Archive for Mag 16th, 2013

Mag 16, 2013

Deserto di pneumatici nei deserti del Kuwait .



Più di 7 milioni di pneumatici sono stati abbandonati nei deserti del Kuwait. Queste incredibili immagini mostrano la montagna di gomme usate visibili addirittura dallo spazio.
Il Kuwait paga quattro diverse compagnie per scavare delle buche che siano riempite da milioni di pneumatici usati che si accumulano un anno dopo l’altro.

Visualizza altro

— con Sam Fisher, Cristian Barbieri, Pasquale Il Biondo Citro e Matteo Niccolò Amicucci

Mag 16, 2013

Caseifici aperti per dire “grazie”

Un anno dopo il terribile sisma avvenuto tra l’Emilia e la Lombardia, i caseifici produttori di Parmigiano Reggiano che hanno subito danni e si sono rialzati grazie alla solidarietà e alla vicinanza dimostrata da tutti i consumatori, hanno deciso di dire grazie aprendo le strutture di produzione.
Visualizza altro

— con Federico Marigliano, Fiammetta Mariani, Livia Marigliano, Cristina MadameChauchat, Chiara Guidotti e Valentina Boccia

Mag 16, 2013

Premiata a Padova la prima cassetta fatta con i tappi di plastica riciclati


Il 6 maggio Plastic Nord, azienda padovana che opera nel riciclo della plastica, è stata premiata all’edizione 2013 del Made in Padova per la cassetta ortofrutticoVisualizza altro

Mag 16, 2013

Francesco I°.

Poi aggiunge: "Io amo ricchi e poveri, ma il denaro non deve dominare"

“Va riconosciuto che la maggior parte degli uomini e delle donne del nostro tempo continuano a vivere in una precarietà quotidiana con conseguenze funeste”. Lo ha detto Papa Francesco in un discorso rivolto questa mattina ad alcuni ambasciatori che hanno presentato oggi le Lettere credenziali.

Il nuovo Pontefice ha quindi denunciato “la paura e la disperazione che prende i cuori di numerose persone, anche nei paesi cosiddetti ricchi” così che “la gioia di vivere va diminuendo, l’indecenza e la violenza sono in aumento, la povertà diventa più evidente”.

Bergoglio ha dunque invocato “un ritorno dell’etica in favore dell’uomo nella realtà finanziaria e economica” e ha spiegato che “il denaro è diventato un idolo” e che “ideologie promuovono la autonomia assoluta dei mercati e speculazione finanziaria, c’è una tirannia invisibile, a volte virtuale delle leggi del mercato”.

Allo stesso tempo però ha evidenziato, parlando in terza persona, come “il Papa ama tutti, ricchi e poveri, ma ha il dovere, in nome di Cristo, di ricordare al ricco che deve aiutare il povero, rispettarlo, promuoverlo”.

Mag 16, 2013

Quando non si parla di giustizia tutti in ferie.

puppato-banchi2-vuoti.JPG La denuncia di Laura Puppato (PD) su Facebook:

Giovedì 16 maggio, ore 11.00, Senato della Repubblica, Roma. Question time con il ministro Giovannini su esodati e lavoro. Questi i banchi del centrodestra (Pdl e Lega). Vuoti. Deserti. Come quando si parlava dei terremotati dell’Abruzzo e dell’Emilia. Il lupo perde il pelo… ma non il vizio.

Mag 16, 2013

Nuova legge bavaglio.

bavaglio-1-il-manifesto

La vignetta oggi su il manifesto.

Mag 16, 2013

La politica fa bene a Mediaset.

Bella trimestrale, certo. Sta di fatto che il primo mese di governissimo Pd-Pdl si appresta a chiudersi con ottimi risultati, come non se ne vedevano da tempo, per Mediaset.

 

 

– grafico: La Stampa / via danx
Mag 16, 2013

Luci e ombre del “modello Islanda”.

Iceland holds referendum on repayment

Alla fine del 2008 l’Islanda è stata travolta dalla crisi finanziaria internazionale e la sua economia ha perso più del 6,5 per cento del pil. Un paio di anni dopo però era già tornata a crescere e a creare posti di lavoro. In mezzo due decisioni che hanno attirato l’attenzione di tutto il mondo: la scelta di non pagare (in parte) i debiti delle proprie banche verso l’estero e l’approvazione di una nuova Costituzione redatta in forma partecipativa. Un modello esportabile?

Daniela Palma e Guido Iodice da Micromega 4/2013
Continua a leggere »

Mag 16, 2013

Tumori al seno, 10% pazienti perde il lavoro per malattia.

Tumori al seno, 10% pazienti perde il lavoro per malattia Tumori al seno, 10% pazienti perde il lavoro per malattia

 

ROMA – Il 10% delle donne malate di tumore della mammella perde il lavoro, per licenziamento, dimissioni o altre cause, e molte altre hanno problemi professionali. Lo afferma un’indagine Censis presentata al Senato dalla Favo, la Federazione delle associazioni di volontariato, in occasione della giornata del malato oncologico.

Secondo i numeri dell’indagine in seguito all’insorgenza della patologia e’ stato licenziato il 3,4% dei pazienti con tumore alla mammella intervistati, e ad aver dovuto dare le dimissioni, cessare l’attivita’ commerciale, professionale o artigianale e’ stato il 6,2%; oltre il 42% e’ stato costretto a fare assenze associate alla patologia ed alla cura (32,1% tra gli altri malati), il 33,1% rileva che si e’ ridotto il suo rendimento suo malgrado, il 16% circa ha dovuto mettere da parte propositi di carriera (il 6,2% tra gli altri) e quasi il 12% ha dovuto chiedere il part-time o altre modalita’ di lavoro flessibile o di riduzione dell’orario (rispetto al 4,3% degli altri pazienti).

Mag 16, 2013

Avanzi gourmet e piatti a km0. Spesa salutare in tempi crisi.

. .

Alimentarsi bene si puo’ anche in tempi di recessione economica, scegliendo cibi meno costosi ma ad alto valore nutritivo e adottando piccole strategie che fanno bene anche all’ambiente. I suggerimenti per riuscire a fare una spesa ricca dal punto di vista nutrizionale spendendo meno sono elencati un decalogo stilato dagli esperti della Associazione italiana dietisti, Andid, riuniti per il 25esimo congresso nazionale in corso da oggi fino a domenica a Firenze.

”Riducendo gli acquisti, scegliendo i cibi migliori e a Km 0, riusando cio’ che si ha in frigorifero e riciclando si riducono gli sprechi, si risparmia e si guadagna salute” sottolinea Giovanna Cecchetto, Presidente Andid. Risparmiare non vuol dire rinunciare alla piramide alimentare e a tavola e’ bene dare la preferenza a frutta e verdura di stagione, legumi e cereali possibilmente prodotti localmente, acquistati anche nei mercatini dei coltivatori diretti sparsi per la citta’. Le verdure, anche quelle avanzate, possono arricchire gustosi primi e secondi piatti gourmet, saziano facendo bene alla salute ed al portafogli. Anche i legumi, secchi o freschi come ceci, fagioli, lenticchie, fave e piselli possono dar vita, combinati con i cereali, a saporiti ed invitanti piatti unici a costo minimo. Ad ogni pasto principale e’ bene inserire almeno una porzione di pane, pasta, riso,mais o patate, privilegiando i prodotti integrali e a ridotto contenuto in grassi e non dimenticare mai di aggiungere un piatto ”generoso” di verdura cotta o cruda.