mangiare pochi salumi per vivere meglio.

Un recente studio, condotto in 10 paesi europei e coordinato dall’Università di Zurigo, ha dimostrato che i più grandi consumatori di insaccati avevano una probabilità maggiore del 44% di morire prematuramente rispetto a chi ne mangiava meno. Alti livelli di consumi aumentano il rischio di morte per problemi cardiaci del 72% e quella per tumori dell’ 11% , con il rischio totale che aumenta del 18% ogni 50 grammi consumati in più. Secondo i ricercatori, se tutti si limitassero a 20 grammi al giorno di salumi, il 3% di tutte le morti premature potrebbe essere evitato. Questo rischio, comunque, sembra non riguardare l’Italia che è il paese – dopo la Grecia – in cui si consuma la minore quantità di carni trasformate. Lo studio di Zurigo, invece, ha visto tale incidenza per consumi veramente alti, dell’ordine di 160 grammi di carni trasformate al giorno. Valori che non sono comuni nella popolazione italiana: stando ai dati dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione in media consumiamo intorno ai 30 grammi al giorno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: