Viva le donne.

Alle mamme che anche questa mattina hanno accompagnato a scuola i loro bambini per poi correre in fretta al lavoro; alle giovani che ancora non hanno un posto di lavoro e faranno fatica ad averlo; alle donne che hanno perso il lavoro a causa della crisi ed alle quali la crisi non offre nuove opportunità; alle mogli che con fatica e coraggio hanno detto basta alla mancanza di rispetto, alle violenze ed alle umiliazioni per riprendersi in mano la propria vita e quella dei propri figli; alle donne che sono costrette a rivolgersi al Pronto Soccorso.
A mia figlia che da anni vive da sola rincorrendo il sogno di diventare giornalista e ci è quasi riuscita, a Paola, Elisa e Laura ed alla nostra piccola Sofia che si ostina a chiamarmi nonnoaldo ed io mi chiamo Beppe. A Pina che ogni sera mi dice “accendi il letto” e si riferisce allo scaldino.
A tutte le persone, senza distinzione di genere, che ogni giorno si impegnano per proteggere ed aiutare noi ed i nostri figli, vadano il mio ringraziamento più sincero, il mio abbraccio più caloroso ed un grande mazzo rosso di rose. Viva l’8 marzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: