Archive for gennaio 20th, 2013

gennaio 20, 2013

Dategli un seggiolone.

Dopo il seggiolone di Barbara D’Urso, progettato per Domenica Live, ed il doppio cuscino installato da Lilli Gruber ad Otto e Mezzo, ecco la maxi-imbottitura Skytg24. Per provare a raggiungere in altezza – tentativo clamorosamente fallito- la conduttrice del programma, Maria Latella.

 

gennaio 20, 2013

Candidature che passione!

Le famose, rivoluzionarie liste che dovrebbero pescare dalla migliore “società civile“. Amica intima di Francesca Pascale, fedelissima del Cav, alcune esperienze politiche a livello locale. In Parlamento, oltre a Nicola Cosentino, stando a quanto rivela il Mattino di Napoli, il Pdl Campania potrebbe portarci anche l’ex meteorina di Emilio Fede, Giovanna Del Giudice.

 

gennaio 20, 2013

Smontiamo i luoghi comuni: il keynesismo non è più attuale a causa della globalizzazione?

keynesbw

La globalizzazione è un fenomeno tutt’altro che recente. In effetti, come abbiamo visto, il capitalismo nasce con le borse in cui si trattavano gli scambi commerciali internazionali.

Continua a leggere »

gennaio 20, 2013

Obesita’: il palloncino intragastrico semplice come un bicchiere d’acqua.

Obesita': il palloncino intragastrico semplice come un bicchiere d'acqua

(ASCA) – Roma, 18 gen – Novita’ contro l’obesita’ all’INI di Grottaferrata. Si chiama Obalon il nuovo tipo di pallone intragastrico che puo’ essere introdotto semplicemente bevendo un bicchiere d’acqua, dedicato ai pazienti in sovrappeso di 8 -15 kg prima che sviluppino l’obesita’.

”Per anni i pazienti in semplice sovrappeso, che per vari motivi non riuscivano a seguire una dieta o ottenevano scarsi risultati – spiega Luca Pecchioli, responsabile del Centro per la Terapia dell’Obesita’ e del Sovrappeso dell’Istituto Neurotraumatologico Italiano di Grottaferrata – ci hanno chiesto un aiuto, sfortunatamente la risposta e’ sempre stata che non essendo sufficientemente obesi non potevamo usare metodiche diverse dalla dieta. Il paradosso era che dovevano aumentare ulteriormente di peso per essere autorizzati a curarli con trattamenti piu’ incisivi come il pallone intragastrico”.

”La principale caratteristica di Obalon – continua Pecchioli – e’ che viene introdotto in 5-10 minuti senza esame endoscopico ma semplicemente ingoiando una capsula; e’ regolabile perche’ ne possono essere inseriti fino a tre nello stesso paziente nel caso il primo non fosse sufficiente; causa pochissimi fastidi perche’ le dimensioni sono inferiori ai precedenti palloni ed e’ riempito con 250 cc di un gas (azoto) invece che con acqua, quindi essendo molto leggero (circa 6 gr) non causa vomito riducendo al minimo i fastidi che provocano, in fase iniziale, gli altri palloni intragastrici”.

Il meccanismo di funzionamento e’ il collaudato stimolo del fondo gastrico con precoce percezione del senso di sazieta’ e riduzione della fame.

”Gli studi che hanno portato ad ottenere la certificazione CE per il mercato europeo – precisa il responsabile del Centro per la Terapia dell’Obesita’ e del Sovrappeso di Grottaferrata – evidenziano una perdita superiore al 40% dell’eccesso di peso corporeo nei tre mesi di terapia”.

I pazienti candidati a questo tipo di trattamento sono persone: in sovrappeso e che nonostante ripetuti cicli dietetici non riescono a dimagrire avvicinandosi progressivamente all’obesita’; in attesa di intervento chirurgico (protesi anca, protesi ginocchio, ernie discali, interventi al cuore, etc.). Inoltre, tutti coloro che soffrono di: dolori articolari aggravati dal sovrappeso; riduzione dell’attivita’ fisica a causa del sovrappeso; riduzione della fertilita’; apnee notturne; ipertensione arteriosa; diabete di tipo 2; qualunque altra patologia che si giovi di una riduzione di 8 – 15 kg di peso.

L’e’quipe medica si avvale della collaborazione di nutrizionisti, psicologi e personal trainer per adattare il trattamento ad ogni singola esigenza e fare in modo che il dimagrimento sia il piu’ duraturo possibile.

gennaio 20, 2013

60 anni fa scoperta doppia elica Dna, ora e’anche quadrupla.

. .

Il Dna nelle cellule umane puo’ assumere anche una forma ‘a quadrupla elica’, e non solo quella a doppia scoperta proprio 60 anni fa da Watson e Crick con il contributo fondamentale di Rosalind Franklin. Lo ha scoperto Giulia Biffi, una ricercatrice italiana che lavora all’universita’ di Cambridge con uno studio pubblicato dalla rivista Nature Chemistry, che per la prima volta ha isolato questa struttura nelle cellule umane.

gennaio 20, 2013

Auto elettriche: a Bari inaugurata una colonnina di ricarica Enel, la prima nel Sud Italia.

3 da Davide Mazzocco

 

Bari è la prima città del Sud Italia a dotarsi di una colonnina di ricarica pubblica per veicoli elettrici. Il nuovo dispositivo è stato inaugurato venerdì 18 gennaio in via Cavour, nei pressi dello storico teatro Petruzzelli.

La colonnina installata nel quartiere murattiano è la prima di una rete di 50 punti Enel dedicati ai veicoli elettrici e distribuiti strategicamente secondo un’analisi sui flussi di traffico compiuta dall’azienda in collaborazione con il Comune di Bari. Il progetto di innovazione tecnologica per la mobilità a zero emissioni rientra nell’ambito del piano Bari Smart City.

Per utilizzare le colonnine sarà sufficiente sottoscrivere un contratto dedicato e, tramite una card, sarà possibile avere accesso a tutte le infrastrutture di ricarica presenti nel capoluogo pugliese. Lo sviluppo futuro prevede due tranche: nella prima verranno installate 24 colonnine in 12 siti, nella seconda altre 26 in 13 siti. Il sistema di ricarica è dotato di un contatore elettronico che permette di monitorare la spesa ed è dotato di una doppia presa (con standard italiani e internazionali), consentendo così di ricaricare tutti i veicoli elettrici di nuova generazione presenti sul mercato.

Continua a leggere: Auto elettriche: a Bari inaugurata una colonnina di ricarica Enel, la prima nel Sud Italia

gennaio 20, 2013

Sos Legambiente, meta’ citta’ italiane oltre i limiti smog.

Smog: Legambiente, meta' citta' italiane oltre i limiti Smog: Legambiente, meta’ citta’ italiane oltre i limiti

ROMA – Nel 2012 i principali centri urbani del nostro Paese hanno sforato i livelli di polveri sottili (Pm10).In testa per smog, Alessandria, Frosinone e Cremona. L’allarme sull’inquinamento atmosferico è di Legambiente con il rapporto ‘Mal’arià che registra in 51 città su 95 il superamento del ‘bonus’ di 35 giorni all’anno di 50 microgrammi a metro cubo di valore medio giornaliero. La Pianura Padana è classificata come “zona critica con 18 città tra le prime 20”;ma per lo smog rischi per “la salute” in tutta Italia.

Tra le prime 10 città della classifica ‘Pm10 ti tengo d’occhiò c’é anche Milano con 106 giorni di superamento dei limiti di legge, oltre alle prime in classifica, Alessandria (123 giorni di sforamenti), Frosinone (120), Cremona (118) e Torino (118). Ma non è solo il nord a soffrire di cattiva qualità dell’aria: al ventesimo posto si piazza Napoli (85 giorni) a seguire Cagliari (64), Pescara (62), Ancona (61), Roma (57) e Palermo (55). Secondo il rapporto di Legambiente lo smog (Pm10 e Pm 2,5), ossidi di azoto (Firenze, Torino, Milano e Roma sono ai primi posti), ozono (prime le città del nord, da Mantova a Lecco), e la rumorosità (i decibel più alti si hanno Roma, Milano, Genova e Napoli) “minano salute e sicurezza dei cittadini”; per questo sono necessari “interventi immediati per città più vivibili, moderne e sicure”.

gennaio 20, 2013

Liste, Pdl forse esclude gli “impresentabili”.

I sondaggi e l’esempio del Pd starebbero convincendo Berlusconi a lasciar fuori Cosentino, Dell’Utri, Papa ed altri indagati. Il verdetto finale entro lunedì sera, ma nel partito continua lo “scontro”. Pannella: “Accordo su Roma impossibile per motivi tecnici”

Liste, Pdl verso esclusione "impresentabili". Nel Lazio salta l'intesa Storace-radicali L’ex sottosegretario Nicola Cosentino (Pdl)

ROMA – Lo scontro è soprattutto fra Denis Verdini e Angelino Alfano, ossia fra il calcolo dei bagagli di preferenze e le ragioni di opportunità politica. Alla fine – ma i giochi sono aperti fino alle 20 di lunedì sera – nell’interminabile vertice di Palazzo Grazioli sulle candidature nel Pdl sembra aver prevalso la linea Alfano: Nicola Cosentino, Marcello Dell’Utri, Amedeo Laboccetta, Papa e Landolfi sarebbero dunque a un passo dall’esclusione dalle liste. Più in bilico resta la posizione di Marco Milanese, mentre dovrebbe rientrare nelle liste Luigi Cesaro.

A convincere Silvio Berlusconi sulla necessità di lasciare fuori gli “impresentabili”, in realtà, non sarebbe stato tanto il ragionamento di Alfano quanto, al solito, i sondaggi. Le ultime rilevazioni commissionate dal leader Pdl, infatti, avrebbero indicato che i voti perduti davanti alla candidatura di personaggi chiacchierati, condannati o sotto inchiesta sarebbero superiori a quelli assicurati dal “bagaglio” personale di consensi dei vari Cosentino o Dell’Utri.

L’altro fattore per cui i fedelissimi del capo spingono Berlusconi alle bocciature eccellenti è l’esempio dato dalla commissione di garanzia del Pd sul caso Sicilia. Se il Pd ha escluso i suoi principi della preferenza, dicono in sostanza i consiglieri più stretti del Cavaliere, il Pdl non può fare diversamente.

Intanto, sul fronte delle alleanze elettorali, stasera è arrivata la doccia fredda sull’accordo radicali-Storace per la Regione Lazio: “L’intesa non si farà per motivi tecnici”, ha spiegato Marco Pannella in un’intervista a Radio Radicale.

“Non sono riusciti a portarci prima delle 16.45 di oggi il loro simbolo”, ha spiegato Pannella, secondo il quale i radicali avevano posto come condizione la possibilità di disporre del simbolo di Storace. “Storace si è scusato perchè non è riuscito ad attuare, non so perchè, quanto necessario al compiersi dell’accordo – ha detto Pannella -. Lui è stato sempre corretto. Ci ha anche proposto di mettere uno dei due consiglieri radicali uscenti in lista, ma entrambi hanno detto di no”.

“Noi abbiamo continuato ad onorare la proposta di Storace”, ha aggiunto Pannella. “Ma riteniamo scandaloso che non si sia parlato del fatto vero, della vera notizia, che non è questa come non era l’accoglienza che Storace di aveva offerto. La notizia vera – ha spiegato – è che  il Pd ha invece messo il veto alla presenza dei radicali nelle istituzioni, di quei due radicali che hanno scoperchiato il caso Regione Lazio. Il candidato del Pd, che avremmo voluto sostenere, e tutto il Pd, ci hanno trattato come il Pci trattava i trotkisti di m…”, ha concluso Pannella.

gennaio 20, 2013

Elezioni 2013: simboli, ultimo atto. La Cassazione ha deciso.

Elezioni 2013: ecco le foto di tutti i simboli

Rivoluzione Civile Ingroia - Simbolo Lista 2013PSDI - Simbolo Lista 2013Popolo della Libertà - Simbolo Lista 2013Viva L

Si chiudono i giochi per la presentazione dei simboli alle elezioni 2013: la Cassazione ha reso note le ultime decisioni.

Bocciato definitivamente il simbolo Monti presidente per l’Europa, una lista che era stata presentata da Samuele Monti, consigliere comunale di Cuneo.

Il Viminale aveva ricusato il simbolo a causa del rischio di confusione con la lista di Mario Monti; il simbolo non è stato modificato e dunque è eliminato dalla tornata elettorale.

E’ stato accolto il ricorso dell’Udc nei confronti di tre liste Democrazia cristiana che presentavano il simbolo dello scudo crociato.

Respinto invece il ricorso della Lega Nord contro il partito Prima il Nord e quello del Partito Pensionati: il Pensionati e Invalidi Giovani Insieme potrà concorrere regolarmente. L’unica lista che potrà avere il nome Fratelli d’Italia, infine, è quella di La Russa-Crosetto-Meloni.

gennaio 20, 2013

Il terzo stadio della crisi europea: ora tocca anche alla Germania.

La contrazione della produzione industriale tedesca

La contrazione della produzione industriale tedesca

di Ashoka Mody*

Mentre tutti gli occhi erano puntati sulla periferia dell’eurozona, i paesi centrali hanno subito un tracollo? La Bundesbank ha ridotto le sue previsioni per la crescita del PIL tedesco nel 2013 allo 0,4%, mentre la Banca Centrale dei Paesi Bassi prevede per quest’anno una contrazione del PIL olandese pari allo 0,5% e un’ulteriore contrazione nel 2014.

Continua a leggere »