Archive for marzo 27th, 2013

marzo 27, 2013

Scusi permette una domanda?

Perchè si mette la maschera?Perchè cancella interventi dal suo blog?Perchè per mesi e mesi è andato gratis nelle piazze a raccontare che avrebbe cambiato questo paese? Perchè adesso che avrebbe dovuto farlo invece non lo fa?E PERCHE’ ADESSO NON CONVOCA UN GRANDE COMIZIO PER SPIEGARE QUESTA SUA SCELTA?Coraggio grillo parlante la piazza ti aspetta!!!!!!!!

marzo 27, 2013

Sicilia: Crocetta revoca l’incarico a Battiato.

Il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, ha deciso di revocare l’incarico di assessore regionale al Turismo al maestro Franco Battiato.

Come definireste la Santanchè? Come definireste Alfano? Come definireste Maurizio Lupi?Come definireste mario Monti?

L’Italia per bene e moderata non può sopportare di essere offesa da un mascalzone come Franco Battiato. Può però sopportare un signore che ha detto che Eluana Englaro poteva partorire e che mangano,  suo stalliere, noto mafioso, era un eroe.

da vomito!!!!!

marzo 27, 2013

Krugman: “Cipro lasci l’euro. Ora”

Paul-Krugman-218x218 (1)di Paul Krugman, da krugman.blogs.nytimes.com

Un corrispondente che stimo mi ha (gentilmente) sfidato a dire chiaramente quello che penso dovrebbe fare Cipro – lasciando da parte tutte le domande relative realismo politico. E ha ragione: mentre io penso che sia OK passare la maggior parte del mio tempo su questo blog entro i limiti del politicamente possibile, e basandosi su una combinazione di ragionamenti e ironia per spingere quei limiti nel corso del tempo, una volta ogni tanto dovrei solo affermare categoricamente che cosa avrei fatto se ne avessi la possibilità.

Per cui, ecco: sì, Cipro dovreb

marzo 27, 2013

Arriva il Grande Fratello.

Contratti derivati, fondi pensioni, acquisti di oro e preziosi. Tutto verrà trasmesso all'Agenzia delle Entrate

Per combattere l’evasione fiscale, arriva il Grande Fratello. Verrà attivata infatti l’Anagrafe dei rapporti finanziari. Il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, ha firmato il provvedimento che rende operativo questo strumento, previsto dal decreto “salva Italia”, che sarà applicato a conti correnti, depositi, contratti derivati, fondi pensioni, investimenti vari, acquisti di oro e preziosi, utilizzo delle carte di credito e persino delle cassette di sicurezza. I primi dati inizieranno ad affluire a fine ottobre e saranno relativi al 2011. Poi a marzo 2014 quelli del 2012. Quindi di aprile in aprile quelli dell’anno precedente.

Attraverso il SID (Sistema di Interscambio flussi Dati), ogni singolo operatore finanziario invierà i nostri dati all’Agenzia delle Entrate. I dati e le informazioni relativi all’anno 2011 vanno inviati entro il 31 ottobre 2013. Quelli relativi all’anno 2012 vanno entro il 31 marzo 2014. A regime, gli operatori finanziari dovranno effettuare la comunicazione annualmente e trasmetterla entro il 20 aprile dell’anno successivo a quello al quale sono riferite le informazioni.

I dati da trasmettere con la comunicazione integrativa annuale sono quelli identificativi del rapporto finanziario, quelli relativi ai saldi iniziali e finali del rapporto riferiti all’anno interessato dalla comunicazione e i dati degli importi totali delle movimentazioni distinte tra dare e avere per ogni tipologia di rapporto, conteggiati su base annua.

marzo 27, 2013

L’unica cosa che sta a cuore a Berlusconi.

