Un gesuita e l’Argentina sul trono di Pietro: una grande novità.

Dal pantano della politica italiana incapace di rinnovarsi, di cambiare uomini e cose, attenta solo a sopravvivere, all’aria fresca di piazza San Pietro. La Chiesa Cattolica sorprende tutti ed elegge un pontefice fuori dagli schemi tradizionali ed in forte discontinuità con il passato recente. Francesco I° dovrà rinnovare la Chiesa, ma non aspettiamoci cambiamenti radicali. La chiesa di Roma ha venti secoli ed il dogma riveste un ruolo fondamentale. Certamente inciderà il  bubbone purulento della Curia Romana e prenderà provvedimenti che non ha osato o non ha avuto la forza di fare Benedetto XVI°. Ricordiamo che il motto dei Gesuiti è  ‘Ad maoirem gloriam Dei  e questo rende abbastanza imprevedibile il modo in cui Francesco I° affronterà la sua missione. Con piacere constatiamo che il nuovo Papa ha salutato Benedetto XVI° chiamandolo “Vescovo Emerito di Roma” e non “Papa Emerito” come aveva decisio di chiamarsi Benedetto XVI° e questo è significativo in un ambiente in cui le parole hanno un peso. In ogni caso un gesuita e l’Argentina sul trono di Pietro è una grande novità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: