Archive for febbraio 15th, 2013

febbraio 15, 2013

Le ricadute dell’austerità sulla Germania.

merk

di Francesco Saraceno (*)

Sono usciti i dati Eurostat [link]. La zona euro è in recessione, ed è peggiore del previsto (-0,6% nel 2012). L’austerità non funziona, ed è recessiva. Accidenti, chi l’avrebbe mai detto!

Continua a leggere »

febbraio 15, 2013

Con stop ospedali psichiatrici 800 malati mente senza cure.

ex manicomio di Volterra (Pisa) ex manicomio di Volterra (Pisa)

Con la chiusura dal primo aprile degli ospedali psichiatrici giudiziari (Opg), 800 malati mentali gravi saranno ”a rischio cure” e ”soli” perche’ le strutture alternative di assistenza previste ”non sono ancora state approntate dalle Regioni”. E’ l’allarme lanciato dalla Societa’ italiana di psichiatria (Sip), che chiede una proroga dei termini. Si potrebbero verificare, avverte il presidente eletto Emilio Sacchetti, ”problemi di sicurezza per il rischio di reiterazione di reati da parte di alcuni dei pazienti”.

febbraio 15, 2013

Cibi afrodisiaci, non fanno bene a sesso ma alla salute.

Ostriche Ostriche

Cioccolata, ostriche, uova, mandorle, banane, avocado, fichi: cibi considerati afrodisiaci, che magari pensiamo di scegliere per la cena di San Valentino, secondo Linda Yarrow, professore di Nutrizione umana all’Universita’ statale del Kansas, non servirebbero in realta’ ad accendere il desiderio. Quello ottenuto sarebbe una sorta di effetto placebo, perche’ non c’e’ evidenza scientifica dell’effetto positivo di questi cibi sulla sessualita’ – spiega Yarrow – anche se non bisogna dimenticare che sono buoni e nutrienti.

Il cioccolato, regalo classico nel giorno della festa degli innamorati, contiene ad esempio i flavonoidi che sono antiossidanti e migliorano le funzioni vascolari riducendo il rischio di attacchi di cuore, ma non e’ provato che abbia effetti afrodisiaci e poi – ricorda l’esperta – meglio non eccedere per non rischiare di ingrassare.

febbraio 15, 2013

Russia la pioggia di meteoriti causa 1200 feriti in 6 città esplosione pari a una bomba atomica.

 Ore: 21:03
Sotto la Traiettoria percorsa dal meteorite esploso sui cieli sopra gli Urali e la traiettoria dell’asteroide DA14. Sembra che il meteorite russo non si potesse prevedere essendo piuttosto piccolo. Foto Cherbakul su Twitter.

Ore: 20:35
E’ la seconda colta che un meteorite cade nella regione Chelyabinsk in Russia. Nel giugno del 1949 cadde il Kunashak che piombò nella medesima area; pesava circa 200 Kg quando fu trovato. Uno dei pezzi casse proprio nel lago Chebarkul anche se i resti non sono poi stati trovati.

Ore 20: 19
Per Nature l’esplosione causata dall’impatto del meteorite con l’atmosfera è stata pari a quella di una bomba atomica.http://www.ecoblog.it/post/52037/meteoriti-febbraio-2013-in-russia-oltre-1200-feriti-in-6-citta-9-esplosioni-a-55-km-di-altezza-potenza-bomba-atomica

febbraio 15, 2013

Ci credete?

Un albero in un campo Un albero in un campo

Le città italiane stanno per diventare più verdi grazie alla legge che entra in vigore il 16 febbraio e che obbliga i Comuni sopra i 15mila abitanti a piantare un albero per ogni bambino registrato all’anagrafe o adottato. La normativa, che punta a incentivare gli spazi verdi urbani, esiste in realtà da oltre vent’anni. L’obbligo di piantare un albero per ogni neonato era stato introdotto in Italia con la legge Cossiga-Andreotti n.113 del 29 gennaio 1992.

Per “assicurarne l’effettivo rispetto”, tuttavia, la legge n.10 del 14 gennaio 2013, che entrerà in vigore domani, introduce modifiche alla precedente disposizione. L’obbligo non si applicherà più a tutti i comuni, ma solo quelli con una popolazione superiore ai 15mila abitanti, e non interesserà solo le nascite, ma anche i bambini adottati. Un altro cambiamento riguarda i tempi: la piantumazione dovrà avvenire entro sei mesi, e non più dodici, dalla nascita o dall’adozione. Nonostante il basso tasso di natalità italiano, la legge dovrebbe riuscire a contrastare, almeno in parte, la perdita di zone verdi nel Paese, che secondo l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) è di otto metri quadrati al secondo.