Archive for gennaio 6th, 2013

gennaio 6, 2013

Come dimagrire continuando a mangiare.

Dottore mi salvi di Enzo Scarton
gennaio 6, 2013

Sincerità!

il sito di Ippo di Stefano Frassetto

gennaio 6, 2013

Orate fratres.

monti-simbolo-scelta-civica

Stanche robe. Invece, fuori dal pollaio nostrano, per ridare senso alle parole: “Scelta civica“: “1.600 chilometri a piedi, da Reggio Emilia a Bruxelles. Per denunciare la guerra per l’estrazione del coltan nel suo Paese (il Congo). Che ha costretto John Mpaliza a rifugiarsi in Italia“. Il pezzo di Linda Chiaramonte su il Manifesto di ieri. Qui lo potete scaricare in pdf.

gennaio 6, 2013

Guardie e ladri.

Pubblicato da

gennaio 6, 2013

tempi duri per le befane.

gennaio 6, 2013

Forza Renzino.


Dopo una riunione infuocata che aveva fatto seguito alle decisioni della direzione nazionale sui capilista, Sinistra Ecologia e Libertà è tornata sui propri passi e, per decisione di Nichi Vendola, i vincitori delle primarie parlamentari in Toscana, Alessia Petraglia e Renzo Ulivieri, saranno i capilista in Senato al posto di Pape Diaw e Ida Dominjanni, in un primo momento designati dal partito. Si risolve così una polemiche che in poche ore aveva infiammato il partito.

Tutto era successo dopo che i vertici del partito di Vendola si erano riuniti per stilare le liste per le prossime elezioni: come da regolamento, la direzione del partito si era riservata di scegliere i capilista indipendentemente dai risultati delle primarie del 29 e 30 dicembre, e così era successo, ma il risultato è che i più votati nella consultazione popolare rischiavano di rimanere fuori dal parlamento.

Continua a leggere: Elezioni 2013: Sel ci ripensa, Petraglia e Ulivieri diventano capilista

gennaio 6, 2013

L’Obama Italiano.

Lui è l’Obama italiano“, “ha lo spirito del 18enne anche se ha 77 anni“, “gli porto la cagnetta per vincere le elezioni“. Michaela Biancofiore, onorevole Pdl, su Libero. Intervista del giorno, davvero.

gennaio 6, 2013

E c’è gente che li vota ancora?


C’È PIÙ di un conto che non torna nella gestione dei 3 milioni di euro che ogni anno il Senato della Repubblica ha erogato al gruppo parlamentare della Lega Nord-Padania. Dunque dei 15 milioni nei cinque anni della legislatura appena conclusa. Stipendi extra corrisposti in contanti al capogruppo Bricolo e i suoi fedelissimi Bodega e Mazzatorta, ma anche una “paghetta” da duemila euro mensili per il senatore Roberto Calderoli; pagamento dell’affitto allo stesso capogruppo per 1.250 e copertura della sua carta di credito; assegni girati a collaboratori per finalità non chiare.

La Procura della Repubblica di Roma ha aperto un’inchiesta, curata dal sostituto Roberto Felici. È ancora alle battute iniziali, gli inquirenti sono in fase di riscontro, ma sembra stia procedendo piuttosto spedita. Anche perché la fonte è quel che si dice una gola profonda, addentro alle cose e ai numeri del Carroccio.

gennaio 6, 2013

Paradosso su bilancia,con qualche kg in piu’si muore di meno.

UN'OPERA DI BOTERO UN’OPERA DI BOTERO

Non e’ una buona scusa per regalarsi l’ennesima fetta di pandoro farcito, ma un paradosso dalle origini ancora poco chiare: essere in sovrappeso o solo leggermente obesi, paradossalmente, potrebbe ridurre, anche se di poco, il rischio di morte.

La conferma arriva da un maxi-studio pubblicato sul Journal of the American Medical Association dall’equipe di Katherine Flegal dei Centers for Disease Control and Prevention a Hyattsville, Maryland.

Il paradosso dell’obesita’ e’ un concetto ormai ampiamente documentato: vari studi hanno infatti mostrato che essere in sovrappeso o solo lievemente obesi, in realta’, non aumenta il rischio di morte come invece l’obesita’. Gli esperti Usa hanno passato in rassegna i dati di 27 ricerche svolte in tutto il mondo su questo argomento per un totale di quasi tre milioni di individui coinvolti e 2700 decessi registrati.

gennaio 6, 2013

Musicisti sviluppano’supercervello’per leggere note e parole.

Musicisti sviluppano'supercervello'per leggere note e parole Musicisti sviluppano’supercervello’per leggere note e parole

(ANSA) – ROMA, 19 DIC – I musicisti hanno un ‘supercervello’.

Oltre alle gia’ note differenze di dimensioni nelle aree cerebrali coinvolte nell’esecuzione di un brano, un gruppo di ricercatori italiani ha scoperto che i musicisti per leggere un testo, al contrario delle altre persone, ‘reclutano’ le stesse aree abitualmente coinvolte per leggere un pentagramma. Secondo gli esperti, il risultato puo’ avere interessanti applicazioni per i bambini a rischio di dislessia.

Lo studio, pubblicato su Neuropsychologia, e’ stato condotto da Alice Mado Proverbio, Mirella Manfredi e Roberta Adorni dell’Università Milano-Bicocca e Alberto Zani dell’Istituto di Bioimmagini e Fisiologia molecolare del CNR di Milano. I ricercatori hanno ricostruito, tramite una tomografia elettromagnetica a bassa risoluzione, il segnale bioelettrico durante l’elaborazione cerebrale delle note e della lettura in un gruppo di quindici musicisti professionisti e altrettante persone di uguale scolarizzazione ed eta’, ma senza alcuna conoscenza musicale.
Risultato: sia nel leggere le note che le parole, i musicisti attivavano delle aree cerebrali diverse da quelle osservate nelle persone senza conoscenze musicali.