Gli effetti della cura Monti.

Stralcio di un dato amaro dell’Istat su Il Messaggero: “La produzione industriale, corretta per gli effetti di calendario, nella media dell’intero 2012 è scesa del 6,7% rispetto all’anno precedente. Si tratta della peggiore variazione annua dal 2009. Lo rileva l’Istat, aggiungendo che l’indice grezzo è risultato in calo del 6,2%. Tornando indietro nel tempo, nel 2011 la produzione era rimasta pressochè ferma (+0,1% il dato corretto per gli effetti di calendario, -0,7% il grezzo), nel 2010 era risultata positiva dopo un 2009 nero, in cui la perdita era stata a doppia cifra. Guardando ai diversi settori economici (valori aggiustati per il calendario), su base annua, nel 2012, i ribassi più forti hanno interessato la fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche (-10,4%), la fabbricazione di apparecchiature elettriche e per uso domestico (-10,0%) e l’industria del legno (-9,9%). In caduta è risultato anche il comparto tessile-abbigliamento (-9,4%), mentre una delle diminuzioni più contenute ha riguardato l’alimentare (-1,4%). In ogni caso nessun settore ha segnato una variazione positiva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: