“Non voterò il candidato della Lega. Spetta a Sel o al M5S”. Parola di Felice Casson.

Casson  Lo dice senza girarci attorno, Felice Casson, senatore del Pd, ex magistrato, grande critico dell’accordo su Nitto Palma alla commissione Giustizia: “Io – afferma all’HuffPost – non ci penso proprio a votare il candidato della Lega alla Giunta per l’immunità. Proprio questa spiega all’HuffPost Casson, che della Giunta fa parte, e cioè che un altro caso Nitto Palma non ci sarà: “La legge parla chiaro, il presidente deve andare all’opposizione. E la Lega non è opposizione. Si è astenuta sul governo, ha votato Nitto Palma. Quindi il presidente o spetta a Sel o a Cinque stelle”. Determinato, Casson dice che la sua posizione non è trattabile. E non è l’unico, tra gli otto del Pd. Lo ripete più di una volta: “Non ci penso proprio ad astenermi. Né voterò il candidato della Lega”.

E adesso dipende tutto dal Pd. Vediamo i numeri: tutto centrodestra, con Lega e Gal, ha otto senatori; otto ne ha il Pd, quattro M5S, e uno Sel. Il che significa, come dice Schifani che una maggioranza sull’ineleggibilità di Berlusconi c’è. Anche su questo Casson è più prudente: “Non anticipo nulla. Dico solo che i precedenti non sono vincolanti”. E dire che non ci sono precedenti, significa dire tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: