FMI riconosce che i tagli in Grecia sono stati ingiusti. Ma la cura continua.

https://quadernisocialisti.files.wordpress.com/2013/04/grecia.jpg

Un’Europa a due velocità, con i paesi ricchi che trainano l’economia e i cosiddetti Piigs sempre più poveri. La Grecia è diventata un osservatorio privilegiato dell’operazione di asservimento delle economie nazionali in nome di un’entità sovranazionale e qui, come in tutti i Paesi dell’area mediterranea, si è delineata la precisa strategia di creare popoli sottomessi e pronti ad accettare misure anticrisi in realtà atte a favorire banchieri e industriali.

Dopo il taglio a pensioni e salari, la macelleria sociale greca vivrà una fase che la Troika ha definito di “riequilibrio”, attraverso la lotta all’evasione, la riforma del settore pubblico e un processo di liberalizzazioni che mirerebbe a favorire la competitività.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: