Archive for novembre 2nd, 2012

novembre 2, 2012

Vota e fai votare Cetto Laqualunque.

novembre 2, 2012

Attività fisica a digiuno per dimagrire velocemente.

 

L’attività fisica a digiuno per dimagrire velocemente

Ogni giorno arrivano consigli per perdere peso, stando ad un recente studio, l’attività fisica a digiuno farebbe dimagrire velocemente. Non servirebbero dunque diete rigorose o pillole che gridano al miracolo, basterebbe l’esercizio fisico prima di colazione e si riuscirebbe a smaltire il grasso in eccesso,Continua a leggere

novembre 2, 2012

Sclerosi Multipla: l’Ist. Besta metterà online tutte le informazioni.

Scienza

novembre 2, 2012

La vista nasce settecento milioni di anni fa.

opsine

01:07 am | Un punto fermo nella ricostruzione dell’ evoluzione della capacità visiva degli animali è stato posto da una ricerca che è riuscita a identificare un’antica proteina, da cui si…

2 novembre 2012 / Leggi tutto

novembre 2, 2012

Una buona notizia.

Conserve Italia, confermato n.1 Gardini Conserve Italia, confermato n.1 Gardini

– BOLOGNA – Si è chiuso con un fatturato aggregato di oltre un miliardo di euro – in aumento del 2,3% rispetto alla campagna precedente – l’esercizio 2011-2012 di Conserve Italia.

Il gruppo alimentare che ha tra gli altri i marchi Cirio, Yoga e Valfrutta  ha riportato un margine operativo lordo di 60,6 milioni di euro, pari al 6,1% del fatturato lordo mentre gli investimenti si sono attestati a 65 milioni di euro, di cui 40 destinati al settore tecnico e 25 indirizzati all’area marketing-commerciale.

La posizione finanziaria netta è risultata pari a 273 milioni di euro, in diminuzione del 3% rispetto agli oltre 282 milioni dell’esercizio precedente; patrimonio netto si è mantenuto stabile a 223 milioni di euro, mentre il rapporto debiti/patrimonio mostra un miglioramento attestandosi a quota 1,2. Quanto alla capogruppo Conserve Italia, l’esercizio si è chiuso con un utile netto di 2,3 milioni di euro, in crescita rispetto agli 1,1 milioni di euro dell’esercizio precedente. Nel 2011-20112 il Gruppo ha esportato in 91 paesi registrando un importante sviluppo su mercati strategici quali Giappone, Stati Uniti, Australia e Gran Bretagna.

novembre 2, 2012

Pesci ancora radioattivi in Giappone ad un anno dal disastro nucleare di Fukushima.

A distanza di più di un anno dal disastro nucleare di Fukushima, i pesci delle acque costiere limitrofe recano ancora tracce di radioattività oltre i valori norma. Nelle acque antistanti la centrale, ne parlavamo qualche settimana fa, nove specie di pesci sono risultate contaminate da cesio radioattivo. La conferma della contaminazione dei pesci nei mari giapponesi ci arriva da uno studio pubblicato su Science, a firma del chimico marino Ken Buesseler della Woods Hole Oceanographic Institution (WHOI).

Lo scienziato ha analizzato i dati resi pubblici dal Ministero giapponese dell’agricoltura, delle foreste e della pesca (MAFF) sui livelli di radioattività nei pesci, nei frutti di mare e nelle alghe raccolte nei porti e nelle baie della Prefettura di Fukushima. Dall’analisi di ben novemila campioni emerge un quadro allarmante sulla relazione tra i radionuclidi rilasciati dall’incidente nucleare dell’11 marzo del 2011 e l’ecosistema marino.

Continua a leggere: Pesci ancora radioattivi in Giappone ad un anno dal disastro nucleare di Fukushima

novembre 2, 2012

e poi dicono Napoli.

(Archivio) (Archivio)

ROMA – Una task force dell’Agenzia inglese per l’Ambiente ha scoperto in soli tre mesi 400 nuove discariche abusive tra Inghilterra e Galles, portando il numero complessivo a 1.195. A riportare la notizia sono alcuni dei maggiori media inglesi. L’agenzia, che avverte di possibili danni alla salute delle persone e l’ambiente, ha chiesto di chiudere queste discariche al piu’ presto, in quanto almeno 300 si troverebbero nel raggio di 80 chilometri da case, scuole e luoghi di interesse naturale.

La task force ambientale e’ stata istituita dopo centinaia di denunce da parte dei cittadini che lamentavano che il problema delle discariche abusive e del conseguente inquinamento ”non veniva preso seriamente”. Nel 2010 e nel 2011 in Gran Bretagna sono stati celebrati ben 400 processi legati a discariche illegali, che hanno permesso allo stato britannico di riscuotere un milione di sterline.

novembre 2, 2012

Rifiuti Roma: il ricatto di Clini.

A seguito della visita della Commissione Europea petizioni al sito di Malagrotta e Monti dell’Ortaccio, e sopratutto a seguito delle dichiarazioni della stessa Commissione, le reazioni istituzionali degli attori del teatrino dell’emergenza rifiuti di Roma sono state veementi.

In primis quelle del Ministro per l’ambiente Corrado Clini, il quale non ha tutti i torti quando afferma che, senza Malagrotta, Roma è destinata a riempirsi di immondizia lungo le sue storiche strade; per questo il ministro ha paventato misure “eccezionali”:

Il commissario sta lavorando su delle soluzioni ma se alla fine non risulteranno praticabili per un’opposizione politica o Roma si riempie di rifiuti oppure il governo si fa carico di iniziative eccezionali.

Continua a leggere: Roma, per Clini “i rifiuti in strada sono l’alternativa a discarica”

novembre 2, 2012

Il Pollino lasciato solo.

Il presidente del Parco del Pollino Mimmo Pappaterra ha chiesto nei giorni scorsi al Governo la proclamazione dello stato di emergenza per i Comuni colpiti dal terremoto del 26 ottobre scorso. Ai danni della scossa di magnitudo 5, culmine di uno sciame sismico che si protraeva da ben due anni nell’area, si somma infatti la preoccupazione per il maltempo che rende difficili gli interventi di messa in sicurezza e causa ancora più disagi agli sfollati. Senza contare lo spettro delle frane, sempre in agguato in quei Comuni e su quasi tutto il territorio calabrese, regione ad alto rischio idrogeologico.

Tra i Comuni che hanno subito più danni c’è Mormanno. Come potete vedere nel filmato in homepage, crepe e crolli interessano numerose abitazioni. Le case dichiarate completamente inagibili nel centro storico del paese sono circa trenta, stando alle prime stime.

Continua a leggere: Terremoto Pollino, appello del sindaco di Mormanno: “Il paese rischia di chiudere”