Blitz di Greenpeace nel Canale di Sicilia.

Segni lasciati dalla pesca a strascico sul fondale marino (immagine archivio) Segni lasciati dalla pesca a strascico sul fondale marino (immagine archivio)

PALERMO – Blitz nel Canale di Sicilia della nave di Greenpeace “Arctic Sunrise” che ha intercettato una coppia di “volanti”, imbarcazioni che usano reti a strascico semipelagiche per la pesca delle acciughe e delle sardine. Due attivisti si sono tuffati in mare con grandi boe per fermare simbolicamente questi pescherecci che stanno distruggendo le risorse ittiche grazie a una “licenza sperimentale” che viene rinnovata ogni sei mesi dal Ministero delle Politiche Agricole.

Altri attivisti, su un gommone, si sono affiancati alle volanti, mostrando due striscioni: “Questa pesca svuota il mare” e “Esperimento pericoloso”.

La popolazione delle acciughe nel Canale di Sicilia è ormai al limite del collasso e secondo i dati della Commissione Generale della Pesca nel Mediterraneo (CGPM) della FAO, negli ultimi tre anni in media si sono pescate circa 5.160 tonnellate di acciughe, quasi il doppio del massimo sostenibile (solo 2.359 tonnellate).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: