Archive for marzo 16th, 2013

marzo 16, 2013

Il culo della Santanchè.

L’agenzia di stampa Agi, oggi pomeriggio, primo giorno di Parlamento: 

AGI – L’onorevole D’Alessandro (Pdl) ha salutato l’on. Santanché con una pacca sul sedere. Il deputato ha incrociato la Santanché nell’affollato Transatlantico. Santanché, completo color tortora e tacco a spillo, ha ‘reagito’ con un sorriso.

Mezz’ora dopo la smentita:

AGI – La notizia deve considerarsi annullata. L’agenzia Agi smentisce ufficialmente che l’onorevole D’Alessandro abbia salutato l’on. Santanché con una pacca sul sedere.

Cominciamo bene.

marzo 16, 2013

La grande separazione tra finanza ed economia reale.

bolla-finanziaria-280Kemal Derviş, già ministro dell’Economia della Turchia e Amministratore del programma UNDP delle Nazioni Unite, punta il dito sul ritorno del bel tempo nelle borse di tutto il mondo, che hanno superato i livelli pre-crisi. Nel frattempo però, l’economia reale continua a languire: l’Europa è in recessione e negli USA il recupero è estremamente lento, mentre il salario reale dei lavoratori americani è crollato significativamente e non sembra voler risalire. Sembrano le condizioni ideali per una nuova bolla finanziaria globale.

di Kemal Derviş, da Project Syndicate

Dalla seconda metà del 2012, i mercati finanziari hanno registrato un forte recupero in ogni parte del mondo. Negli Stati Uniti, la media industriale del Dow Jones ha raggiunto un massimo storico all’inizio di marzo, con un incremento di quasi il 9% rispetto allo scorso mese di settembre. In Europa, i “cannoni d’agosto” del presidente della Bce Mario Draghi si sono rivelati molto efficaci. Draghi, infatti, è riuscito a far dimenticare lo scivolone dell’euro promettendo un acquisto di bond dei governi membri potenzialmente illimitato. Tra il 1° settembre e il 22 febbraio, l’indice FTSEurofirst è salito di quasi il 7%. Anche in Asia, sempre da settembre, i mercati finanziari hanno segnato un rialzo, quello giapponese in particolare.

Continua a leggere »

marzo 16, 2013

Salute: 1 anziano su 3 a rischio frattura. Femore, 94mila ricoveri/anno.

Salute: 1 anziano su 3 a rischio frattura. Femore, 94mila ricoveri/anno

(ASCA) – Roma, 15 mar – Un anziano su tre rischia di cadere e fratturarsi. Considerando che nei prossimi 50 anni nel mondo si passera’ dai 600 milioni di anziani a 50 miliardi – con la conseguenza di dover fare i conti con una serie di patologie tipiche di questa eta’ fra le quali la frattura di femore sara’ sempre piu’ diffusa – si assistera’ ad un incremento esponenziale di interventi di protesi di anca dopo una caduta. Con una tipologia specifica di paziente che fara’ numeri molto significativi: il grande anziano fratturato.

Se ne e’ discusso a Roma nel corso del convegno ‘Chirurgia protesica dell’anca nel grande anziano, approccio multidisciplinare’, nell’Aula Magna dell’Ospedale Forlanini.

Le fratture di femore nel paziente anziano costituiscono un importante problema sanitario con dimensioni imponenti: ogni anno in Europa si registrano circa 500.000 nuovi casi.

In Italia, ogni anno, si contano 94.000 ricoveri solo tra gli over 65 e in quasi otto casi su dieci (78%) si tratta di donne.

marzo 16, 2013

Cellule cerebrali umane impiantate nei topi, che diventano più intelligenti.

Più intelligenti e con una capacità di  migliorata. Sono i topi sottoposti ad un  di   del , precisamente della . Queste assieme ai costituiscono il  nervoso ed hanno una funzione nutritiva e di sostegno per i , assicurando l’isolamento dei  e la protezione da corpi estranei in caso di lesioni. cellule umane 300x217 Cellule cerebrali umane impiantate nei topi, che diventano più intelligentiLa scoperta è stata messa a segno all’University of Rochester Medical Center di New York e lo studio è stato pubblicato sulla rivista ‘Celle Stem Cell. Un passo importante perché è uno dei primi lavori ad indagare il ruolo delle  gliali nello sviluppo delle capacità conoscitive dell’uomo.Un passo che potrebbe aprire una strada a terapie più mirate per le neurologiche, la schizofrenia e la malattia di Huntington.
I risultati hanno dimostrato che la , pur non avendo un ruolo nella conduzione degli impulsi elettrici neuronali, è importante nel modulare l’attività .

marzo 16, 2013

AIDS: dal veleno delle api un preziosissimo aiuto per un futuro possibile rimedio.

 caricate di un estratto dal delle  potrebbero contribuire a spazzare via il dell’, l’ umana acquisita, che causa la malattia nota anche con il nome di 

Si è da poco svolta la Campagna “#ToiletThink”, in occasione della Festa della donna, per sensibilizzare sull’importanza della prevenzionedell’ che ecco arrivare una buona notizia.
Notizia che arriva in volo sulle alette di piccole ma instancabili lavoratrici: le .melittina 300x146 AIDS: dal veleno delle api un preziosissimo aiuto per un futuro possibile rimedio

Un nuovo, importante, studio condotto dai ricercatori della Washington University School of Medicine di St. Louis suggerisce che utilizzate per trasportare una che compone il  d’ape è in grado di distruggere il  dell’umana acquisita, o , lasciando indenni le  sane circostanti.

