Archive for febbraio 12th, 2013

febbraio 12, 2013

Respinta la legge 40 sulla fecondazione assisita dalla Corte di Strasburgo: adesso va adeguata alla Carta Europea dei diritti dell’Uomo

Respinto, dalla dei diritti umani il ricorso del governo italiano contro la sentenza dello scorso agosto che aveva bocciato la sulla . fecondazione 250x300 Respinta la legge 40 dalla Corte di Strasburgo: adesso va adeguata alla Carta Europea dei diritti dellUomoA renderlo noto Filomena Gallo dell’associazione Luca Coscioni e Nicolo’ Paoletti, difensore della coppia Costa Pavan da cui era partito il ricorso, secondo i quali ora ”la dovra’ essere adeguata alla Carta europea dei diritti dell’Uomo, come previsto dalla sentenza della stessa Corte lo scorso 28 agosto, prevedendo l’accesso alle di medicalmente assistita anche per le coppie portatrici di patologie trasmissibili ai figli”. ”Il rigetto della difesa del Governo della – sottolineano – conferma l’orientamento delle Corti Internazionali che avevano gia’ condannato l’Italia con decisione all’unanimita’ e della Corte inter americana dei diritti dell’uomo che lo scorso dicembre ha stabilito che l’accesso alla rientra tra i diritti umani meritevoli di tutela.

Attualmente solo le coppie infertili hanno accesso a trattamenti di Procreazione medicalmente assistita e possono chiedere di conoscere lo stato di salute dell’embrione; oggi anche a tante coppie sara’ possibile accedere a queste e non trasmettere gravi di cui esse sono portatrici. Oggi e’ stata eliminata una dolorosa discriminazione nell’accesso alle cure. Oggi ancor piu’ il futuro Parlamento non potra’ piu’ ignorare i diritti di tante persone e cancellare la ”.

febbraio 12, 2013

Corpi celesti, in arrivo l’asteroide DA14: passerà a 27mila chilometri da noi.

Il prossimo 15 febbraio l’asteroide DA14, attraversando l’orbita di diversi satelliti, passerà a soli 27.700km dalla Terra: il corpo celeste, una roccia di circa 45 metri di diametro, passerà vicinissimo sopra le nostre teste, ma non abbastanza da metterci in pericolo.

Notata per la prima volta circa un anno fa, dai ricercatori dell’Osservatorio astronomico La Sagra in Andalusia, Spagna, la roccia spaziale era già passata vicino al nostro Pianeta proprio in quell’occasione, a 4,3 milioni di chilometri di distanza: si è quindi avvicinata parecchio.

Continua a leggere: Corpi celesti, in arrivo l’asteroide DA14: passerà a 27mila chilometri da noi

febbraio 12, 2013

Le vongole aliene che minacciano l’ecosistema del Lago Maggiore.

L’invasione risale al 2007. È in quell’anno che la Corbicula fluminea e la Sinadonta woodiana, due molluschi provenienti dall’Asia, sono arrivati nelle acque del Lago Maggiore minacciandone l’ecosistema. Queste vongole, catalogate fra le 100 specie più invasive del pianeta, sono state trasportate da alcune imbarcazioni provenienti dall’Oriente e nelle acque dolci del Lago Maggiore hanno trovato un habitat ideale per moltiplicarsi in progressione geometrica.

Continua a leggere: Le vongole aliene che minacciano l’ecosistema del Lago Maggiore

febbraio 12, 2013

Roberto Formigoni indagato anche per associazione a delinquere per il caso Maugeri.

Nuova tegola sulla Lombardia. La procura di Milano ha chiuso oggi le indagini sulla fondazione Maugeri, e l’ex presidente della Regione risulta indagato, oltre che per corruzione come emerso alcuni mesi fa, anche per associazione a delinquere.

L’avviso di conclusione delle indagini è stato notificato a 17 persone tra cui, oltre a Formigoni, il faccendiere Pierangelo Daccò, l’ex assessore alla Sanità della Lombardia Antonio Simone, gli ex vertici della fondazione Maugeri, Nicola Maria Sanese dirigente del Pirellone, il direttore generale dell’assessorato alla Sanità Carlo Lucchina e Alberto Perego, memores domini e amico di lunga data del presidente Formigoni.

Le accuse a vario titolo sono associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, frode fiscale, riciclaggio e interposizione fittizia. La vicenda riguarda il caso con al centro la fondazione Maugeri e una distrazione milionaria dalle sue casse avvenuta tra il 1997 e il 2011. Per la vicenda Daccò, Simone e altre cinque persone furono destinatarie di una ordinanza di custodia cautelare.

I pm milanesi accusano Formigoni di aver ricevuto “utilità” per 8 milioni di euro in cambio di appoggi alla Maugeri. Tra queste utilità viaggi e l’uso di yacht. Roberto Formigoni sarebbe stato secondo gli inquirenti “promotore e organizzatore” dell’associazione a delinquere e avrebbe garantito stabilmente tra il 1997 e il 2011 favori alla Fondazione Maugeri e tra il 2002 e il 2011 al San Raffaele. Stando alla ricostruzione della procura Formigoni avrebbe favorito, grazie a delibere di giunta, i due poli sanitari e in cambio avrebbe ricevuto favori per 8 milioni di euro. In tutti questi anni dai conti correnti di Formigoni non sarebbe uscito nemmeno un euro. A fronte di queste utilità ricevute – spiega la procura – il governatore non avrebbe “restituito alcun importo di denaro”.

febbraio 12, 2013

La Grecia è crollata, definitivamente. Stanno assaltando i supermercati!

La Grecia è crollata, definitivamente, sotto il peso dei debiti contratti con la BCE.Ma in Italia nessuno ne parla perche’ siamo in campagna elettorale,l’attenzione dei media e’ stata spostata sulle dimissioni del Papa,mentre l’Europa brucia!

Stanno assaltando i supermercati. Ma non si tratta di banditi armati. Si tratta di gente inviperita e affamata, che non impugna neanche una pistola, con la complicità dei commessi che dicono loro “prendete quello che volete, noi facciamo finta di niente”. Si tratta della rivolta di 150 imprenditori agricoli, produttori di agrumi, che si sono rfiutati categoricamente di distruggere tonnellate di arance e limoni per calmierare i prezzi, come richiesto dall’Unione Europea. Hanno preso la frutta, l’hanno caricata sui camion e sono andati nelle piazze della città con il megafono, regalandola alla gente, raccontando come stanno le cose.

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11461

febbraio 12, 2013

Un atto dovuto!

Questa mattima mi sono recato presso la Procura della Repubblica di Avellino ed ho presentato l’esposto denuncia che qui sotto riporto contro l’Onorevole Silvio Berlusconi in esito alle dichiarazioni rilasciate il 27 gennaio scorso durante la commemorazione nella Fondazione Museo della Shoah. Come Socialista ho sentito il dovere di farlo, assumendomene tutte le responsabilità, perchè il silenzio in questi casi diventa complicità e connivenza.

ALL’ECC. MO  PROCURATORE DELLA REPUBBLICA

PRESSO IL TRIBUNALE DI AVELLINO

Atto di esposto 

***********

Il sottoscritto Avv. Giuseppe Sarno, nato ad Avellino e residente in S. Michele di Serino alla via Zappelle n.c.5  con il  presente atto intende porre all’attenzione di questo Ecc.mo Procuratore della  Repubblica  accadimenti  relativi a dichiarazioni di Silvio Berlusconi affinché vengano effettuati gli opportuni accertamenti, nonché venga valutata la sussistenza di eventuali profili di penale rilevanza di specifici fatti dedotti.

********

Il giorno 27 gennaio 2013 a Milano, Silvio Berlusconi nato a Milano il 29 settembre 1936, partecipando alla commemorazione nella Fondazione Museo della Shoah, a quanto riportano gli organi di stampa, avrebbe dichiarato: “le leggi razziali sono la peggior colpa del leader Mussolini che per tanti altri versi aveva fatto bene.  Non abbiamo la stessa responsabilità della Germania, ci fu da parte nostra una connivenza che all’inizio non fu completamente consapevole”.

Tenuto conto della gravità delle predette dichiarazioni che sono avvenute durante  la commemorazione delle vittime della Shoah, che non è stata un incidente di percorso del fascismo bensì trova i suoi prodromi nelle leggi razziali del ’38, che a loro volta affondano le radici nella marcia su Roma del ’22. Che il fascismo non è stato un regime fondato sul consenso spontaneo, ma un regime odioso fondato in gran parte sulla coercizione. Che non c’è stato un fascismo buono e uno cattivo,  ma una macchina finalizzata al furto della libertà e alla violenza. Valgano per esempio Matteotti, don Minzoni, i fratelli Rosselli, i massacri di popolo in Etiopia e Libia e infine la tragedia della Seconda guerra mondiale.

Che è storicamente dimostrato che il regime fascista collaborò attivamente ai rastrellamenti degli ebrei, vendendo letteralmente le loro vite.

*************

Per quanto sopra esposto e motivato il sottoscritto Avv. Giuseppe Sarno chiede che l’Ecc.ma Procura della Repubblica adita voglia disporre gli opportuni accertamenti in ordine ai fatti esposti in narrativa, valutando gli eventuali profili di illiceità penale degli stessi in quanto lesivi della dignità e dell’identità politica del sottoscritto, di tutto il popolo italiano  e  soprattutto di tutti i martiri che hanno  sacrificato la propria vita nella lotta al nazifascismo. In caso affermativo, individuare i possibili responsabili e procedere nei loro confronti.

Chiedo di essere avvisato ex art. 406 c.p.p. in caso di richiesta di proroga delle indagini preliminari ed ex art. 408 c.p.p. in caso di richiesta di archiviazione.

Con osservanza.

Avellino, 11 febbraio 2013

Avv. Giuseppe Sarno