Archive for Mag 20th, 2013

Mag 20, 2013

“Non voterò il candidato della Lega. Spetta a Sel o al M5S”. Parola di Felice Casson.

Casson  Lo dice senza girarci attorno, Felice Casson, senatore del Pd, ex magistrato, grande critico dell’accordo su Nitto Palma alla commissione Giustizia: “Io – afferma all’HuffPost – non ci penso proprio a votare il candidato della Lega alla Giunta per l’immunità. Proprio questa spiega all’HuffPost Casson, che della Giunta fa parte, e cioè che un altro caso Nitto Palma non ci sarà: “La legge parla chiaro, il presidente deve andare all’opposizione. E la Lega non è opposizione. Si è astenuta sul governo, ha votato Nitto Palma. Quindi il presidente o spetta a Sel o a Cinque stelle”. Determinato, Casson dice che la sua posizione non è trattabile. E non è l’unico, tra gli otto del Pd. Lo ripete più di una volta: “Non ci penso proprio ad astenermi. Né voterò il candidato della Lega”.

E adesso dipende tutto dal Pd. Vediamo i numeri: tutto centrodestra, con Lega e Gal, ha otto senatori; otto ne ha il Pd, quattro M5S, e uno Sel. Il che significa, come dice Schifani che una maggioranza sull’ineleggibilità di Berlusconi c’è. Anche su questo Casson è più prudente: “Non anticipo nulla. Dico solo che i precedenti non sono vincolanti”. E dire che non ci sono precedenti, significa dire tutto.

Mag 20, 2013

I semi del suicidio


Vandana Shiva – “La Monsanto è un’impresa agricola. Applichiamo innovazione e tecnologia per aiutare i coltivatori di tutto il mondo a produrre di più conservando di più. Produrre di più – Conservare di più – Migliorare la vita dei coltivatori.”

Queste sono le promesse della Monsanto sul suo sito Web, assieme a fotografie di agricoltori prosperi e sorridenti dello stato delVisualizza altro

Mag 20, 2013

Le “tangenti per la rivoluzione” delle milizie anti-Assad.


Agenzia Fides – Hassakè – “Le milizie del Free Syrian Army e i gruppi jahidisti fanno pagare pesanti pedaggi a tutti i mezzi provenienti dalle aree di Damasco e di Aleppo che trasportano merci. Dicono che quei soldi servono per comprare le armi, sono come ‘tangenti per la rivoluzione’. Per questo adesso i prezzi dei viveri nelle nostre ciVisualizza altro

Mag 20, 2013

Muos, consolato Usa dà lo stop ai lavori.


Arriva la conferma della sospensione dei lavori di costruzione dell’impianto di telecomunicazioni Muos a Niscemi. Crocetta: soddisfatto dell’accordo.
Il Console americano Donald Moore, nel corso di un colloquio con il presidente della Regione Rosario Crocetta, ha confermato che la Marina degli Stati Uniti ha sospeso, «in ossequio a quanto deciso nell’inconVisualizza altro

Mag 20, 2013

La gabanelli fa incazzare Beppe Grillo.

Report, ieri sera puntata dedicata al tema del finanziamento pubblico ai partiti. All’interno, un servizio dedicato al Movimento di Beppe Grillo. Che non è piaciuto affatto, da quelle parti: e allora ecco che nel giro di poche settimane Milena Gabanelli passa da possibile candidata 5 Stelle per la presidenza della Repubblica, a “giornalista filo-piddina“, “di parte“, che oramai “conosciamo i suoi obiettivi“, stando alle critiche più moderate.

Mag 20, 2013

Il matrimonio del secolo.

Leggevo l’intervista che il presidente Rai Anna Maria Tarantola ha rilasciato a La Stampa, e c’è un passaggio che ritengo abbastanza interessante.

Che cosa volete fare della Rai? Quali i caratteri distintivi del servizio pubblico?
«La qualità, sempre, in tutto: informazione, fiction, intrattenimento. Qualità vuol dire equilibrio, correttezza, no al sensazionalismo, no alla Tv del dolore… E poi vorrei un’informazione verificata, con un pluralismo non solo politico, ma di genere, di culture, di territorio, di voci… Mai più Miss Italia e Isola dei Famosi».

Ma avete trasmesso il matrimonio di Valeria Marini.
«Sono incidenti che possono sempre succedere e spero che ne succedano sempre di meno».

