Archive for dicembre 5th, 2012

dicembre 5, 2012

Qualcosa di sinistra.

Clochard al gelo. Requisite le case sfitte della Chiesa

… in Francia! Soluzione “creativa” e drastica per mettere urgentemente al riparo alcune migliaia di senza casa nel bel mezzo dell’ondata di freddo che ha colpito i transalpini.

Le…Visualizza altro

dicembre 5, 2012

Contestati Fassino e Cota al Politecnico di Torino. Che soddisfazione!

Oggi, 5 dicembre, al Politecnico di Torino si è tenuta l’inaugurazione dell’anno accademico che si è svolta come ogni anno in un clima di militarizzazione dell’ateneo. Ad essa doveva prese…Visualizza altro

dicembre 5, 2012

Italia più corrotta di Ruanda e Arabia Saudita. Un bel primato.

Siamo al 74esimo posto nel mondo. Tra i 21 Paesi Ue peggio di noi solo la Grecia. Cancro non percepito dalla politica. La nuova legge non combatte la corruzione. [Franco Fracassi]

Siamo al s…Visualizza altro

dicembre 5, 2012

In Lituania stanno peggio di noi. e non è una consolazione.


Il governo conservatore uscito sconfitto alle recenti elezioni non aumenta il salario minimo, fermo dal 2008 a 231 euro

di Alessandro Di Simone

Visualizza altro

dicembre 5, 2012

E’ andato a zappare.

Mi attaccano nella paura che un giorno io possa diventare un politico che in Italia conta veramente“, dichiarava nel maggio duemilaedieci Renzo Bossi, consigliere regionale in piena ascesa. Fino all’anno scorso partecipava ai vertici di Arcore con il Presidente del Consiglio, e diceva cose tipo “Lunedì incontrerò il Presidente Napolitano“. Voleva pure risolverei problemi della gente e del territorio“, quelli causati “dalla globalizzazione“. Meglio non scordare. Dopo gli scandali che hanno travolto la Lega Nord ha definitivamente

dicembre 5, 2012

Ruby faceva le bollicine.

Deposizione di Emilio Fede, al processo Ruby:

“Certamente Ruby non è venuta ad Arcore con me: mi è stato detto che l’ha accompagnata Lele Mora … Ero incuriosito in senso negativo da Ruby, perché non la trovavo elegante, la ritenevo inadeguata. Mi procurava un fastidio visivo. L’ho trovata brutta, aveva un cattivo odore e, mentre ballava la danza del ventre, faceva le bollicine masticando la gomma.
Cosa si intende per Bunga bunga? Io sono stato tanti anni in Africa, a me viene in mente il suono gutturale che si fa durante le danze africane.
Comunque Berlusconi non ha mai baciato sulla bocca, né toccato nessuna ragazza in mia presenza durante le cene ad Arcore. Non ho mai visto il Cavaliere fare atti di trasgressione sessuale. Mai state nudità in mia presenza. Nicole Minetti ad esempio non si è mai assolutamente denudata.

Erano cene, occasioni conviviali normali: una volta a una ragazza volò via il reggiseno mentre ballava, e Berlusconi disse ai camerieri di darle qualcosa per coprirsi.

dicembre 5, 2012

La lotta di classe nel 2012.

Paul Krugman

Si tratta di una verità scomoda ma reale che non siamo tutti sulla stessa barca; l’America della guerra di classe a tutto campo ha perso alla grande le elezioni, ma ora cerca di usare la pretesa di essere preoccupata per il deficit per strappare la vittoria dalle fauci della sconfitta.

di Paul Krugman, New York Times, 29 novembre 2012

Continua a leggere »

dicembre 5, 2012

Gli straordinari effetti della repressione dei mercati finanziari.

l

bankingcrises

Il grafico  (tratto da Alan M.Taylor, The Great Leveraging, basato sui dati di Reinhart e Rogoff, This time is different) mostra la percentuale delle economie in una crisi finanziaria tra il 1800 e il 2008 (be’ sì il famoso lungo periodo). Tra il 1940 e gli anni 70 (i famosi “30 gloriosi”) nessuna economia avanzata ha vissuto una crisi finanziaria ed anche le economie meno sviluppate sono state sostanzialmente stabili. E’ l’unico periodo nell’intera storia del capitalismo moderno a presentare una stabilità così elevata.

Cosa è successo? In quegli anni, caratterizzati dalla vittoria del keynesismo (sia pure “bastardo” come lo definiva l’allieva di Keynes Joan Robinson), la finanza era strettamente regolata (si pensi al Glass-Steagal Act), tanto che Reinhart e Rogoff hanno parlato di “repressione finanziaria”, e tutte le economie del mondo si rifacevano alle prescrizioni pratiche di Keynes circa la gestione della domanda effettiva.

Dagli anni 70, con la fine del sistema di Bretton Woods, la liberalizzazione dei mercati finanziari e dei commerci internazionali, il progressivo abbandono delle politiche di intervento pubblico, le crisi sono tornate, fino al grande crack di 5 anni fa.

(il grafico è tratto dal blog Naked Keynesianism di Matias Vernengo)

dicembre 5, 2012

I nuovi mostri.

il sito di Ippo di Stefano Frassetto

dicembre 5, 2012

Libera interpretazione.

Big Bang di Massimo Cavezzali