (3.322), Spagna (2.156) e Grecia (2.155). A fare la parte del leone sono soprattutto le tante spiagge italiane, che nel 96,6% dei casi soddisfano i requisiti obbligatori di qualita’, un dato che scende al 91,6% nel caso delle aree di balneazione di laghi e fiumi.

maggio 21, 2013

Surriscaldamento globale e catastrofi naturali: il dibattito resta aperto.

La temperatura media globale è aumentata di 4 gradi dall’inizio della Rivoluzione Industriale, ma sono soprattutto gli oceani ad assorbire il surriscaldamento. Fra allarmismo e negazionismo la verità sta nel mezzo

Il tornado in Oklahoma è l’ulteriore schiaffo in faccia ai negazionisti, a tutti quegli studiosi – molti a libro paga delle compagnie petrolifere o dei repubblicani – che escludono qualsiasi rapporto di causalità fra surriscaldamento globale e catastrofi naturali.

Secondo un gruppo di ricercatori dell’Università di Oxford, la temperatura si assesterà su 4 gradi in più di quella registrata prima della Rivoluzione Industriale, questo tenendo conto della crescita registrata negli ultimi dieci anni, di due gradi superiore a quella che garantirebbe stabilità climatica al pianeta.

Gli scienziati dell’Università di Oxford assicurano come questa situazione provochi gravi catastrofi in vaste zone della Terra, causando siccità, inondazioni, ondate di calore e tornadi che hanno effetti deleteri sulla produzione agricola e costringono a migrazioni di massa.

Alexander Otto, uno degli autori della ricerca, ha dichiarato a The Guardian che ci sono molti fattori che non possono inclusi nei modelli abitualmente utilizzati dai climatologi: il surriscaldamento più recente, per esempio, è stato assorbito dagli oceani, ma non tarderà a compiere il suo ciclo nell’aria visto che l’espansione termica delle acque è uno dei fattori che si sommano all’aumento del livello del mare.

maggio 21, 2013

Il PDL cerca di salvare Dell’Utri.

Condanna dimezzata per concorso esterno in associazione mafiosa. Niente carcere e intercettazioni per chi svolge attività sotterranea di supporto ai componenti dell’associazione mafiosa. Si dovrà dimostrare che c’è un profitto. Lo prevede il testo Pdl appena assegnato in commissione Giustizia del Senato, relatore Giacomo Caliendo.

Proprio per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa è stato condannato in appello Marcello Dell’Utri, ex senatore del Pdl e amico di Silvio Berlusconi. La pena inflitta è di 7 anni di reclusione. La terza sezione della corte di appello di Palermo ha respinto la richiesta di arresto di Dell’Utri, avanzata dalla procura generale per il “pericolo di fuga dell’imputato”

maggio 21, 2013

Il PD salva ancora una volta il terrorista Berlusconi.

https://i2.wp.com/i.huffpost.com/gen/1148567/thumbs/r-FRANCESCO-NITTO-PALMA-large570.jpg La seduta della Giunta delle elezioni del Senato è stata rinviata “a data da destinarsi”. Lo ha annunciato la presidente di turno a Palazzo Madama, Linda Lanzillotta. Che schifo. Aspettano che la gente scenda in strada coi mitra. banditi.