Un grande passo quello dei ricercatori statunitensi dunque, che permetterebbe di sviluppare, tra l’altro, un gel vaginale che può impedire la diffusione del  , che causa l’ .
«La nostra speranza – spiega nella nota Washington il dottor Joshua L. Hood – è che nei luoghi in cui l’ sta dilagando, le persone potrebbero usare questo gel come misura preventiva per fermare l’infezione iniziale».
E tutto questo potrebbe essere fatto per mezzo della melittina, la principale  del d’ape, che è già stata trovata essere efficace nel contrastare i , uccidendo le .

Il fattore controindicante di questa  è che, se utilizzata in grandi quantità per ottenere maggiori risultati, può causare danni al resto dell’.

marzo 16, 2013

Strategia energetica nazionale: la bufala del gas e petrolio italiano.

La strategia energetica nazionale non è solo timida con le rinnovabili ed arrendevole con il carbone, ma è anche millantatrice a proposito dei possibili aumenti di produzione nazionale di gas e petrolio.

Per il quasi ex ministro dello sviluppo, la produzione di idrocarburi nazionali deve naturalmente essere “sostenibile” (p.110). Cosa significhi non ce lo spiega esattamente, visto che si lamenta  delle limitazioni alle trivellazioni off shore (p.114) e bontà sua ci fa sapere che rinuncerà al facking (p.115).

CIò che è invece del tutto intollerabile è la manipolazione dei dati. Parlando di idrocarburi, si dice che “le risorse potenziali ammontano a 700 Mtep“, valore ritenuto definito “largamente per difetto” poichè l’attività esplorativa si è ridotta al minimo nell’ultimo decennio. (1)

Non si sa bene dove il ministro (o i suoi spin doctors dell’ENI forse) si sia sognato tutto questo eldorado fossile. Il grafico in alto confronta la produzione storica con le aspettative strategiche, mostrando un’improbabile inversione di tendenza.

Continua a leggere: Strategia energetica nazionale: la bufala del gas e petrolio italiano

marzo 16, 2013

Navi dei veleni: la relazione della Commissione parlamentare d’inchiesta.

La Commissione parlamentare d’inchiesta sugli illeciti connessi al ciclo dei rifiuti ha pubblicato ieri sera, sul sito della Camera, la relazione definitiva sulle cosiddette navi dei veleni.

Nella gazzarra di questa mattina alla Camera ed al Senato, un vero e proprio mercato delle vacche, è spuntato questo documento, decisamente interessante per due ragioni ben precise: primo, è la dimostrazione che “mandare a casa tutti” rappresenta una chiusura nettamente cieca con il recente passato, anche virtuoso come dimostra questo lavoro della Commissione, costituito anche da persone competenti in materia; secondo, è la dimostrazione che tra le vicende di ciclo dei rifiuti le navi a perdere affondate dalla ‘ndrangheta nel Mediterraneo e lo Stato italiano c’è un sottile filo conduttore macchiato di sangue, rifiuti tossici e soldi.

Continua a leggere: Navi dei veleni: la relazione della Commissione parlamentare d’inchiesta

marzo 16, 2013

Materia Oscura: il documentario shock sul poligono di Salto di Quirra.

Un paradiso terrestre ferito, dilaniato, violentato dall’idiozia umana. Materia oscura, il documentario di  Massimo D’Anolfi e Marina Parenti presentato in anteprima mondiale all’ultimo Festival di Berlino avrà questa mattina la sua anteprima italiana al Bergamo Film Meeting, una delle più importanti manifestazioni festivaliere nazionali. Documentario puro e intransigente sul Poligono Interforze di Salto di QuirraMateria Oscura affida il racconto alle immagini depurate da qualsiasi tentazione di reportage giornalistico e da qualsiasi voce extra-diegetica. L’unica voce narrante di tutto il doc è rubata a una radio che svela il ritrovamento di “veleni” radioattivi nelle ossa dei pastori sardi disseppelliti un paio d’anni fa.

Dagli ordigni fatti brillare nel “vulcano” ai razzi sparati nel mare della Sardegna, dalle esplosioni contaminanti nei pascoli ai militari che maneggiano armi pericolosissime privi di protezioni, le immagini sconvolgenti e roboanti dell’anima bellica del documentario, si alternano a quella della vita dedita alla pastorizia.

Continua a leggere: Materia Oscura: il documentario shock sul poligono di Salto di Quirra

marzo 16, 2013

Boldrini presidente della camera.

Auguri SEL una donna di SEL è presidente della camera. Quanto durerà non si sa, ma certo è grande la soddisfazione di vedere eletta al posto dello sfascista Fini una donna di sinistra dall’alto profilo morale e che è stata portavoce dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR). Per oltre 20 anni ha lavorato in diverse agenzie dell’Onu. Ha svolto missioni in numerosi luoghi di crisi tra cui: Ex-Jugoslavia, Afghanistan, Iraq, Ruanda, Sudan, Yemen. Se al Senato dovesse risultare eletto il Procuratore Grasso potremmo dire che oggi per il centrosinistra è stata una giornata luminosa.