Mag 20, 2013

Berlino, Roma e i dolori del giovane euro.

vlahovic-germany

I guai dell’Eurozona originano da una grave anomalia: l’essere imperniata su un paese esportatore, che drena valuta invece di crearla. Il ritorno della Mitteleuropa. Il bluff delle ‘triple A’. Se la moneta comune salta, un’Italia senza timoniere rischia la deriva.

di Marcello De Cecco e Fabrizio Maronta da Limes 4/13 

Continua a leggere »

Mag 20, 2013

Arterie: scoperto un gene implicato nel loro indurimento.

Gli scienziati del Sanford-Burnham Medical Research Institute hanno scoperto un sul quale si puo’ andare ad agire per pevenire l’ delle . Lo studio compare sulla rivista ‘Arteriosclerosis, Thrombosis and Vascular Biology’. cutsectionofartery 300x211 Arterie: scoperto un gene implicato nel loro indurimentoIl in questione si chiama Dkk1 e codifica per una proteina che gioca un ruolo nell’incremento della popolazione delle del tessuto connettivo durante la riparazione delle ferite.
Si tratta di un’attivita’ eccessivamente prolungata di questo puo’ pero’ portare a fibrosi e all’irrigidimento delle . La scoperta suggerisce che lo sviluppo di terapie farmacologiche che inibiscano selettivamente l’attivita’ endoteliale del Dkk1 potrebbe limitare le malattie arterioscleroriche.

Mag 20, 2013

Parkinson: malattia che abbassa l’età di incidenza.

L’età dell’esordio della di si abbassa sempre più e, oggi, 10 malati su 100 hanno meno di 40 anni. Parte una Campagna di sensibilizzazione sul che culminerà con la Giornata Nazionale del 30 novembre e punta a far luce su una che non colpisce le sole fasce di anzianità
Parkinsons 300x225 Parkinson: malattia che abbassa letà di incidenza
Il è “sempre più giovane”. La che fino a poco tempo fa si credeva infatti colpire soltanto le persone anziane, mostra una specie di inversione di tendenza, andando a interessare fasce d’età sempre più basse, tanto che oggi 10 malati su 100 hanno meno di 40 anni.

«A differenza di quanto è stato ipotizzato sino a un recente passato – sostiene il Comitato Limpe e Dismov-Sin promotore della Giornata Nazionale del 30 novembre – il non è legato all’età avanzata».
Una recente ricerca britannica condotta dal prof. Colin Pritchard, poi, evidenzia come vi sia stato un’allarmante “epidemia nascosta” di aumento dei decessi neurologici tra il 1979 e il 2010 di adulti (sotto i 74 anni) nei paesi occidentali.

Mag 20, 2013

Cambiamenti climatici: i viticoltori altoatesini si adeguano.

Con questo trend climatico nella Val d’Isarco sarà possibile raddoppiare la superficie dei vitigni

 

 

Fino a un paio di decenni fa il Pinot nero veniva vendemmiato fra la fine di ottobre e i primi giorni di novembre, oggi lo si vendemmia a settembre. Fra le montagne dell’Alto Adige i cambiamenti climatici lasciano il segno e lo fanno a una velocità spaventosa, tanto che in una tavola rotonda organizzata negli scorsi giorni dal Centro di sperimentazione si è parlato di un possibile raddoppio della superficie coltivata nella Val d’Isarco, proprio grazie ai cambiamenti climatici.

Attualmente la superficie adibita alla viticoltura ammonta a 5.300 ettari ma la percentuale dei vini bianchi (Pinot Grigio, Gewürztraminer e Chardonnay) è del 55%, mentre quella dei vini rossi è del 45% (Schiava, Lagrein e Pinot Nero). La produzione annua si attesta sui 350mila ettolitri di vino così ripartiti: 70% dalle cooperative, 25% dall’associazione delle tenute vinicole e il 5% da vignaioli indipendenti.

 

Che la viticoltura si stia spostando sempre più a Nord lo aveva già messo in luce Andrea Spinelli Barrile in un post di qualche tempo fa: alla “settentrionalizzazione” del vino si accompagna anche una progressiva anticipazione della maturazione e, dunque, della vendemmia. Nelle terre del Barolo, per esempio,  si è passato dall’ottobre di venti anni fa al settembre di oggi.