Ce ne parla Gianluca De Martino su HuffingtonPost:

A mettere nero su bianco il progetto di modifica all’articolo 68 della Costituzione è stato il deputato Raffaello Vignali, rieletto in Lombardia nella lista del Popolo delle Libertà, già presidente della Compagnia delle Opere, uomo di Comunione e liberazione. La proposta consiste nell’estendere le tutele per i parlamentari, che non potranno essere “sottoposti a procedimenti penali” senza l’autorizzazione della Camera di appartenenza.

Dal 1993 la Costituzione restringe l’immunità e prevede che nessun ramo del Parlamento possa fermare un arresto in seguito a sentenza irrevocabile.

Il voto delle Camere attualmente è richiesto solo per applicare una misura cautelare, per effettuare una perquisizione personale o domiciliare nei confronti di un parlamentare. “Eguale autorizzazione – si legge nella proposta di Vignali – è richiesta per trarre in arresto o per mantenere in detenzione un membro del Parlamento in esecuzione di una sentenza anche irrevocabile”.

marzo 27, 2013

La televisione verità. Bugiarda come il suo capo.

Altro episodio dubbio su Canale 5, era tutto preparato

Massimo Amistà, 37 anni, padovano con cinque figli, disoccupato da 18 mesi, è stato ospite in compagnia della moglie domenica pomeriggio alla trasmissione di Canale 5 condotta da Barbara D’Urso “Domenica Live”. Dopo aver raccontato la sua storia e i sacrifici per arrivare a fine mese, è arrivata, in diretta televisiva, una telefonata. A chiamare in trasmissione è stato Marco Maniero, imprenditore di Ponte San Nicolò (Padova), titolare di “Arredamenti Maniero”.

Per il pubblico e i coniugi Amistà la telefonata di Maniero, commosso dalla storia di questo padre di famiglia disoccupato, appare come un miracolo. L’imprenditore decide così di offrire a Massimo un posto di lavoro in diretta tivù. Peccato, però, che fosse tutto organizzato. Il lavoro c’è, un contratto a tempo determinato della durata di tre mesi, ma tutto era già stato pianificato ben prima della diretta.

“Una troupe di Canale 5 insieme a Massimo è venuta a trovarmi in azienda mercoledì scorso – conferma l’imprenditore al “Corriere del Veneto” -, noi avevano bisogno di manovalanza e allora ho pensato “perché no?”. Ho anche deciso di estendere il contratto iniziale da uno a tre mesi per dare fiducia a quest’uomo”.

“Sono entrato in contatto casualmente con Canale 5 – ha raccontato Massimo Amistà – ho raccontato la mia storia e poi loro mi sono venuti a prendere a casa e mi hanno portato in giro per negozi e aziende della zona alla ricerca di lavoro. Dopo due ore avevo trovato questo impiego”.

marzo 27, 2013

Non solo la metro.

marzo 27, 2013

e lui continua a dettare le regole del gioco.

marzo 27, 2013

Il settennato di Dell’Utri.

 
“Posso dire che Marcello Dell’Utri ha dato tanto alla cultura politica di questo Paese: appassionato bibliofilo, è stato presidente della commissione Biblioteca del Senato per tanti anni. Stimato dai colleghi di tutti i gruppi”
(Gaetano Quagliariello, senatore Pdl, legge un comunicato in difesa di Marcello Dell’Utri, appena condannato a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa)
la tragedia è che questa condanna arrivi dopo diciannove anni, giusto il tempo di far fare a Berlusconi quella scalata al potere che lo ha reso uno degli uomini più ricchi e potenti del mondo.
E adesso grillo col suo “NO” sovietico rischia di allungargli la carriera.
marzo 27, 2013

Le Banche Centrali e la Teoria della Moneta Endogena.

Charles Goodhart

Cosa pensano della moneta endogena gli economisti monetari non eterodossi e le banche centrali? Proponiamo alcuni pareri di noti accademici e banchieri centrali da cui si evince che quella che una volta era considerata una tesi eterodossa è in realtà condivisa da molti studiosi e ancor più tra coloro che lavorano sul campo.

Continua a leggere »